Hideo Kojima sta lavorando ad un nuovo progetto e ha già svelato alcuni dettagli

Di Andrea "Geo" Peroni
6 Gennaio 2020

Il papà di Metal Gear si sta riposando dopo la pubblicazione di Death Stranding? Assolutamente no, e anzi ha già seminato qualche indizio per il suo prossimo progetto.

Hideo Kojima, dopo aver lavorato per circa 3 anni al videogioco uscito lo scorso 8 novembre su PS4 (e che sarà disponibile dall’estate di quest’anno anche su PC), si sta mettendo in movimento per preparare il suo nuovo progetto. La sua software house, Kojima Productions, nata nel 2015 dopo il divorzio da Konami, è evidentemente pronta a pensare al futuro.

Naturalmente non sappiamo ancora il titolo e la data di uscita di questo progetto, che verosimilmente arriverà dopo il 2021 e su console next-gen, ma il buon Kojima, nel suo saper creare hype nei suoi fan, ha disseminato qualche piccolo ma interessante indizio su questo nuovo videogioco tramite un post su Twitter.

Kojima ha infatti dichiarato di aver letto parecchi libri dedicati alla scienza, per avere punti di riferimento per il suo prossimo concept in sviluppo in questo momento. Il game director ha inoltre svelato che nessuo di questi libri da lui letto è stato particolarmente apprezzato, ma tutto ciò serve a rimarcare un concetto fondamentale: anche il prossimo gioco di Kojima sarà incentrato su una forte componente scientifica.

Niente di nuovo sotto il Sole in effetti, considerando che il buon Kojima ha basato la quasi totalità dei suoi videogiochi sullo studio e la proposizione di concetti scientifici, ma è comunque interessante rimarcare il fatto che il game director della serie Metal Gear e di Death Stranding non ha intenzione di cambiare il suo approccio per il suo prossimo progetto.

Difficile però dire, attualmente, quale potrebbe essere la natura del prossimo videogioco di Kojima, oltre al concept prettamente scientifico. Death Stranding 2? Forse, ma è anche vero che Kojima ha espresso in più occasioni la volontà di mettere la sua firma su un gioco horror, una cosa alla quale andò vicino ai tempi di Konami con Silent Hills che però poi naufragò in seguito al divorzio avvenuto nel 2015.

Cosa ne pensate? Dove potrebbe andare a parare il nuovo gioco di Kojima?



Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.