Xbox Series X – I 60fps non sono uno standard, Aaron Greenberg fa chiarezza

Di Andrea "Geo" Peroni
13 Maggio 2020

I 60 frame al secondo saranno lo standard, per Xbox Series X? Non proprio.

Un dato su cui riflettere è che ultimamente Microsoft, nella fattispecie la persona di Aaron Greenberg, sta incontrando qualche difetto di comunicazione con il grande pubblico.

Non che non sia accaduto anche con Sony e il famoso reveal delle specifiche tecniche di PS5 con Mark Cerny, anche se in quel caso potremmo parlare di un maggior fraintendimento da parte dell’utenza, che sperava di vedere qualcosa di ben più corposo sulla console.

Il buon Greenberg, però, nell’ultima settimana ha avuto parecchi grattacapi. In origine ci sono state le grandi polemiche per l’ultimo Inside Xbox, che prometteva di svelare il gameplay dei videogiochi in azione su Xbox Series X e che invece ha deluso le enormi aspettative preparate da Microsoft. Lo stesso Greenberg, a seguito dell’evento, si è scusato con tutti i giocatori per aver ingigantito l’evento.

Sta facendo inoltre discutere nelle ultime ore una nuova rettifica da parte ancora una volta di Greenberg, che si è ritrovato a fare i conti con una spinosa questione per tutti i giocatori: il framerate.

Nella giornata di ieri, Ubisoft ha confermato che Assassin’s Creed: Valhalla girerà fino a 30fps su Xbox Series X, scatenando una piccola rivolta da parte degli utenti. Greenberg e la divisione Xbox di Microsoft affermarono infatti alcuni giorni fa che i 60fps sarebbero stati lo standard di Xbox Series X, con gli sviluppatori che poi potevano ambire anche a risultati più elevati fino a 120fps.

In realtà, anche in questo caso c’è stato un misunderstanding, e Greenberg è dovuto intervenire su Twitter per placare gli animi.

Replicando alla domanda di Tom Warren di The Verge, che aveva evidenziato questa incompatibilità tra le dichiarazioni su Xbox Series X, Greenberg ha infatti messo i puntini sulle i: gli sviluppatori avranno a disposizione una flessibilità totale per gestire la potenza della nuova console Microsoft, e questo significa che i 60 frame al secondo non saranno uno standard obbligatorio per i giochi su Xbox Series X.

Insomma, il giallo è risolto, e ora attendiamo ciò che davvero ci interessa al di là di grafica e framerate: i videogiochi. A luglio, Microsoft terrà un evento molto importante dedicato ad Halo Infinite e alle nuove produzioni esclusive degli Xbox Game Studios, e lì vedremo la grande line-up preparata dal colosso di Redmond.

Fonte

Hai Telegram? Clicca sull'icona per entrare nel canale


Abbiamo parlato di:

Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.




Scrivi un commento