Il nuovo update di Cyberpunk 2077 è stato rinviato dopo l’attacco hacker a CD Projekt Red

Di Andrea "Geo" Peroni
24 Febbraio 2021

Ricordate la famosa patch di febbraio per Cyberpunk 2077, annunciata da CD Projekt Red nel momento in cui lo studio ha parlato ai giocatori di quello che sarà il futuro prossimo del gioco? Ecco, non arriverà a febbraio, e la causa è l’attacco hacker subito da CDPR all’inizio di febbraio.

All’inizio di questo mese, la software house polacca ha confermato di essere stata colpita da un attacco hacker, che ha portato alla diffusione del codice sorgente di Cyberpunk 2077, una versione inedita di The Witcher 3, la codifica Gwent e altre informazioni importanti e sensibili. Da allora, lo studio si è messo al lavoro per sistemare i danni dell’attacco, e questo ha portato, purtroppo, a un rallentamento evidente nella gestione della patch di febbraio di Cyberpunk 2077 che non è stata completata in tempo.

Lo studio si è rivolto a Twitter per annunciare il rinvio ai giocatori:

Anche se volevamo chiaramente pubblicare la Patch 1.2 per Cyberpunk 2077 nel periodo di tempo descritto in precedenza, il recente attacco informatico all’infrastruttura dello studio e l’importanza dell’aggiornamento hanno costretto al rinvio.

“Il nostro obiettivo per la patch 1.2 va oltre i nostri precedenti aggiornamenti”, continua il post. “Abbiamo lavorato a numerosi miglioramenti e correzioni generali della qualità e abbiamo ancora del lavoro da fare per assicurarci della qualità di quello che otterrete”.

L’arrivo della patch è quindi slittato alla metà del mese di marzo, e si tratterà di un aggiornamento decisamente importante. L’update affronterà infatti numerosi problemi di Cyberpunk 2077, e con esso gli sviluppatori intendono migliorare sensibilmente il gioco dopo le numerose critiche ricevute a dicembre al momento del lancio.

Non sono stati sicuramente mesi facili per CD Projekt Red, ma sembra che lo studio stia lentamente tornando alla normalità. Alla fine del mese di gennaio, infatti, il valore delle azioni della software house polacca è tornato su buoni livelli.

Fonte



Abbiamo parlato di:

Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.




Scrivi un commento