Recap conferenza Apple 12 Settembre 2017 – iPhone 8 e iPhone X

Apple 12 September 2017 Let's Met at our Place
Di Diego "Lanzia" Savoia
12 settembre 2017

Signori e signore, ci siamo. Questa sera (a partire dalle ore 19 italiane) Apple ha tenuto la sua annuale conferenza durante la quale ha annunciato i nuovi top di gamma. Ma quest’anno è una ricorrenza speciale, dato che sono trascorsi esattamente 10 anni dall’annuncio del primo iPhone. Per l’occasione, la casa di Cupertino ha deciso di organizzare la conferenza presso lo Steve Jobs Theatre, all’interno del nuovissimo Apple Park nella città californiana. Proprio per questo la nuova location è stata oggetto dei primissimi istanti dell’evento, grazie ad una serie di riprese aeree ed interne. L’incipit della conferenza è stato accompagnato da alcune parole riguardanti la filosofia di Apple anche ricordando Steve Jobs. Nel frattempo, l’ingresso di un commosso Tim Cook porta l’attenzione del pubblico sull’imprenditore mancato nel 2011 e, successivamente, sui disastri che gli uragani stanno provocando negli Stati Uniti in questi giorni. Poi, una descrizione più dettagliata di quello che diventerà l’Apple Park nei prossimi mesi.

Ripercorriamo le tappe principali della conferenza, soffermandoci sui nuovi prodotti annunciati.

Annunciata in apertura una rivoluzione negli Apple Store: viene infatti introdotto Today at Apple, una nuova esperienza di insegnamento promossa da Apple nei propri negozi. Sarà possibile imparare nuove abilità nell’uso della tecnologia in compagnia di altre persone e dello staff. L’azienda vuole investire nel miglioramento degli esistenti Apple Store, ampliandoli e creando nuovi spazi anche all’aperto.

La carrellata di nuovi prodotti parte da Apple Watch. Dopo un’introduzione con varie statistiche di vendita (Apple Watch è il primo smartwatch al mondo in questo senso) e motivazioni che spingono gli utenti ad acquistarne uno, sono stati annunciati numerosi miglioramenti dal punto di vista della salute. Ora Apple Watch garantirà una maggiore chiarezza e specificità nell’osservazione dei dati raccolti, oltre ad avvisare se il battito cardiaco è eccessivo, ridotto, o in casi di aritmia (Apple Heart Study è un’app creata proprio per questo, anche se per ora è disponibile solo negli USA). Tutto questo arriverà con il nuovo WatchOS 4 il 19 Settembre 2017.

Viene poi annunciata la nuova generazione di Apple Watch, ovvero Apple Watch Series 3. Come previsto dalle numerose indiscrezioni, lo smartwatch consentirà la connettività cellulare, grazie ad una SIM elettronica in modo tale da utilizzare lo stesso numero di cellulare di iPhone. Purtroppo, però, questa funzione non arriverà in Italia, e dovremo accontentarci di un processore più veloce, un altimetro e di Siri integrato. Il prezzo parte da €379 per la versione 38mm, e sale a €409 per la versione 42mm. Le nuove versioni sono Gold Alluminium e Sport Loop. I preordini apriranno il 15 Settembre, mentre nei negozi potremo trovare Apple Watch Series 3 a partire dal 22 Settembre.

Si passa poi a parlare di Apple TV 4K. La nuova versione supporterà (ovviamente, direte voi) il 4K e l’HDR, ed è alimentata da un chip A10X, due volte più veloce del predecessore, e 3GB di RAM. Il sistema operativo resta tvOS, che sarà aggiornato sempre all’ultima versione disponibile. Apple TV 4K sarà prenotabile dal 15 Settembre e acquistabile a partire dal 22 Settembre nelle versioni 32 o 64 GB al costo di €199 o €219 rispettivamente.

Arriva il momento dei nuovi iPhone. Tim Cook apre come al solito con qualche frase sull’utilità degli smartphone al giorno d’oggi, ma il pubblico vuole vedere qualcosa di concreto. Vengono così presentati iPhone 8 e iPhone 8 Plus, il cui retro è di vetro e le cui colorazioni sono le solite: Argento, Grigio Siderale e Oro. Si pone l’attenzione sui colori (con il 7-layer color process dei vetri) e sulla resistenza dei vetri stessi. Entrambi gli smartphone sono resistenti all’acqua e alla polvere, includono un True Tone migliorato (che si adatta alla temperatura dell’ambiente), e possiedono degli speaker più potenti del 25% rispetto ai precedenti, con dei bassi potenziati. Anche il chip è nuovo: si tratta dell’A11 Bionic. Abbiamo una CPU a sei processori (due più quattro ad alta efficienza, che garantiscono prestazioni migliori del 70% rispetto ad iPhone 7). I display sono rispettivamente di 4.7 e 5.5 pollici. La GPU, creata da Apple, è più veloce del 30% rispetto alla precedente.

