Mario Strikers: Battle League Football, provato in anteprima

Di Marco "Connor" Corazza
27 Maggio 2022

Uno dei giochi più attesi quest’anno su Nintendo Switch è in arrivo il prossimo mese, portando con sé un grosso bagaglio colmo di speranze nei fan di veder brillare una serie che era in pausa da ormai 15 anni, i quali potranno tirare un sospiro di sollievo e godendosi questo promettente titolo.

In Mario Strikers: Battle League Football, i giocatori possono scegliere tra personaggi eroici, tra cui Mario, Peach, Donkey Kong e Toad, e i principali antagonisti, come il famigerato Bowser, Wario e Waluigi; si potrà giocare in locale fino a un massimo di otto giocatori o partecipare a competizioni online, con un ugual numero di utenti in contemporanea.

Lo sport in questione è lo Strike: un simil calcio senza regole che permetterà agli sfidanti di unire due arene a scelta e su cui sfoggiare le proprie abilità di squadra, sia con passaggi e tiri base sia con gli atterramenti e i “combattimenti” in campo tramite gli oggetti che appariranno in corso d’opera (provenienti dal mondo Mario Kart con i classici cubi colorati) o dopo un contrasto andato a buon fine.

Il gameplay però è la vera e propria base portante del titolo, il quale punta tutto proprio su questo aspetto, tenendo il giocatore concentrato su meccaniche che mescolano i primi due capitoli della serie Mario Strikers in un connubio che ci ha lasciati davvero soddisfatti.

Un consiglio che ci è stato dato in fase di prova, e che sentiamo di dare ai lettori, è di completare tutti i tutorial: questi daranno fondamenti base e avanzati, essenziali per assimilare al meglio le meccaniche sviluppate rispetto al passato; i giocatori possono utilizzare un Contrasto di Squadra per aiutare un compagno di team a coprire un terreno extra, atterrare gli avversari o afferrare una Sfera Strike per scatenare un Ipertiro per ottenere due punti (variazione rispetto ai tiri bonus dello scorso capitolo per Wii). 

Sebbene il gioco sia accessibile a tutti, i giocatori possono anche implementare strategie più complesse indossando outfit appariscenti che possono essere equipaggiati per aumentare le statistiche, che varieranno a seconda dei personaggi, per esempio: maggiore tiro per la finalizzazione, aumentare la forza per resistere ai contrasti oppure migliorare i passaggi per filtranti più precisi; una volta equipaggiati nella maniera preferita, i giocatori possono riunire i propri amici nella modalità online Club Strikers: un vero e proprio club (con un massimo di 20 slot) con cui sfidarne altri per ottenere punti e scalare le classifiche stagionali.

I proprietari dei club possono personalizzare la propria divisa e, dopo ogni partita, guadagnare dei gettoni da utilizzare per la personalizzazione dello stadio del club, in modo da aumentare la personalizzazione.

Ultimo aspetto di grande importanza, e sottolineato da Nintendo, è il First Kick: un’opportunità messa a disposizione che offrirà una prova della modalità online di Mario Strikers: Battle League Football agli abbonati Nintendo Switch Online, prima del lancio ufficiale del gioco; questa versione è disponibile già da oggi per il download (verrà rimossa il 6 giugno) e sarà giocabile da sabato 4 a domenica 5 giugno durante le specifiche fasce orarie elencate di seguito:

  • Sabato 4 giugno 05:00-06:00 CEST
  • Sabato 4 giugno 13:00-14:00 CEST
  • Sabato 4 giugno 21:00-22:00 CEST
  • Domenica 5 giugno 5:00-06:00 CEST
  • Domenica 5 giugno 13:00-14:00 CEST
  • Domenica 5 giugno 21:00-22:00 CEST

Ricordiamo che Mario Strikers: Battle League Football uscirà ufficialmente il 10 giugno 2022, in esclusiva per Nintendo Switch.

Ringraziamo Nintendo per la prova in anticipo del gioco.

Mario Strikers: Battle League Football - - Nintendo Switch
  • Preparati a scoprire lo strike, uno sport cinque contro cinque simile al calcio in cui la miglior difesa è l'attacco!
  • Personalizza la tua squadra come preferisci assegnando equipaggiamento che modifica non solo l'aspetto dei giocatori



Abbiamo parlato di: |

Videogiocatore dall'infanzia, dalla fine degli anni '90, fino ad arrivare ai titoli più recenti. Dal PC alla console, una vita basata su questo mondo, appassionato di trame fitte e giochi in team.




Scrivi un commento