Dying Light 2 è stato rinviato a data da destinarsi

Di Andrea "Geo" Peroni
20 Gennaio 2020

Piove sul bagnato per i giocatori di tutto il mondo: dopo Cyberpunk 2077, Final Fantasy VII Remake, Marvel’s Avengers e Marvel’s Iron Man VR, anche Dying Light 2 è stato rinviato.

Techland ha postato da pochi minuti un’immagine sui propri canali social nella quale spiega il rinvio di Dying Light 2, a causa della mole di lavoro che ancora spetta agli sviluppatori per portare a termine quello che viene definito come il più grande progetto della compagnia.

Previsto per la primavera del 2020 ma ancora privo di una data di uscita, Dying Light 2 slitta a data da destinarsi. Techland ha infatti deciso di non indicare una nuova data di lancio per il suo survival in prima persona, e anzi si è limitata a spiegare che, non appena sarà il momento, verranno dati numerosi aggiornamenti sullo sviluppo.

Presentato per la prima volta all’E3 2018, Dying Light 2 è previsto anche su PlayStation 5 e Xbox Series X, ed è dunque possibile pensare che la sua finestra di lancio sia stata spostata a ridosso dell’uscita delle nuove console. Nella speranza naturalmente che il gioco non ripeta il caso di Dead Island 2, serie “madre” di Dying Light il cui traumatico sviluppo va avanti da anni senza lasciare intravedere una luce in fondo al tunnel.

 



Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.