Nuovo anche il processore di immagini, con un nuovo autofocus in condizioni di scarsa luminosità, e una drastica riduzione del rumore. Il nuovo sensore a 12 MP garantisce l’83% in più di luminosità, e più in generale migliori prestazioni quando scattiamo fotografie o giriamo video. La versione 8 Plus ha entrambi i sensori a 12 MP, e la nuova modalità “Portrait Lightning” già rumoreggiata permette di ricreare il senso di profondità nelle foto ancora meglio, con uno studio delle luci in tempo reale. Il framerate migliora, anche grazie al video encoder di Apple: si potranno girare video in 4K a 60fps, ma anche in 1080p a 240fps in slow-motion.

Arriviamo dunque ad un’altra novità molto attesa: la realtà aumentata. Grazie a nuovi sensori e ad un nuovo giroscopio, dal palco ci dicono che il nuovo iPhone è creato appositamente per la realtà aumentata, ed in futuro arriveranno svariate applicazioni. Devo dire che le demo mostrate e le prove in diretta sono state alquanto esplicative, mostrando le potenzialità di un’AR che entrerà a far parte delle nostre vite tra non molto. Il tutto sarà disponibile a fine Settembre. La conferenza si sposta sul comparto wireless, specificando che iPhone 8 ha LTE Advanced e Bluetooth 5.0. Ci viene finalmente svelato il motivo del vetro sul retro: come prevedibile, finalmente arriva il wireless charging anche in casa Apple, la quale procede a braccetto con lo standard Qi Open Wireless.

Infine, il prezzo: iPhone 8 64GB costerà €839 (l’8 Plus invece €949), ma c’è anche la versione 256GB a €1.009 e €1.119 rispettivamente. Anche qui i preordini aprono il 15 Settembre, e gli acquisti saranno possibili dal 19 Settembre, data in cui sarà rilasciata anche la versione finale di iOS 11.

Arriva finalmente il momento del nuovo iPhone X, che stando alle parole di Cook dovrebbe ridefinire l’universo degli smartphone ed è nato per commemorare questo decennale dalla nascita di iPhone. Il design è identico a quello rumoreggiato nelle scorse settimane, con un display esteso e la mancanza di bordi, eccetto per una rientranza nella parte alta. Anche qui le caratteristiche generali sono identiche ad iPhone 8, ma è stato introdotto il Super Retina Display (una versione molto migliorata dell’attuale). La risoluzione dello schermo è di 2436 x 1125 pixel, e la diagonale è 5.8 pollici, con una densità di 458ppi, la più alta fino a questo momento parlando di iPhone. Ovviamente anche Apple cerca di stare al passo coi tempi inserendo un display OLED, con la tecnologia HDR anche in Dolby Vision.

Niente tasto Home, poiché le sue funzionalità sono state sostituite da alcune novità software. Anche il tasto di blocco si rinnova, diventando più grande e permettendo di utilizzare Siri con una lunga pressione. Confermato anche il Face ID, ovvero il nuovo modo per sbloccare iPhone X: la fotocamera frontale TrueDepth e quella ad infrarossi permettono infatti il riconoscimento dei volti. Numerose reti neurali aiutano il riconoscimento, il tutto supportato dal processore A11 (Bionic neural engine). Stando a quanto ci viene detto il sensore per Face ID funzionerà in qualsiasi situazione, e saprà riconoscere cambiamenti quali crescita della barba, taglio di capelli e così via. Si parla anche di sicurezza, precisando che i dati relativi al volto sono salvati sul telefono e non vengono condivisi; inoltre per lo sblocco è richiesta l’attenzione del proprietario (se abbiamo gli occhi chiusi non funzionerà). Apple Pay supporterà Face ID, quindi potremo pagare con il volto. Il riconoscimento facciale sarà usato anche per cose come gli Animoji in iMessage, ovvero degli emoji che riprodurranno la nostra espressione facciale.

iPhone X avrà una doppia fotocamera disposta in verticale, sempre da 12 MP ma con dei nuovi sensori (più rapidi), una stabilizzazione video migliorata e tante altre novità “dietro le quinte”. Miglioramenti anche nella modalità ritratto per la fotocamera frontale. La batteria di iPhone X dura 2 ore in più rispetto ad iPhone 7, ed è ricaricabile tramite wireless. Ci viene inoltre presentato AirPower, ovvero il nuovo dock che permette di caricare i dispositivi con wireless charging, come iPhone, Apple Watch e AirPods. Questo dispositivo sarà disponibile a partire dall’anno prossimo. iPhone X sarà disponibile al pre-order dal 27 Ottobre al costo di €1.189 (versione 64GB); anche qui è disponibile la versione 256GB, a €1.359. Le vendite avranno invece inizio il 3 Novembre, e le colorazioni disponibili sono Argento e Grigio Siderale.

La conferenza Apple si è quindi conclusa, ed ora la parola spetta ai consumatori: come andranno le vendite dei nuovi prodotti?



Appassionato di tutto ciò che riguarda la tecnologia, il suo interesse spazia in particolare nel mondo dei videogiochi e dell'informatica. Ama ogni genere videoludico, ma predilige i giochi d'azione e le avventure grafiche.