Abandoned – Molti indizi fanno pensare che sia in realtà il Silent Hill di Kojima!

Di Andrea "Geo" Peroni
18 Giugno 2021

Presentato lo scorso 7 aprile con un criptico teaser trailer, che potete vedere qui sotto, Abandoned è una nuova esclusiva PS5 sviluppata da Blue Box Studios.

Nonostante si tratti di una software house piccola e di cui probabilmente non avete mai sentito parlare prima, il teaser ha fatto notevolmente discutere, sia per quello che viene mostrato, sia perché la stessa Sony sembra intenzionata a concedere grande spazio a questo titolo.

Il perché è presto detto, e le teorie intorno al gioco stanno crescendo di ora in ora: Abandoned potrebbe essere il famoso Silent Hill sviluppato da Hideo Kojima.

Il 15 giugno, su Twitter, Blue Box ha annunciato che il giorno 20 dello stesso mese scopriremo qualche sarà il reale titolo di Abandoned, con un criptico messaggio nel quale afferma che tale titolo inizierà con la lettera S e si concluderà con la L.

Naturalmente non si tratta di una certezza che il gioco sia davvero il tanto rumoreggiato nuovo Silent Hill, che Sony starebbe realizzando in collaborazione con Konami. Tuttavia, questo non è l’unico indizio che ha fatto pensare i fan, che sono andati più a fondo e hanno scoperto una serie di “coincidenze”, al momento non più di questo, davvero impressionanti.

Tutto ciò che circonda Blue Box Game Studios e Abandoned, infatti, sembra rimandare non solo a Silent Hill ma anche a Hideo Kojima, il geniale designer giapponese creatore di serie come Metal Gear Solid e Zone of the Enders. Facciamo un rapido riepilogo di tutto ciò che è stato scoperto negli ultimi giorni – e alcuni indizi potrebbero lasciarvi senza parole:

  • Blue Box Game Studios, su Linkedin, non ha dipendenti. O comunque, le foto dei suoi dipendenti sono fotografie stock, che quindi non si riferiscono a “persone reali”
  • Blue Box è un appellativo che viene utilizzato per designare le truffe telefoniche
  • Blue Box ha lavorato ad alcuni progetti, molti dei quali cancellati. Uno si intitolava Lost Tapes, esattamente lo stesso nome di una delle OST di Metal Gear Solid V: The Phantom Pain
  • La sede di Blue Box è in Olanda, e la bandiera olandese è stata intravista nel recente trailer di Death Stranding Director’s Cut, la versione ampliata del gioco di Kojima che uscirà su PS5
  • Il (presunto) director di Blue Box Game Studios si chiama Hasan Kahraman. Le iniziali sono H.K., guardacaso le stesse di Hideo Kojima. Le curiosità non finiscono qui: Kahraman, in turco, si traduce infatti con Hideo.
  • A proposito di Kojima, in un recente tweet ha utilizzato le parole Silent e Hill
  • Konami, guardacaso, si sta preparando a mettere in vendita nuovo merchandise di Silent Hill sul suo store
  • Tornando a Kahraman, è stato scovato il suo profilo su PlayStation Network, che conta 1238 trofei ottenuti. Chi se ne frega, direte voi, e invece no. Lo spot giapponese di Silent Hill 4: The Room, pubblicato nel 2016, riporta esattamente quel numero (vedere per credere)
  • Sempre parlando di Kahraman, esiste anche un suo canale YouTube, chiamato Twentyseven27. Silent Hills venne cancellato il 27 aprile…
  • Il logo di Blue Box Game Studios è praticamente identico a quello dei PlayStation Studios, e c’è chi sostiene che lo stesso nome, Blue Box, sia un richiamo alla “scatola blu” che è appunto PlayStation
  • Il banner del canale YouTube di Blue Box, che non ha caricato neppure il teaser di Abandoned, è una foto che ritrae diverse colline (hills, in inglese)
  • Nel teaser di Abandoned, inoltre, al minuto 0:49 compaiono le lettere P e T in mezzo agli alberi, e sono le uniche che vengono poi nascoste. Un dettaglio inutile? Forse no: PT era il nome del Playable Teaser di Silent Hills, il gioco mai pubblicato di Kojima e Konami
  • Sembrano esserci inoltre diversi riferimenti a Death Stranding. Le iniziali di Blue Box, BB, sono le stesse del bambino che Sam Porter Bridges utilizza per rilevare le CA; la software house ha inoltre pubblicato un solo gioco, chiamato The Whisperer, la cui icona è una mano nera, che viene vista come un altro richiamo a Death Stranding

È possibile che altri indizi verranno scoperti nelle prossime ore, ma quello che avete appena letto è abbastanza sconcertante, e sono in molti, tra cui l’autorevole Jason Schreier di Bloomberg, che Blue Box sia solo un gigantesco troll messo in piedi da PlayStation e Kojima per presentare al mondo il ritorno di Silent Hill, con un’operazione di marketing da ricordare. Non sarebbe neppure la prima volta che il buon Kojima si prodiga in azioni di questo tipo: per l’annuncio di MGS V venne utilizzata una finta software house svedese, mentre a PT venne attribuito l’inesistente 7780s Studios.

Non ci resta che attendere una manciata di ore per scoprire se il mondo del web ha effettivamente mangiato la foglia, o se il tutto si rivelerà essere una grande delusione per molti. Nel primo caso, sarebbe sempre più vicino un momento sognato da milioni di videogiocatori: il ritorno di Silent Hill sui nostri schermi.

Here are all the possible hints that Blue Box Game Studios is related to Kojima and Silent Hill. from GamingLeaksAndRumours



Abbiamo parlato di:

Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.




Scrivi un commento