Aspettando Marvel’s Avengers | Iron Man #1

Di Andrea "Geo" Peroni
5 Giugno 2020

Continua la nostra rubrica dedicata a Marvel’s Avengers, il nuovo videogioco di Crystal Dynamics ispirato al celebre gruppo di supereroi della Marvel. Vi ricordiamo che ogni venerdì, da qui all’uscita del gioco, ci concentreremo su curiosità, retroscena e racconti dedicati all’universo di Marvel’s Avengers, in uscita il 4 settembre su PS4, Xbox One, PC e Stadia.

Per la rubrica Aspettiamo Marvel’s Avengers, iniziamo oggi a parlare della serie a fumetti della storyline GamerVerse di Marvel che fa da lungo prologo agli eventi che vedremo nel gioco. Iniziamo quest’oggi quindi a parlare del primo numero della collana a fumetti dedicata a Tony Stark, una serie che ci introduce non solo ai personaggi principali ma anche diverse novità rispetto a quello che già sapevamo su questo universo narrativo messo in piedi da Crystal Dynamics.

Prima di lasciarvi all’analisi del fumetto – non troverete ovviamente immagini, i fumetti si possono acquistare digitalmente a pochi spiccioli se siete interessati, ma vi facciamo vedere alcune tavole nel video in fondo – un avviso velocissimo: la rubrica Aspettando Marvel’s Avengers tornerà non più venerdì 12 giugno come inizialmente previsto, ma venerdì 19 giugno. Per la prossima settimana, infatti, dedicheremo l’intera giornata alla recensione di The Last of Us: Part II, che potrete trovare sia sul nostro sito che sul nostro canale YouTube UAGNA TV (qui tutte le indicazioni sull’orario). Vi ricordo inoltre che il 24 giugno si terrà (finalmente) un appuntamento digitale di Crystal Dynamics dedicato a Marvel’s Avengers, e naturalmente potrete trovare tutte le novità sul nostro sito.

Se siete interessati agli appuntamento precedenti della rubrica, ecco i link:

Offerta
Marvel's Avengers [Esclusiva Amazon.It] - Day-One Limited - PlayStation 4
  • Gioca una storia originale sugli Avengers: Marvel’s Avengers è un'interpretazione di questi iconici supereroi, tra cui Captain America, Iron Man, Hulk, Black Widow e Thor
  • Scatena i tuoi poteri: sblocca temibili abilità e nuovo equipaggiamento per creare la tua ottima versione dei più potenti eroi della terra

IO SONO IRON MAN

Scritto da Jim Zub e disegnato da Paco Diaz, Iron Man #1 è il primo dei fumetti editi da Marvel per il suo GamerVerse e che introduce gli eventi di Marvel’s Avengers. Come ci ricorda lo stesso fumetto nella prima pagina, gli eventi che leggeremo sono infatti ambientati prima dei fatti del gioco, anche se non è ben chiara la collocazione temporale. Non sappiamo ad esempio se siano trascorsi mesi o addirittura anni tra ciò che vediamo nel fumetto e il già tristemente famoso A-Day con l’inaugurazione del QG degli Avengers sulla West Coast, ma al momento tutto questo non è particolarmente importante.

Ciò che importa però è che il mondo di Marvel’s Avengers è già ben ricco di supereroi e soprattutto di supercriminali, che non si limitano a quelli che ci sono stati mostrati nei trailer di gioco o spoilerati dalla lista dei trofei (potete leggere qui i personaggi a cui ci stiamo riferendo). Il fumetto inizia infatti nel bel mezzo di una battaglia tra gli Avengers al gran completo e la Legione Mortale, un gruppo di supercriminali formato da Titania, Scarabeo, l’Uomo Assorbente e Trottola Umana – personaggio che ha la capacità di roteare ad altissima velocità e che chiameremo semplicemente Whirlwind per rispetto verso di lui e verso di noi.

