[Rumor] Sony furiosa con CD Projekt Red, emergono nuovi problemi sullo sviluppo di Cyberpunk 2077

Di Andrea "Geo" Peroni
4 Gennaio 2021

Prendete quanto segue con le pinze, in quanto si tratta di informazioni che provengono da GameFaqs (risalgono a circa due settimane fa, ma solo oggi hanno iniziato a fare il giro del mondo), ma che sarebbero frutto di un dipendente di CD Projekt Red che ha deciso di svuotare il sacco sui numerosi problemi che la software house ha attraversato e sta attraversando tuttora per colpa di Cyberpunk 2077.

Come riportato in un lunghissimo post su Reddit, lo sviluppatore, che ha deciso di restare anonimo, avrebbe diffuso una lunga serie di informazioni che riguardano quelli che sono stati gli ultimi mesi dell’imponente GDR open world dei creatori di The Witcher, con CD Projekt Red che si è ritrovata nell’occhio del ciclone per una serie di decisioni obbligate ma che hanno finito col rovinare l’immagine dello studio.

Dopo settimane in cui si è detto di tutto e di più su Cyberpunk 2077, questo sviluppatore ha deciso di far emergere lo stato di angoscia nel quale lo studio si trova, che deve apparentemente fare i conti con la furia di Sony dopo che su PS Store il gioco è stato rimosso dando il via ai rimborsi totali.

Ecco i punti salienti del suo intervento – vi ricordiamo ancora una volta che si tratta di informazioni non confermate ufficialmente, ma che sono state riportate da molte fonti autorevoli.

judy cyberpunk 2077

Numerosi contenuti tagliati

L’intervento dello sviluppatore si focalizza su uno dei punti più chiacchierati delle ultime settimane, e cioè i numerosi contenuti tagliati da Cyberpunk 2077. Secondo quanto riportato, i problemi e i cambiamenti sono stati più seri di quello che pensavamo: non si parla solamente di feature rimosse nel corso dello sviluppo, come il famoso sistema di trasporto dei treni, ma anche di missioni riscritte fino alla nausea per accontentare i capi dello studio, cosa che ha rallentato notevolmente lo sviluppo:

I direttori e gli sviluppatori senior stanno prendendo per mano la squadra in quella che definirei “una mossa onorevole”. Solo così sai, scherziamo ancora oggi su una quest che è stata riscritta più di una dozzina di volte, perché a un certo dirigente non piaceva. Alla fine è stata tagliata dal prodotto finale e dovrebbe arrivare in un DLC nel 2021.

Tra i temi affrontati per quanto riguarda i contenuti tagliati o modificati, c’è anche Johnny Silverhand, il personaggio interpretato da Keanu Reeves nel gioco che a quanto pare sarebbe stato molto differente in origine:

Non voglio odiare Keanu, ma cavolo, il nostro Johnny originale era molto più figo e sembrava un maniaco. […] Non apprezzo nemmeno la sua recitazione, ma è un uomo molto gentile. È venuto personalmente da noi per salutarci il primo giorno e ci ha ringraziato personalmente uno per uno quando hanno concluso la registrazione.

Il nostro originale Johnny è stato fortemente ispirato da Solid Snake di David Hayter dal primo MGS e che ci crediate o no, Cillian Murphy.

Si parla poi di numerosi cambiamenti dovuti ai problemi con l’IA, i tantissimi bug emersi e i contenuti tagliati per riuscire a rispettare le scadenze. In fondo all’articolo, di nuovo, trovate tutte le dichiarazioni del presunto sviluppatore nel dettaglio.

guida origin story

Il gioco dovrebbe essere completo per giugno 2021

Lo sviluppatore insiste su un punto molto importante: gli sviluppatori hanno avvisato molte volte i dirigenti dello “stato di salute” di Cyberpunk 2077, senza essere ascoltati. Il gioco, difatti, è uscito lo scorso 10 dicembre con molti problemi, specialmente per quanto riguarda le versioni PS4 e Xbox One – e con le versioni PS5 e Xbox Series X|S ancora inesistenti.

Se desideri un rimborso, chiedilo. Ha un impatto positivo su di noi come sviluppatori, perché abbiamo avvertito i lead un MILIONE di volte su quel tipo di me**a. La maggior parte delle revisioni cosmetiche dovrebbe essere pronta entro il secondo grande aggiornamento, si spera.

CD Projekt Red aveva promesso corposi update entro febbraio, ma a quanto pare le prime patch arriveranno a marzo, e gli aggiornamenti più importanti saranno disponibili solo a giugno. In quel mese, infatti, stando alle parole dello sviluppatore, arriverà la tanto desiderata versione PS5 e Xbox Series X|S, con notevoli differenze: a quanto pare, il codice delle versioni PS4 e Xbox One sarà “scartato” e trattato a parte, mentre su next-gen gli sviluppatori sfrutteranno sostanzialmente la versione PC riadattata.

Con il grosso update di giugno, inoltre, dovrebbero arrivare anche un quantitativo impressionante di contenuti tagliati: si parla di edifici visitabili, missioni, dialoghi e molto altro ancora, che a quanto pare trasformeranno Cyberpunk 2077.

Quel discorso sul “tagliare i contenuti in modo che la gente finisca la missione principale” è stato tutto stupido. La maggior parte degli appartamenti con l’indicazione “Chiuso (bloccato)” erano in passato saccheggiabili, abbiamo scartato più di 50.000 righe di dialogo e credo che l’aggiornamento di giugno riporterà nel gioco molti contenuti tagliati.

recensione cyberpunk 2077

Sony furiosa con CD Projekt Red

Come stanno andando le relazioni con le grandi aziende? Male, a quanto pare, perché lo sviluppatore parla di una Sony letteralmente furiosa con CD Projekt Red per la spinosa questione dei rimborsi di Cyberpunk 2077 e il danno d’immagine alla versione PS4 del gioco.

Il morale degli sviluppatori è in calo e Sony ci sta col fiato sul collo a causa dell’enorme mole di richieste di rimborso. Oggi [l’intervista risale però ad alcune settimane fa, ndr] ci sarà un incontro con i dirigenti di Sony per trovare un modo per rimborsare i giocatori che minacciano azioni legali. Sony Japan è particolarmente furiosa.

Come sappiamo, negli ultimi giorni CD Projekt Red è stata anche denunciata da alcuni finanziatori delusi, che hanno dato vita a una class action.

Alleged CDPR dev talks about the state of Cyberpunk 2077 and future plans from GamingLeaksAndRumours

Hai Telegram? Clicca sull'icona per entrare nel canale


Abbiamo parlato di: |

Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.




Scrivi un commento