Heroes of the Storm – Ciò che devi sapere

Di Salvo
21 Marzo 2015

Nel mondo videoludico che corrisponde al genere dei MOBA, ove League of Legends e DOTA 2 fanno da padrone, ecco che si affaccia qualcosa di nuovo e di fresco: parliamo proprio di Heroes of the Storm. Questo recente titolo di Blizzard è ancora in fase di messa a punto e, infatti, è disponibile solo la sua Closed Beta. Dopo averlo provato a lungo, è giunto il momento di introdurlo.

La Trama

Il “lore”, ossia la storia del gioco, è simile a quella di altri MOBA ma, a differenza degli altri, gode del vantaggio di sfruttare come punto di partenza gli Eroi e gli scenari dei vari universi dei capitoli sviluppati da Blizzard stessa. In particolare i personaggi che vedremo in azione sono quelli di World of Warcraft, Starcraft e Diablo. I vari eroi sono stati “estrapolati”, o meglio evocati, dal Nexus, un’immensa fonte di potere, per scendere sui campi di battaglia e sconfiggere le forze avverse.

Il gameplay

Come tutti i MOBA presenta un sistema di Tower Defense con due o più lane, lungo le quali troveremo delle mura, torri e forti a difendere il Nexus, ossia l’obiettivo di ogni team. La caratteristica che lo distingue è il fatto che la cosìddetta “giungla” presenta dei mostri neutrali che, se sconfitti, combatteranno al nostro fianco come alleati. Tra le principali differenze con altri capitoli del genere notiamo:

  • La totale assenza di oggetti da comprare durante la partita;
  • La presenza di cavalcature per raggiungere più velocemente il campo di battaglia;

    Scenario di gioco

    Scenario di gioco

  • La presenza di pozze curative;
  • La presenza di obiettivi secondari come il raccogliere i dobloni, per ottenere un supporto di cannonate verso le strutture nemiche, o raccogliere teschi o semi per far sorgere dei golem o degli abomini arborei, che attaccheranno i nemici;
  • L’esperienza si guadagna in team e non singolarmente;
  • Le abilità possono essere potenziate con effetti sempre differenti poiché ne esistono di più tipi per ogni abilità, rendendo l’esperienza più dinamica e versatile a seconda che ci serva un Tank o un Combattente.

GLI EROI

Gli eroi, come abbiamo visto, sono quelli dei precedenti capitoli di Blizzard e comprendono sia i protagonisti, sia NPC sia antagonisti. Probabilmente questo, insieme al comparto grafico, è uno dei maggiori punti di forza di questo gioco. Chi non ha sempre sognato di usare uno dei suoi personaggi preferiti, giocabile o meno, per abbattere orde di nemici? Adesso è realtà! I campioni sono acquistabili con i punti ottenuti in-game o con valuta reale. Ogni settimana vi è un pool di campioni gratuiti che possono essere provati.

Gli scenari dettagliati, la varietà degli obiettivi in ogni partita, la possibilità di selezionare i propri eroi preferiti di grandi saghe sono solo alcuni dei punti di forza di questo gioco. Per gli amanti del genere è sicuramente uno di quei titoli da “must have”. L’unica pecca riscontrata riguarda l’assenza della possibilità di acquistare equipaggiamenti in partita ma, dopo poco, ci si abitua a farne a meno. Bisogna considerare inoltre che è solo una Beta e che l’esperienza di gioco può essere modificata col tempo, dopotutto è un titolo recente che porta una ventata di aria fresca. La Beta è ancora online e si possono richiedere delle key per provarla o, in alternativa, potete acquistare il pacchetto per la versione completa che offre la possibilità di scaricare successivamente la versione definitiva al momento del rilascio. Non resta dunque che scegliere un campione e buttarsi nella Tempesta!



Studente di Medicina al terzo anno. Dedico parte del mio tempo libero al cinema, di cui sono un assiduo frequentatore, alla musica, alla tecnologia e al vasto mondo videoludico. Ritengo che nella vita sia fondamentale conoscere una grande varietà di persone e stare a contatto con la società che ci circonda. La mia citazione preferita: "Se la nostra patria è un paese tale per cui vale la pena morire in tempi di guerra, allora facciamo sì che valga anche la pena viverci in tempo di pace" -H. Fish. Motto: "Nella tua professione, come nella tua vita, ricorda: non troppa Bio, non troppo Dio, non troppo Io".