Assurdamente, come Stark ricorda, gli Avengers hanno sconfitto eserciti di robot e invasioni aliene, ma non riescono a sopraffare un supercriminale che si chiama come un insetto, ma dopo aver unito le forze Thor, Captain America, Hulk e Vedova Nera riescono ad abbattere il gruppo. Qualcosa però nell’armatura di Scarabeo ha particolarmente colpito Iron Man, che infatti vuole vederci chiaro. Qualche ora dopo la battaglia, Stark fa infatti visita al Vault, una struttura dello SHIELD per rinchiudere i supercriminali. Non sappiamo dove si trovi questa prigione, ma a giudicare da quello che vediamo sembra proprio che non questo Vault non sia ispirato a quello del Marvel Cinematic Universe, che durante gli eventi della serie TV Agents of SHIELD scopriamo si trovi in Alaska e nel quale è anche rinchiuso Emil Blonski, l’Abominio che si scontrò con Hulk a New York. Comunque, l’interrogatorio con Scarabeo ha parzialmente successo, perché i timori di Stark vengono confermati: qualcuno è riuscito a replicare la tecnologia delle Stark Industries, e ora anche i supercriminali hanno la possibilità di utilizzarla.

SPIE IN AZIONE

Convinto che dietro a tutto questo ci sia un’azione di spionaggio, Tony chiede prima informazioni a Vedova Nera per poi iniziare a indagare sullo SHIELD Lab and Secure Facility, una struttura dell’organizzazione guidata da Nick Fury che si trova a New York e che è guidato da una certa dottoressa Monica.

Prima di continuare, una piccola precisazione. Non abbiamo trovato riferimenti ufficiali in rete, ma il personaggio in questione molto probabilmente è Monica Rappaccini, personaggio nato nel 2005 e Scienziato Supremo dell’Advanced Idea Mechanics. Naturalmente, come abbiamo appena detto, non abbiamo la piena sicurezza che sia effettivamente la Rappaccini, ma avrebbe senso considerando cosa accadrà nel gioco.

Tornando al fumetto, Stark convince Banner: nel laboratorio sta accadendo qualcosa di strano, poiché i livelli di sicurezza sono molto deboli o addirittura compromessi. La mattina successiva, Iron Man riesce a rintracciare il responsabile della fuga di notizie: si tratta di un’apparentemente anonima guardia del laboratorio, ma che i realtà si scopre essere Ted Calloway, meglio conosciuto come il supercriminale Spymaster. Un breve scontro con il villain, e il gioco è fatto, ma a quanto pare non è tutto qui. Stark capisce infatti che la fuga di notizie è legata a qualcuno di molto più grande e importante di Spymaster, e che è apparentemente al di sopra di ogni sospetto: Nick Fury.

Tony si presenta quindi nel QG di Fury con l’esanime Calloway, mettendo il capo dello SHIELD con le spalle al muro. Fury cerca di difendersi, affermando che un potere tecnologico come quello nelle mani di Stark non è facile da accettare e da comprendere: il potere e le armi nelle mani delle Stark Industries sono incredibili, e quindi lo SHIELD ha deciso di tenere sotto controllo Iron Man e scansionare accuratamente tutte le sue tecnologie, che poi sono finite appunto nelle mani di Spymaster e vendute sul mercato nero.

In totale disaccordo con la visione di Fury, Stark indossa l’armatura di Iron Man e decide di tornare a casa, non prima di aver ricordato al direttore dello SHIELD che ora i termini del contratto sono aggiornati: Stark farà in modo di non condividere più in alcun modo la sua tecnologia con l’organizzazione, e curerà personalmente il proprio reparto di sorveglianza personale per far sì che una situazione di questo tipo non si ripeta nuovamente.

Iron Man 1 – Nick Fury 0. Ma la verità, purtroppo, è che la tecnologia di Iron Man potrebbe già essere finita nelle mani sbagliate, e che lo SHIELD non si è dimostrato certo affidabile

Hai Telegram? Clicca sull'icona per entrare nel canale


Abbiamo parlato di:

Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.




Scrivi un commento