Abandoned, continua la teoria del complotto: altri indizi fanno pensare a Kojima e Silent Hill

Di Andrea "Geo" Peroni
18 Giugno 2021

Siamo di fronte a un’operazione di marketing semplicemente geniale e studiata da anni, o è tutto semplicemente un abbaglio collettivo?

I detective di internet continuano a indagare a fondo su Abandoned, il misterioso gioco di Blue Box Game Studios presentato ad aprile con un primo teaser trailer e che sarà rivelato ufficialmente tra pochi giorni.

Il mondo di internet si è messo in movimento nelle ultime ore, poiché sono state scovate una serie di riferimenti e coincidenze, alcuni dei quali clamorosi, che accostano Abandoned non solo al brand di Silent Hill ma anche a Hideo Kojima, creatore di Metal Gear e Death Stranding. Vi rimandiamo all’articolo appena linkato per conoscere di cosa parliamo.

Nonostante non ci sia nulla di certo, le indagini vanno però avanti, senza sosta. Gli utenti continuano a cercare possibili legami tra questo piccolo e poco conosciuto studio olandese, Blue Box, con il leggendario designer nipponico, ed è inutile dire che anche alcune delle nuove coincidenze, perché al momento di questo si tratta, sembrano davvero clamorose.

Ecco tutte le ultime scoperte da parte della community:

  • Nel 2016, PlayStation annunciò che Kojima Productions era pronta ad aprire un piccolo team vicino ad Amsterdam, con una sede vicino a quella di Guerrilla Games. Blue Box Game Studios ha sede in Olanda.
  • Sempre riguardo Blue Box, la pagina Kickstarter del suo primo progetto citava la possibilità di scaricare e giocare un “trailer giocabile” del titolo. Un Playable Trailer, già. (scoperta effettuata da Everyeye.it)
  • Tra pochi giorni verrà pubblicata anche un’app di Abandoned su PlayStation, cosa che ha destato sospetti: progetti piccoli, come sembra lo sia Abandoned (il team di sviluppo non è certo enorme), molto difficilmente riescono a portare avanti anche lo sviluppo di un’app da legare al gioco.
  • Ci sono altre rivelazioni importanti sul presunto director di Blue Box, Hasan Kahraman. Vi abbiamo già fatto notare che la traduzione del suo cognome dal turco al giapponese significa Hideo, nome di Kojima. Ulteriore curiosità emersa nelle ultime ore: se traduciamo Hasan dal turco al giapponese, e poi dal giapponese all’inglese, otteniamo la frase “I’m waiting”. Messe insieme, la frase completa sarebbe “I’m waiting Hideo”.

  • Il profilo PSN di Kahraman è stato inoltre analizzato a fondo. Nel suo profilo è stato trovato un misterioso gioco mai pubblicato prima la cui icona sarebbe quella di Siren Head, un progetto accostato in passato a Junji Ito (mangaka giapponese specializzato negli horror) e che svelò pochi mesi fa di essere al lavoro con Kojima per un misterioso progetto.
  • Il nome dell’account di Kahraman è inoltre SneakyWarrior, da molti visto come un riferimento a Solid Snake.
  • PT, l’originale Playable Trailer di Silent Hills, venne pubblicato il 12 agosto 2014 su PS4. Blue Box Game Studios è stata fondata il 12 agosto 2015, esattamente un anno dopo.
  • Gli utenti hanno scovato un ulteriore riferimento alla serie di Konami. La Director’s Cut di Silent Hill 2, pubblicata su PS2, venne infatti denominata come Blue Box.
  • Se si cerca su Google l’immagine che fa da banner al canale YouTube di Blue Box Game Studios, che ritrae colline (hills) immerse nella nebbia, si arriva ad alcuni riferimenti in merito a storie horror, in particolare a una storia legata alla Room 502. La stanza è presente anche in Silent Hill: Origins.

  • Tornando al trailer di Death Stranding Director’s Cut, alcuni vedono nella scena di Sam che si nasconde nella scatola, una particolare citazione allo studio olandese. Se Sam è vestito di blu, ed entra nella scatola, ecco che otteniamo… una Blue Blox. Riferimento molto forzato al momento, ma si tratta pur sempre di teorie.
  • In un tweet del 2020 di Kojima, il designer giapponese pubblicò l’immagine di un bosco i cui alberi erano completamente spogli. Il paragone con il bosco visto nel teaser da Abandoned sembra naturale.
  • A proposito dei tweet, è molto strano che l’account di Blue Box, olandese (?), pubblichi contenuti a notte fonda. La cosa avrebbe sicuramente più senso se si trattasse di un profilo dell’est, magari in Giappone…
  • Geoff Keighley non solo segue Blue Box su Twitter, ma ha anche affermato di essere in contatto con Kahraman e di essere pronto a intervistarlo. Successe esattamente la stessa identica cosa diversi anni fa, quando Kojima “trollò” gli appassionati e fece passare MGS V: The Phantom Pain come un progetto inedito creato da un’altra software house.

Continuano le indiscrezioni, continuano le indagini. Chissà cosa accadrà, nei prossimi giorni…

Here are all the possible hints that Blue Box Game Studios is related to Kojima and Silent Hill. from GamingLeaksAndRumours



Abbiamo parlato di:

Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.




Scrivi un commento