Uncharted 3: L’Inganno di Drake – Recensione

Di Andy
27 Novembre 2011

INTRODUZIONE

Dopo i primi due Uncharted (Drake’s Fortune e Il Covo dei Ladri) è finalmente uscito il nuovissimo Uncharted 3: L’ Inganno di Drake, uno dei giochi più attesi dell’ anno 2011 esclusivo per Playstation 3. Naughty Dog, sfruttando al massimo le sue potenzialità, è riuscita a dare vita ad un gioco unico nel suo genere. Nel complesso un gioco eccellente con nuove funzionalità e con un Multiplayer migliorato grandiosamente.

TRAMA

Il noto Nathan Drake si ritroverà in una nuova avventura, che lo ricondurrà di nuovo al suo antenato Sir Francis Drake e al suo anello. Potremo vedere che Nathan, con il suo mentore Sullivan, sono intenzionati a vendere ad un certo Talbot l’ anello. Questo ci ricondurrà ad un flashback giocabile di vent’anni prima: in cui potremo vedere i due che recuperano l’ anello insieme a  Katherine Marlowe. Sullivan rifiuterà i soldi offerti da Talbot dicendo che sono falsi. Questo darà vita ad una serie di eventi, come l’ apparizione di Katherine Marlowe che ruberà l’ anello di Francis Drake e fingerà la morte di Nathe e di Sully. L’accaduto costringerà Nathe ad indagare e a metterlo sulla strada di Urba, una città sepolta nella sabbia da moltissimi anni. Una storia molto ben costruita e piena di colpi di scena.

MULTIPLAYER

Un multiplayer, per un qualsiasi titolo, potrebbe decidere la sua durata. In questo terzo capitolo è stato reinventato il menù iniziale, con una possibilità di modificare moltissimi aspetti del nostro personaggio. Potremo impostarne uno predefinito sia per “Buoni” che per i “Cattivi“, poi cambiare i vestiti, il colore e scegliere uno stemma personale. Per avere più varietà nella scelta, bisognerà completare sfide e raggiungere determinati livelli. Sono state aggiunte novità come le sequenze filmate all’ inizio e alla fine della partita in stile Killzone 3.

GAMEPLAY

Il gameplay sarà lo stesso dei precedenti giochi, soltanto con qualche modifica positiva che potrebbe rendere molto più interessante il gioco. Gli enigmi ambientali, già presenti nei precedenti titoli, ma aggiunti in maniera più frequente , rendendo il gioco molto enigmatico. Alcune volte potrete trovare la soluzione sul vostro inseparabile diario di Nathe. Una cosa aggiunta in quest’ ultimo titolo è anche la possibilità degli appigli di cedere (come un tubo che si spezza, una mattonella che si rompe, …).

GRAFICA

La grafica per questo gioco è uno dei punto di forza. La struttura delle città è unica: basta guardare verso l’ orizzonte e, in alcuni casi, si possono vedere quanti palazzi sono presenti. Questo è solo per provare il grande lavoro dei grafici della Naughty Dog. La grafica è anche molto ben pulita e in alcuni luoghi potrete anche ammirare la meravigliosa parte artistica che si presenta in luoghi come templi o antichi luoghi abbandonati.

SUONO

L’ impianto sonoro è molto vasto. Le musiche ci fanno immedesimare nel gioco, accompagnandoci in situazioni in cui la musica ci da’ il “ritmo” dello sviluppo della vicenda. Le campionature delle armi non sono le migliori in circolazione, ma comunque buone e non eccessive.

PRO E CONTRO

PRO:

– Storia ben costruita

– Multiplayer

– Grafica buona

– Basi musicali buone e orecchiabili

CONTRO:

– Bug

COMMENTO FINALE:

Il gioco più atteso dell’ anno è uscito e, come tutti si aspettavano, sarà il migliore della trilogia. Ci riporteranno a Francis Drake, già presente in Uncharted: Drake’s Fortune. Se si vuole giocare ad un gioco enigmatico, avventuroso ed adrenalinico, Uncharted 3: L’ Inganno di Drake potrebbe essere quello che fa per voi. Un gioco eccelso sotto tutti i punti di vista, ma con qualche piccolo bug che un gioco così si può permettere. Stupefacente l’ effetto della grafica accompagnata da musiche coinvolgenti.
GUARDA IL TRAILER

 

UAGNA TE LO SCONTA con spedizione gratuita e hai il prodotto entro 24 ore!



Adoro particolarmente il mondo dei videogiochi, quello del cinema e le loro infinite sfaccettature. Sono un tipo a cui piace curiosare e dedico parte del mio tempo libero a leggere fumetti e libri, o con il pad alla mano! "Se vinci non dire niente, se perdi di' ancora meno"