Digital Foundry non ha dubbi: ray tracing su Xbox Series X sarà migliore che su PS5

Di Andrea "Geo" Peroni
23 Marzo 2020

La scorsa settimana Microsoft e Sony hanno finalmente svelato le loro carte, annunciando tutte le specifiche tecniche delle console next-gen che si sfideranno sul campo di battaglia a partire dalla fine del 2020.

Prima è stata la volta del colosso di Redmond e della sua Xbox Series X, già mostrata a sorpresa ai Game Awards 2019 con un teaser e della quale oggi conosciamo alla perfezione l’hardware. Si tratta di un vero e proprio mostro di potenza, capace di mantenere con stabilità una potenza di 12 TeraFlops, e difatti alcuni fan iniziano a domandarsi quale potrebbe essere il prezzo di tale gioiellino di console. Tra i punti oscuri, c’è ancora il discorso retrocompatibilità, oggetto di alcune smentite nei giorni scorsi.

Sony ha poi risposto con una – soporifera – presentazione di PlayStation 5 tenuta da Mark Cerny nella quale è emerso che il gigante nipponico ha scelto di puntare maggiormente su un SSD ultra-veloce da circa 825 GB, che permetterà di avere tempi di caricamento ridotti al minimo storico. Nonostante sia stata comunicata una potenza di 10.28 TFlops, alcuni esperti del settore concordano nell’affermare che la reale potenza della console, in fase di stabilità, sarà intorno ai 9TFs, evidenziando un divario importante.

Digital Foundry, analizzando entrambi i sistemi, sembra non avere dubbi: su molti aspetti tecnici, Xbox Series X sarà superiore a PlayStation 5, a partire dalla gestione del ray tracing.

Alex Battaglia di DF, sul forum ResetEra, ha parlato proprio di questo divario, ribadendo il concetto che la console di casa Microsoft farà ovviamente meno fatica a gestire le nuove tecnologie:

Xbox Series X sarà superiore per quanto riguarda il ray tracing. Ha una GPU migliore con più potenza sugli shader, maggior intersection test e maggiore banda, quindi avrà migliori performance sul ray tracing. È ovvio ed è semplice buon senso.

Ad accompagnare le sue oggettive dichiarazioni, c’è anche la nota di Chris Granell, ex game designer Sony che su Twitter ha candidamente confermato la maggior potenza di Xbox Series X. Granell ha anche avuto modo di parlare con alcuni sviluppatori che confermano questa linea di pensiero, senza però dimenticare un fattore molto importante: un hardware inferiore non significa necessariamente giochi peggiori, come la storia ci ha sempre insegnato.

Alcuni sviluppatori confermano che questo divario nella potenza c’è e si fa sentire. Tuttavia, hanno anche ricordato che questo non significa che non saranno in grado di realizzare ottimi giochi su PS5. I fanboy chiaramente non considerano questa cosa.

Fonte



Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.