CTR Nitro Fueled | I nuovi personaggi che vorremmo nel remake

Di Andrea "Geo" Peroni
28 Dicembre 2018

TAWNA

Tawna Bandicoot è una delle serie pretendenti ad un kart per gareggiare in Crash Team Racing Nitro Fueled. La fidanzata di Crash, che il taciturno marsupiale salva dalle grinfie di Cortex nel primissimo gioco della serie, è apparsa in pochissime altre occasioni, e ancor più raramente in forma fisica. In Crash Twinsanity scopriamo ad esempio, attraverso insegne pubblicitarie, che è divenuta la star dei locali gestiti da Pinstripe. In Crash Boom Bang! diventa per la prima volta un personaggio giocabile, per poi scomparire di nuovo fino ad una brevissima apparizione in Crash: Il dominio sui Mutanti sotto forma di poster. L’abbiamo vista, recentemente, proprio nel remake di Vicarious Visions, ma il suo destino dopo i fatti del primo capitolo della serie rimangono sconosciuti. Che sia ora per Tawna di una rivincita, magari sulle piste di CTR?

N. TRANCE & CRUNCH BANDICOOT

Abilissimo nella tecnica dell’ipnosi, il dottor N. Trance è un villain poco conosciuto della serie di Crash Bandicoot, avendo esordito in un titolo per GameBoy quando il successo del marsupiale era già in fase di decadenza. N. Trance, però, è apparso anche in Crash Nitro Kart, in qualità di corridore scelto dall’Imperatore Velo XXVII per competere contro Crash, Cortex e tutti gli altri terrestri. Riproporlo in Crash Team Racing Nitro Fueled non sarà forse fedele al canone del gioco, ma nessuno impedisce a Beenox di inserirlo come personaggio extra. Giusto? E lo stesso discorso si potrebbe fare anche per Crunch Bandicoot, altro marsupiale mutante introdotto ne L’ira di Cortex come villain salvo poi allearsi con Crash e Coco ed entrare a far parte della famiglia, facendo inoltre la sua apparizione in CNK come personaggio giocabile. C’è però un grosso problema, per questi due personaggi: entrambi non sono mai apparsi nella N. Sane Trilogy, dunque il loro “background”, per così dire, è ancora ignoto a chi si è avvicinato da poco al franchise.

KOALA KONG

Uno dei primi villain della storia di Crash Bandicoot che non fece molta strada. Koala Kong, un enorme koala antropomorfo e modificato dagli esperimenti di Cortex, cercò di contrapporsi a Crash nella sua avventura per salvare Tawna, senza naturalmente avere successo. Dopo quell’occasione, Koala scomparve per un po’ dai radar, salvo essere riproposto in Crash Bash come personaggio giocabile, e infine in un brevissimo cameo in Crash Twinsanity, in occasione della “festa a sorpresa” organizzata da Cortex per eliminare il marsupiale. Avendolo rivisto da poco nella N. Sane Trilogy, ci piacerebbe rivedere Koala Kong anche a bordo di un kart, per testare le sue qualità anche sulle piste di gara.

N. BRIO

Il dottor Nitrus Brio fu uno dei più grandi assenti della serie in Crash Team Racing. Assistente di Neo Cortex in Crash Bandicoot, imprevedibile alleato del marsupiale arancione in Crash Bandicoot 2: Cortex Strikes Back dopo che il suo vecchio compare lo aveva tradito, nuovamente villain in Crash Bash (o comunque dalla parte dei cattivi) e anche in Crash Twinsanity in compagnia di Tropy e alla ricerca dei tesori della Decima Dimensione. La storia di N. Brio, uno dei villain più famosi della storia della serie, è ricca di apparizioni, ma Naughty Dog lo scartò dalla lista dei personaggi giocabili nell’originale Crash Team Racing. Uno smacco, per il pazzo scienziato. È ora di rendergli giustizia: vogliamo N. Brio nel remake del gioco!

KOMODO MOE

Più uno sfizio che un vero desiderio. Del resto Komodo Joe, il fratello smilzo di questo personaggio, ha un’area tutta sua, una boss race tutta sua e un kart tutto suo. Per quale motivo Komodo Moe, apparso insieme al fratello in varie occasioni, non meriterebbe un posto in CTR Nitro Fueled al pari di Joe?

SPYRO

Non sarebbe la prima volta che Crash e Spyro incrociano i loro destini. Il draghetto viola, infatti, ha incontrato in un paio di occasioni il marsupiale di N. Sanity: nella serie Fusion i due dovettero vedersela con le loro grandi nemesi ora alleate, Cortex e Ripto, mentre in Crash Twinsanity Spyro fece solo una brevissima apparizione sul finale del gioco, nella Decima Dimensione. Inserirlo come guest star in Crash Team Racing Nitro Fueled non sarebbe un’idea poi così campata per aria: i diritti sono sempre in mano ad Activision, che produrrà il remake ad opera di Beenox, e la recentissima Reignited Trilogy è un capolavoro di primo livello che ha tra l’altro fatto registrare incassi da caporigo e infranto i record di vendite della trilogia classica dell’era PS1. Crash e Spyro, a bordo di due kart e di nuovo insieme per salvare la Terra da N. Oxide, intenzionato a trasformare il pianeta in un gigantesco parcheggio in cemento. Noi diciamo sì!

Pagine: 1 2



Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.