Call of Duty: Warzone, duro colpo di Activision ai cheater su PC

Di Andrea "Geo" Peroni
15 Maggio 2020

La piaga dei cheater su Call of Duty: Warzone è giunta al termine? È quello che sperano i giocatori, dopo la recente mossa di Activision su PC.

Il battle royale, gratuito per tutti i giocatori e incluso anche nel pacchetto completo di Call of Duty: Modern Warfare, vede ogni giorno l’arrivo di nuovi utenti, che si sfidano nella modalità Battle Royale classica oppure sulla tanto apprezzata Malloppo. L’espansione del titolo di Infinity Ward ha destato oltretutto notevole attenzione di recente: un famoso streamer lo ha pesantemente criticato, come potrete leggere in questo articolo, definendolo addirittura il peggior battle royale esistente.

Nell’attesa di scoprire cosa ci riserverà il futuro – alcuni rumor parlavano di una nuova mappa in arrivo con la prossima Stagione di Modern Warfare e Warzone – Activision ha compiuto negli ultimi giorni una mossa importante per cercare di arginare uno dei problemi più gravi del battle royale, i cheater su PC.

Infinity Ward ha infatti inserito all’interno di Call of Duty Warzone un nuovo livello di sicurezza, l’autenticazione a due fattori. Significa, in poche parole, che per accedere al vostro profilo e giocare non dovrete solamente eseguire il normale login, ma fare l’autenticazione anche tramite un messaggio che riceverete sul vostro telefono, che viene associato al profilo del giocatore su Warzone.

Capirete ovviamente che una mossa di questo tipo è pensata appositamente per arrestare il crescente fenomeno dei cheater. Dopo che Infinity Ward ha già bannato oltre 70 mila giocatori, ha pensato bene di procedere con questo nuovo metodo, che di fatto impedisce all’utente di utilizzare trucchi o comunque di creare un secondo account in seguito a un ban poiché il numero di telefono è già associato a un altro profilo.

Specifichiamo però che, al momento, la feature della doppia autenticazione è disponibile solo su PC e per gli account più recenti. I profilo già creati da tempo, infatti, non sembra siano stati toccati da questa funzionalità introdotta recentemente.

Non è da escludere, comunque, che Activision e Infinity Ward decideranno di introdurre la feature per tutti i profili PC e forse anche su console, diminuendo quindi drasticamente le possibilità che i cheater possano avere vita facile all’interno del gioco.

Recentemente, il narrative director di Infinity Ward, Taylor Kurosaki, ha parlato di Warzone durante un’intervista a GamesGen, nella quale l’argomento è ovviamente andato a parare anche sulle console di nuova generazione. Gli sviluppatori hanno confermato che il supporto al gioco andrà avanti ancora per molto tempo, e che Call of Duty: Warzone sarà lanciato anche su PlayStation 5 e Xbox Series X. Potete leggere i dettagli qui.

Hai Telegram? Clicca sull'icona per entrare nel canale


Abbiamo parlato di: |

Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.




Scrivi un commento