Ghost of Tsushima – Gli sviluppatori in un’intervista svelano tante informazioni sul gioco

Di Matteo "bovo88" Bovolenta
1 Giugno 2020

Dopo lo State of Play incentrato su Ghost of Tsushima, Sony ha pubblicato un’intervista con gli sviluppatori del gioco, in cui vengo svelati tante informazioni sull’imminente esclusiva PlayStation 4.

Nei scorsi giorni erano già arrivati numerosi dettagli, dopo aver raccolto una serie di domande dai fan su Twitter, sono stati interpellati il creative director e Nate Fox e l’art director Jason Connell di Sucker Punch.

Jason Connell rivela che la katana di Jin è un cimelio di famiglia e sarà al suo fianco dall’inizio alla fine. Sarà l’arma principale del samurai nella lotta contro gli invasori mongoli e crescerà insieme a Jin nel corso delle sue avventure. È possibile migliorare quest’arma, sia nei valori sia nell’aspetto. Il protagonista è stato addestrato a combattere con una sola spada, come vuole la tradizione, pertanto non potrà combattere con due spade.

A proposito di avventure Jin potrà suonare il proprio flauto in qualsiasi momento del suo viaggio, uno strumento perfetto per avere un momento di serenità in cui ammirare il panorama.

Interpellato sull’utilizzo del vento Connell ha dichiarato che uno dei primi obiettivi della direzione artistica, era quello di incorporare il vento e un senso di movimento all’interno del gioco. Un paio di anni dopo, a produzione avviata, Ghost of Tsushima ha cominciato ad avere un aspetto magnifico e lo studio ha voluto creare un espediente per far sì che i giocatori si appassionassero a quel mondo, incorporando il vento come uno strumento di esplorazione, che non conduce solo verso il prossimo obiettivo o un luogo indicato, ma aiuta anche i giocatori a trovare oggetti collezionabili nascosti, se lo desiderano.

Il titolo della software house americana presenta condizioni meteo dinamiche per tutta la durata delle vicende a Tsushima. Alcune di esse si verificano in aree specifiche per renderle più caratteristiche, altre invece sono collegate a momenti della storia. Oltre al meteo, è presente anche un ciclo completo tra giorno e notte.

Nate Fox svela inoltre che non è presente una meccanica di karma, come nei precedenti titoli di Sucker Punch, ci sarà soltanto una storia, il viaggio di Jin. Per quanto riguarda le scelte dei giocatori, gli sviluppatori vogliono specificare che non c’è una decisione con due possibili risultati, ma i giocatori sono liberi di comportarsi come preferiscono a ogni incontro, indossando l’armatura che vogliono e combinando parti di diverse corazze. Le azioni non vengono limitate dall’armatura, infatti sarà possibile usare oggetti come le bombe fumogene anche se non si indossa l’armatura da samurai. Jin comincia da samurai, abile nell’uso della spada. Man mano che apprende nuovi modi per combattere diventa lo Spettro, ma le sue abilità con la spada restano.

In questa storia Jin diventa un nuovo tipo di guerriero che usa ogni arma a sua disposizione per salvare la sua terra. A prescindere dal vostro stile di lotta, furtivo o meno, la leggenda dello Spettro continuerà a crescere, e il gioco racconta la storia del sacrificio di Jin nel diventare appunto lo Spettro. I giocatori possono scegliere di combattere prevalentemente con la spada, l’arco o la furtività; in ogni caso, Jin diventerà una leggenda per la gente di Tsushima e un incubo per gli invasori mongoli.

Mentre viaggia, Jin troverà molte località piene di commercianti, in cui potrà scoprire tante storie secondarie, usando il suo fidato cavallo e le sue gambe, ma non potrà nuotare per raggiungere le barche e usarle per navigare. Inoltre all’inizio del gioco è possibile scegliere il cavallo che seguirà Jin nelle sue avventure.

Interpellato sulla durata del gioco, Fox spiega che la longevità di Ghost of Tsushima dipende dal grado di esplorazione scelta dai giocatori, concentrandosi solo sulla trama principale ci si potrà divertire molto, tuttavia si raggiungerà la fine della storia un po’ più velocemente, anche se tutti i tester hanno impiegato una settimana intera per portare a termine la storia.

Premendo L2 + R2 appariranno dei “cerchi” rappresentano la determinazione di Jin, che lui sfrutta per curarsi o per sferrare i suoi attacchi più impegnativi. Spesso i giocatori dovranno scegliere se curarsi o mettere a segno un attacco cruciale.

Infine per quanto riguarda l’interazione con gli animali nell’open world, gli sviluppatori hanno dichiarato che sull’isola di Tsushima sono presenti animali speciali che aiutano Jin nelle sue imprese, sebbene ci siano anche alcuni predatori aggressivi. Le risorse per i potenziamenti si possono ottenere da questi specifici animali quando vengono sconfitti.

L’uscita di Ghost of Tsushima è prevista per il 17 luglio 2020, su PlayStation 4 PlayStation 4 Pro.

Fonte: PlayStation Blog

Hai Telegram? Clicca sull'icona per entrare nel canale


Abbiamo parlato di:

Appassionato di videogiochi e console di ogni tipo, tecnologia ed informatica. Amante dei manga ed anime giapponesi, e della cultura nipponica in generale. Ha iniziato a videogiocare molto giovane prima con SNES e Game Boy, per poi passare a PlayStation. Da allora ogni genere di gioco lo ha sempre affascinato. Gli piace informarsi e tenere informati su questo fantastico mondo virtuale.




Scrivi un commento