Call of Duty non sarà su Game Pass per diversi anni, a causa degli accordi tra Sony ed Activision

Di Lorenzo Bologna
23 Ottobre 2022

La diatriba mediatica tra Sony e Microsoft in merito al tentativo di acquisizione di quest’ultima di Activision-Blizzard, porta quotidianamente notizie in merito al brand di Call of Duty. Oltre infatti alle richieste del colosso giapponese per poter dare la propria benedizione all’operazione ed il viaggio a Bruxelles di Ryan per presentare le proprie rimostranze alla cosa, nelle scorse ore si è aggiunto un nuovo tassello.

Secondo infatti quanto riportato in un documento presentato dalla casa verdecrociata al CMA britannico, sono in essere determinati accordi tra Sony ed Activision, che impediscono l’inserimento del brand di Call of Duty all’interno dell’ Xbox Game Pass per i prossimi anni. Le parole testuali sono:

“L’accordo tra Activision-Blizzard e Sony include delle restrizioni che impediscono ad Activision-Blizzard di posizione i giochi di Call of Duty su Game Pass per diversi anni.”

Per quanto i “diversi anni” non siano mai stati specificati, da quello che è ufficialmente emerso, la casa nipponica ed il publisher americano vedono un contratto di collaborazione valido fino al 2024, quindi è opportuno pensare che prima di allora il brand difficilmente potrà essere presente all’interno dell’abbonamento della casa di Redmond.

Non ci resta quindi altro da fare che attendere i prossimi giorni, che saranno sicuramente ricchi di nuove informazioni in merito.

Fonte



Abbiamo parlato di: | | |

Nato con il Pad in mano, al punto tale che la prima parola pronunciata è stata: "Woah!" in pieno stile Crash Bandicoot. Appassionato e curioso di tutto ciò che concerne il mondo videoludico. Amante dei titoli horror, in particolar modo delle saghe di Resident Evil e Dead Space. Accumulatore di trofei/achievements compulsivo.




Scrivi un commento