Utente deluso da Cyberpunk 2077 ottiene il rimborso, poi si lamenta di non avere più il gioco

anteprima cyberpunk 2077
Di Andrea "Geo" Peroni
20 Dicembre 2020

Per la rubrica “Gente che esiste veramente”, ecco un’altra curiosa storia legata al gioco più chiacchierato del momento, Cyberpunk 2077.

Il gioco di CD Projekt Red è nel pieno di una bufera mediatica che sta facendo sentire i suoi effetti anche sulle azioni dello studio, crollate a picco dopo il lancio del gioco avvenuto lo scorso 10 dicembre su PS4, Xbox One e PC – e giocabile anche sulle console di nuova generazione, seppure occorra ricordare che gli upgrade next-gen arriveranno solamente prossimamente.

L’imponente GDR open world dei creatori di The Witcher, però, al momento, è in uno stato decisamente problematico.

Le versioni PS4 e Xbox One di Cyberpunk 2077, in particolar modo, traboccano di problemi tecnici che vanno dal traballante framerate ai bug all’IA deficitaria, per non parlare dei ricorrenti problemi di crash delle console che sono presenti anche dopo il lancio dell’update di ieri.

La situazione è estremamente delicata – nelle ultime ore è emerso addirittura un assurdo bug che rischia di cancellare completamente i file di salvataggio – e nella notte tra giovedì e venerdì, dopo i messaggi di scuse di CD Projekt Red, è arrivata anche una clamorosa mossa di Sony che ha rimosso Cyberpunk 2077 dal PSN e che ha confermato i rimborsi totali per tutti coloro che ne faranno richiesta.

La politica dei rimborsi è stata adottata anche da Microsoft, che, almeno al momento, non ha seguito però la strada della rimozione del gioco dallo store digitale (anche se ha inserito un particolare disclaimer). Ed è proprio dal mondo Xbox che arriva la curiosa storia condivisa oggi da Tom Warren, di The Verge.

Un utente di nome Zack – il resto dei dati sono stati oscurati – è rimasto evidentemente deluso da Cyberpunk 2077, e così ha deciso di chiedere il rimborso a Microsoft. Il servizio di assistenza di Xbox ha quindi concesso all’utente il rimborso, restituendogli i soldi spesi per l’acquisto della copia digitale. Tutto ciò, però, è stato fonte di ulteriori lamentele da parte dell’utente, poiché si è stupito di non avere più Cyberpunk 2077 nella sua libreria.

Come spiegato dall’utente in un tweet, condiviso appunto da Warren, l’utente è rimasto spiazzato dal fatto che Microsoft, dopo aver restituito i soldi, abbia rimosso il gioco dall’elenco dei contenuti acquistati, e che quindi in questo modo non sia più in grado di proseguire nella sua avventura a Night City.

In sostanza, il giocatore in questione non ha ben presente il concetto di rimborso con reso. Una volta che il contenuto, in questo caso il gioco, viene rimborsato all’utente, questo viene ovviamente rimosso dall’elenco degli acquisti effettuati. Stando al tweet, invece, l’utente sperava evidentemente di riottenere tutti i soldi spesi per Cyberpunk 2077 mantenendo però il possesso del gioco. No, non funziona così.

Ecco il commento di Warren:

Alcune persone sono sinceramente arrabbiate per il fatto che Microsoft e Sony rimuoveranno il tuo accesso a Cyberpunk quando richiedi un rimborso. Vogliono mantenere il gioco e anche essere rimborsati



Abbiamo parlato di:

Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.




Scrivi un commento