[Recensione] Tales of Space: Mutant Blob Attack – Vendetta gelatinosa

Di Matteo "bovo88" Bovolenta
12 Giugno 2019

Tales From Space: Mutant Blobs Attack sbarca su Nintendo Switch dopo una gavetta iniziata nel “lontano” 2012, quando il gioco viene lanciato assieme a PlayStation Vita.

Si tratta di puzzle-platform realizzato da DrinkBox Studios, sviluppatori che hanno sfornato l’apprezzatissimo Guacamelee e incentrato sulla vendetta di un blob alieno. Scopritelo all’interno della nostra recensione.

Versione provata: Nintendo Switch

VENDETTA GELATINOSA

Tutto ha inizio in un laboratorio all’avanguardia, in cui si svolgono esperimenti segreti su delle cavie molto singolari, Blob mutanti, che vengono sottoposti a torture di ogni tipo. Uno di esseri gelatinosi sta architettando un malvagio piano di fuga, e non appena la situazione si fa propizia riesce a scappare da quella prigione infernale. Il suo obiettivo è uno solo: sfruttare il potere di assorbimento degli oggetti di cui dispone, per vendicarsi dell’umanità e distruggere il pianeta Terra. Si passerà dall’assorbire tazze e altri piccoli oggetti per guadagnare massa fino ad assorbire gustosi umani tutti all’interno della prima area del College.

Dobbiamo dire che vedere il blob aumentare di dimensioni, è estremamente soddisfacente e divertente.

Se inizialmente sarà sufficiente saltare da una piattaforma all’altra sfruttando di volta in volta il salto a parete, in seguito verrano messe a nostra disposizione nuove abilità per per dare più profondità al gameplay, ad esempio diventando un pallone volante o passare sotto le fessure delle porte.

CACCIA AL BLOB

Ma il gameplay di Mutant Blobs Attack non è solo di assorbimento, infatti i 24 livelli offriranno differenti percorsi alternativi con elementi da collezionare per aumentare il nostro punteggio finale, e guadagnare quindi una medaglia d’oro. Tra questi, vi sono presenti anche dei piccoli blob molto ben nascosti, in genere due per livello, che metteranno a dura prova l’abilità di ricerca del giocatore. Il tutto per innalzare il grado di rigiocabilità del titolo.

Nintendo Switch è la console giusta per questo genere di gioco, poiché, come PlayStation Vita, in modalità portatile sfrutta al massimo l’esperienza di gioco creata dagli sviluppatori. Tra tutti l’uso dello schermo touch, consente di interagire con diversi oggetti ed elementi come ingranaggi e piattaforme.

Da fare un plauso anche allo stile artistico, grande cavallo di battaglia Drinkbox Studios, che sfrutta citazioni, musiche e ironia per confezionare un puzzle-platform divertente e interessante.

PUNTI DI FORZA

  • Livelli vari e profondi
  • Pieno di ironia e divertimento
  • Le funzionalità di Nintendo Switch sono ben implementate

PUNTI DEBOLI

  • Obiettivi facili da ottenere
  • Non è stato aggiunto niente di nuovo dal lancio nel 2012

Tales From Space: Mutant Blobs Attack è un titolo immediato, divertente e ironico, che sfrutta molto bene le funzionalità di Nintendo Switch e che riesce a catturare il giocatore con il suo gameplay. E’ un titolo che può essere goduto anche sotto l’ombrello, visto che l’estate è ormai alle porte.



Appassionato di videogiochi e console di ogni tipo, tecnologia ed informatica. Amante dei manga ed anime giapponesi, e della cultura nipponica in generale. Ha iniziato a videogiocare molto giovane prima con SNES e Game Boy, per poi passare a PlayStation. Da allora ogni genere di gioco lo ha sempre affascinato. Gli piace informarsi e tenere informati su questo fantastico mondo virtuale.