Home Videogiochi News Final Fantasy XVI al PAX East tra problemi tecnici della diretta e nuovi video gameplay

Final Fantasy XVI al PAX East tra problemi tecnici della diretta e nuovi video gameplay

Durante il PAX East 2023 si è svolto un panel tutto dedicato a Final Fantasy XVI intitolato “You can pet the Torgal”, simpatico riferimento al companion del protagonsita Clive che può effettivamente essere bonariamente accarezzato.

Nonostante alcuni gravi problemi tecnici che hanno interrotto la seconda parte della diretta, ora il video integrale di quanto mostrato è disponibile anche su Youtube (lo trovate qui sotto). Protagonista del panel è stato Naoki Yoshida, che ha introdotto il team dietro allo sviluppo di Final Fantasy XVI, la cosiddetta “Creative Business Unit III“: da questi professionisti derivano altri grandi titoli come The Last Remnant, Final Fantasy XIV, Dragon Quest X, Dragon’s Dogma e Devil May Cry.

Oltre a mostrare alcuni nuovi brevi trailer e spezzoni di gioco, si è parlato dei quattro pilastri fondanti sui quali si basa il sedicesimo capitolo: inevitabile iniziare dalla componente narrativa, incentrata sul concetto di “high fantasy” con l’obiettivo di costruire una storia complessa, politica, di guerra e a stampo medievale. Si punta a coinvolgere i fan storici del franchise che sono ormai cresciuti con esso ma al contempo intrattenere anche i nuovi giocatori che vivono per la prima volta un Final Fantasy.

Il secondo pilastro è rappresentato dai personaggi: tutto sarà basato sul protagonista, Clive, che vedremo crescere dalla fanciullezza fino all’età adulta, così da comprenderne al meglio le motivazioni e la storia. Al contempo non mancherà però una moltitudine di personaggi secondari che impareremo a conoscere e che troveremo lungo la strada, sempre ben caratterizzati grazie a un solido background narrativo.

Il terzo pilastro è dedicato all’estetica del gioco, particolarmente curata così da dare al mondo di Valisthea differenti biomi e ampie aree esplorabili (a questo argomento è stato dedicato un breve trailer per presentare le differenti ambientazioni, da zone verdi e lussureggianti fino a grandi città popolose e piene di vita). Il feeling è quello di un open world anche se, lo ricordiamo, Final Fantasy XVI non lo è.

L’ultimo pilastro è infine quello dei combattimenti, che si suddividono in due tipologie: scontri tra Clive e differenti creature nemiche (potremo liberamente creare la nostra build personalizzando le abilità del protagonista) ed epiche battaglie tra Eikon (impossibile non notare i riferimenti ai giganti di Attack on Titan).

Qui di seguito potete trovare il video dell’intero evento:

Valisthea, come ricordato durante il panel, è suddivisa in cinque regni in guerra e uno neutrale: si combatte per l’energia del Cristallo Madre in via di esaurimento.

Naoki Yoshida, pad alla mano, ha mostrato una breve sezione di gameplay cogliendo l’occasione per parlare dell’equipaggiamento di Clive: Final Fantasy XVI ha una difficoltà “customizzabile” grazie agli oggetti che potremo scegliere di aggiungere o togliere alla dotazione del nostro guerriero, alcuni di questi infatti ci permetteranno di rendere il tutto più semplice modificando il livello di sfida. Nel gioco sono presenti delle challenge di combattimento, affrontandole con questi oggetti che semplificano le cose otterremo un punteggio più basso. Tutto ciò che avremo equipaggiato è visibile a schermo, così anche gli streamer non dovranno mostrare i menu per esplicitare all’audience lo stile di combattimento scelto. Avremo a disposizione diverse spade, cinture e bracciali con caratteristiche differenti, mentre gli Eikon potranno sfruttare due differenti abilità equipaggiate. Yoshida ha sottolineato nuovamente come si tratti di un gioco pensato davvero per tutti, non bisogna essere per forza degli amanti degli action per apprezzarlo grazie alla possibilità di adattare il gameplay al proprio stile preferito.

Abbiamo dato uno sguardo anche alla world map e a uno shop gestito da Lady Charon presso il quale acquistare armi, accessori e consumabili.

Yoshi-p si è inoltre preso del tempo per rispondere ad alcuni dubbi e critiche dei fan: in particolare, per quanto riguarda i QTE durante le battaglie, ha specificato che questi sono utilizzati tra una fase e l’altra dei combattimenti per rendere il tutto più dinamico: mancare un quick time event tuttavia non determinerà il gameover.

In chiusura dell’evento è stato confermato che Final Fantasy XVI, pur non essendo ancora entrato in fase “Gold”, non subirà rinvii: lo aspettiamo tutti per il prossimo 22 giugno 2023 su PlayStation 5, i preordini sono aperti. Una demo dovrebbe arrivare più avanti, a un paio di settimane dalla release date.

 

Offerta
Final Fantasy XVI - Standard Edition
  • Scontri titanici - Quando i Dominanti rivali si scontrano, ne derivano epiche battaglie tra i loro Eikon!
  • Azione Eikonica - Clive può sfruttare i poteri di più Eikon in battaglie a rotta di collo per offrire un combattimento d'azione dinamico

Scritto da
Chiara Ferrè

Ciao, sono Chiara. Cresciuta a pane, Harry Potter e Final Fantasy, ho da sempre una grande passione per la narrazione in tutte le sue forme. Cerco campi di battaglia, magici cappelli, lucertoloni volanti. Ho una penna e non ho paura di usarla.

Scrivi un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

EA Sports FC 24 – Squadra della Stagione della Serie A disponibile ora

Come ogni settimana, riceviamo grosse informazioni da FC 24 e da uno degli aspetti...

Alone in the Dark sotto le aspettative di Embracer Group

Alone in the Dark sembra non aver soddisfatto le aspettative di Embracer...

Ratchet and Clank torneranno solo quando ci sarà da inaugurare PlayStation 6

Il franchise di Ratchet e Clank è una delle serie più iconiche introdotte...

Street Fighter 6 | Dove trovare Akuma nella modalità World Tour

Akuma è stato senza dubbio il personaggio più atteso della prima stagione...

Chi siamo - Contatti - Collabora - Privacy - Uagna.it © 2011-2024 P.I. 02405950425