cd projekt coronavirus
Home Videogiochi News CD Projekt Red nella bufera, arriva la prima denuncia da una class-action contro Cyberpunk 2077

CD Projekt Red nella bufera, arriva la prima denuncia da una class-action contro Cyberpunk 2077

Un Natale 2020 decisamente problematico in casa CD Projekt Red, ancora e sempre più nella bufera dopo l’uscita di Cyberpunk 2077.

Una class action è stata intentata contro la software house polacca da parte di clienti e investitori a causa di dichiarazioni fuorvianti su Cyberpunk 2077 su PS4, PS5, Xbox One, Xbox Series X, Xbox Series S, PC e Google Stadia.

La causa arriva da Rosen Law Firm, uno studio legale globale sui diritti degli investitori, e “cerca di recuperare i danni per gli investitori di CD Projekt ai sensi delle leggi federali sui titoli”. Secondo lo studio legale Rosen, CD Projekt Red ha rilasciato dichiarazioni false e fuorvianti su Cyberpunk 2077 prima del rilascio, e non è riuscito a rivelare informazioni salienti per i consumatori, come ad esempio il fatto che il gioco è “virtualmente ingiocabile” sui sistemi Xbox e PlayStation di ultima generazione a causa dell’enorme numero di bug che affliggono queste versioni.

In aggiunta a ciò, la causa sostiene che gli investitori di CD Projekt Red hanno subito danni a causa del problematico lancio del gioco, che come saprete è stato anche recentemente rimosso dal PlayStation Store e che ha costretto la software house a concedere rimborsi a tutti i consumatori rimasti delusi da Cyberpunk 2077 – cosa che ha portato anche ad alcune storie assurdamente divertenti.

Ecco il testo della class action:

Secondo la causa, gli imputati durante tutto il periodo del lancio hanno rilasciato dichiarazioni false e/o fuorvianti e/o non hanno rivelato che: (1) Cyberpunk 2077 era praticamente ingiocabile sui sistemi Xbox o PlayStation dell’attuale generazione a causa di un numero enorme di bug ; (2) di conseguenza, Sony rimuove Cyberpunk 2077 dal PlayStation Store e Sony, Microsoft e CD Projekt sono costretti a offrire il rimborso completo per il gioco; (3) di conseguenza, CD Projekt subirà danni alla reputazione e al denaro; e (4) di conseguenza, le dichiarazioni degli imputati sulla sua attività, operazioni e prospettive erano materialmente false e fuorvianti e/o mancavano di una base ragionevole in tutti i momenti rilevanti.

La class action ha intenzione di raccogliere più consumatori, ma come avrete potuto leggere è stata sostanzialmente organizzata da investitori del progetto Cyberpunk 2077 che hanno subito un pesante contraccolpo a causa delle numerose critiche ricevute dal gioco.

Al momento della pubblicazione di questa notizia, CD Projekt Red non ha commentato la denuncia.

Fonte

Scritto da
Andrea "Geo" Peroni

Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.

Scrivi un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Skull and Bones: Ubisoft celebra una risposta straordinaria alla stagione 1

Dopo un lungo periodo di sviluppo, a febbraio è stato finalmente rilasciato...

PlayStation: chiusura definitiva di London Studio, i ringraziamenti

L’informazione giunge da un post su X dove viene annunciato che PlayStation...

Elden Ring: Shadow of the Erdtree – Ecco lo story trailer dell’espansione!

L’espansione Shadow of the Erdtree per Elden Ring è stata annunciata per la prima volta tramite...

Assassin’s Creed Shadows – Nuove info su combattimenti, progressione personaggi e abilità

Assassin’s Creed Shadows è stato rivelato qualche giorno fa attraverso un trailer,...

Chi siamo - Contatti - Collabora - Privacy - Uagna.it © 2011-2024 P.I. 02405950425