Home Curiosità Marvel: The Legendary Collection #23 | Capitan America: La verità

Marvel: The Legendary Collection #23 | Capitan America: La verità

Marvel: The Legendary Collection è una collana a cadenza di due settimane edita da Hachette. La collana, che si comporrà in totale di 100 numeri, include alcuni dei più grandi crossover della storia della Marvel, oltre ovviamente a storie dedicate agli amati personaggi. Per ogni informazione sulla raccolta o abbonarvi alle uscite, trovate tutti i link in fondo all’articolo.

E se Steve Rogers non fosse l’unico esperimento riuscito da parte degli Stati Uniti, nei loro tentativi di creare un super soldato per vincere le guerre? Il Marvel Cinematic Universe ha intelligentemente utilizzato questa domanda per dar vita a due prodotti dall’anima simile ma dai risvolti differenti. Il primo è Captain America: Civil War (anche se lì gli USA c’entravano poco), dove Bucky avvisava l’amico fraterno della possibile minaccia dei super soldati del KGB/Hydra pronti per essere risvegliati.

La seconda occasione è avvenuta nella miniserie The Falcon and the Winter Soldier, dove Sam Wilson (Anthony Mackie) ha fatto la conoscenza di un eroe dimenticato, perché in realtà nessuno doveva saperlo, dalle forze armate americane: Isaiah Bradley, interpretato in quell’occasione da Carl Lumbly. Un personaggio nato, fumettisticamente parlando, appena un ventennio fa, ma protagonista di una run dal potere e dal significato incredibile per la cultura afroamericana e il mondo intero.

Con Truth: Red, White and Black, il nome originale della run conosciuta in Italia come La verità, la Marvel voleva dare un profondo segnale alla cultura americana e non solo, dedicandosi al purtroppo ancora attuale problema razziale negli Stati Uniti. Robert Morales, ideatore di Isaiah Bradley e autore di Truth, smonta così tutte le credenze degli americani puri, bianchi, adoratori della pelle chiara e odiatori di ciò che è diverso da loro: Steve Rogers non fu l’unico Captain America. Ce ne fu un altro. Con la pelle nera.

Isaiah Bradley fa parte di un movimento che poi la Marvel ha progressivamente abbracciato negli anni successivi, passando da altri Cap di colore (il già citato Sam Wilson) a personaggi fino a poco tempo fa estranei alla cultura fumettistica americana come Miss Marvel, e possiamo dire che il merito sia tutto di Morales. Il compianto autore, che ci ha lasciati nel 2013 all’età di soli 55 anni, plasmò Bradley come il simbolo del diverso ma allo stesso tempo dell’unione, andando a studiare quello che fu l’impatto dei neri nella Seconda Guerra Mondiale facendo ad esempio tornare alla luce la Negro Week, un programma del 1940 interamente dedicato all’esaltazione della cultura afroamericana. Per inciso, le ultime pagine del volume #23 contengono un interessantissimo approfondimento sull’argomento.

Kyle Baker, disegnatore di Truth, ricorda molto chiaramente le critiche ricevute all’epoca, con le persone che non accettavano questo incredibile cambiamento. La continuity Marvel, in realtà, non fu modificata ma solo ampliata, e la storia ebbe un impatto tale, oltre che una qualità sopraffina, da portare anche alcuni dei critici che si erano violentemente scagliato contro l’opera a tornare sui propri passi. E ciò è un gran bene, perché la storia di Bradley, per quanto arrivata troppo tardi, ha probabilmente aiutato molte persone ad aprire gli occhi e farsi un giusto esame di coscienza.

“Questa è una storia che parla di persone che la prendono in quel posto”, diceva Morales a proposito di Truth. “Il fatto che siano nere non è casuale. C’è una motivazione razziale nel modo in cui la gente nera era trattata durante la guerra, ed è una cosa che adesso la gente può ignorare.” Quanto è vero, Robert. Quanto è vero.

Ecco la sinossi del volume #23:

Capitan America. L’arma segreta del governo americano durante la Seconda Guerra Mondiale nonché simbolo eterno di libertà. Passato dall’essere un soldato mingherlino di 40 kg a un uomo all’apice della forma fisica, Steve Rogers ha creduto per lungo tempo di essere l’unico soggetto coinvolto nel progetto per creare un super soldato. Al contrario, questo programma top secret comprendeva un gruppo di giovani reclute afroamericane le cui vite sono state sconvolte da esperimenti a dir poco immorali. Celata per deceni, è adesso giunto il momento di svelare la verità…

Se siete incuriositi dalla raccolta, cliccando qui potete accedere al piano completo dell’opera, e avrete anche informazioni utili nel caso vogliate sottoscrivere un abbonamento e ricevere alcuni bonus e sconti rispetto al prezzo base dei volumi. Poco sotto, trovate anche il link diretto al sito di Hachette.

Prenota qui la Marvel Legendary Collection di Hachette

GLI ALTRI VOLUMI DELLA LEGENDARY COLLECTION

Scritto da
Andrea "Geo" Peroni

Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.

Scrivi un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

GCC Pokémon Scarlatto e Violetto: Destino di Paldea – Ecco il set allenatore Fuoriclasse

Dal 26 gennaio scorso è disponibile un nuovissimo contenuto aggiuntivo per l’amato...

GCC Pokémon – Scarlatto e Violetto: Destino di Paldea, l’espansione è ora disponibile

La nuovissima espansione del popolare Gioco di Carte Collezionabili Pokémon “Scarlatto e...

Il vero negozio di Toy Story chiuderà dopo quasi 90 anni di attività

Jeffrey’s Toys, il negozio di giocattoli più antico della città di San...

Marvel: The Legendary Collection #29 | Avengers: Sotto assedio

Marvel: The Legendary Collection è una collana a cadenza quindicinale edita da...

Chi siamo - Contatti - Collabora - Privacy - Uagna.it © 2011-2024 P.I. 02405950425