Ora è ufficiale: Battlefield 2042 non avrà una campagna single player, DICE spiega perché

Di Andrea "Geo" Peroni
9 Giugno 2021

Battlefield 2042 romperà una tradizione per la serie sparatutto firmata DICE, e gli sviluppatori hanno spiegato le motivazioni dietro a tale scelta.

Il nuovo gioco della serie è stato presentato poco fa con il primo reveal trailer. In attesa di assistere al reveal del gameplay, che avverrà il 13 giugno (quasi certamente alla conferenza Xbox dell’E3 2021), DICE ha iniziato a fornire i primi dettagli alla stampa specializzata su Battlefield 2042, e uno in particolare sta già facendo discutere gli storici appassionati del franchise.

LEGGI ANCHE: date e orari di tutte le conferenze dell’E3 2021!

VG247 ha infatti scoperto che Battlefield 2042 sarà sprovvisto della campagna single player, il che segna un evento importante per la serie. Dall’originale Bad Company, ogni Battlefield è stato sviluppato con una campagna per giocatore singolo, ma questo non sarà il caso del nuovo gioco della serie sparatutto di EA.

Sembra infatti che Battlefield 2042 gestirà la narrazione in modo differente, in particolare “fondendo” la storia con il comparto multiplayer e facendola progredire stagionalmente – viene naturale fare un paragone con la diretta rivale, Activision, che ha gestito in modo simile i contenuti di Modern Warfare e Black Ops Cold War senza però rinunciare alla campagna.

Dettagli più specifici su come questa narrativa si manifesterà non sono stati condivisi, ma lo sviluppatore ha affermato che la storia del mondo del gioco si evolverà appunto con ogni nuova stagione.

Nel corso degli anni, avevamo già assistito a un drastico ridimensionamento dell’esperienza single player, passata da una narrativa di base che segue personaggi fissi, a un’antologia di racconti separati i cui eventi e personaggi le cui vicende raramente si intersecano. In Battlefield V, ad esempio, questo è stato evidente.

Non sappiamo se tale scelta sia causata dalla poca importanza che molti utenti danno oggi alle campagne single player. Nel 2018 fece scalpore un caso simile, quello di Call of Duty: Black Ops 4, per il quale Treyarch decise di cancellare la campagna sia per motivi tecnici (e di tempo), sia perché le statistiche indicavano che sempre meno utenti completavano l’esperienza.

Fonte



Abbiamo parlato di:

Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.




Scrivi un commento