Come uccidere Rom il ragno ottuso – Bloodborne

Di Marco "Bounty" Di Prospero
8 Aprile 2015

Rom il ragno ottuso è un altro dei boss che incontrerete per la vostra strada. Lo scontro si svolgerà in una zona coperta di acqua e praticamente infinita. Una volta arrivati sul posto, dovrete colpire il boss per dare inizio alla battaglia. Come prima cosa, Rom, evocherà numerosi ragni che dovrete ignorare totalmente. I ragni faranno da scudo a Rom, per cui dovrete trovare il momento giusto per aggirarli e colpirlo. Tenete a mente che i ragni evocati potranno sputarvi addosso una sostanza liquida (non velenosa) e potranno buttarsi di testa sopra di voi, facendovi notevoli danni. E’ importante che colpiate il boss o lateralmente o nella parte posteriore, evitando di colpirlo frontalmente, in quanto il suo muso sarà corazzato. Dopo aver assestato alcuni colpi al boss, questo scomparirà e riapparirà in un altro punto della zona.

rom-ragno-ottuso-bloodborne

A questo punto Rom evocherà altri ragni (lo farà per ogni sparizione e apparizione). Inoltre, il ragno sarà ora in grado di lanciarvi dei dardi magici, che, se vi colpiranno, vi toglieranno molta vita. In aggiunta, quando proverete ad avvicinarvi, il ragno si circonderà di un’aura azzurra che esploderà intorno a lui. Questo attacco vi toglierà circa metà vita, per cui dovrete cercare di evitarlo. Il ragno abuserà molto di questo attacco ogni volta che vi avvicinerete, per cui vi consigliamo di colpire massimo 2 o 3 volte il nemico, per poi allontanarvi nuovamente. Continuate ad utilizzare questa strategia e riuscirete a sconfiggere il ragno in poco tempo. Se anche seguendo questa strategia non riuscirete a sconfiggere il boss, tenete a mente che esso è debole all’elettricità; per cui utilizzate una carta elettrica per potenziare la vostra arma.



Durante il giorno dipendente presso una società finanziaria. La sera nerd e videogiocatore. Per me l'intrattenimento videoludico è una forma d'arte grazie alla quale poter fantasticare e staccare la spina dallo stress giornaliero. Cresciuto a suon di Mortal Kombat, Metal Gear Solid e Resident Evil.