Eternals | Chi sono i protagonisti del nuovo film del Marvel Cinematic Universe

Di Andrea "Geo" Peroni
25 Maggio 2021

A poche ore dal (finalmente) primo trailer di Eternals, 26° film dei Marvel Studios e in arrivo a novembre in tutto il mondo, le domande di tanti fan del Marvel Cinematic Universe fioccano. Ed è più che giusto: questo nuovo super-gruppo nasconde un potenziale immenso, e nel film potrebbe nascondersi qualcosa di importante per il futuro dell’universo cinematografico.

È più che evidente che con Eternals i Marvel Studios vogliono sfondare. Kevin Feige è stato non solo abile a mettere gli occhi su una delle registe più in ascesa del periodo attuale, Chloé Zhao, non a caso recentemente vincitrice del Premio Oscar per Nomadland, ma anche a costruire un cast stellare. Angelina Jolie, Richard Madden, Gemma Chan, Kumail Nanjiani, Lauren Ridloff, Brian Tyree Henry, Salma Hayek, Lia McHugh, Don Lee, Barry Keoghan e Kit Harington. Per un franchise che parte da zero, pur facendo parte del MCU, non c’è che dire.

Gli Eterni non sono mai stati particolarmente popolari su carta stampata, tuttavia, di fronte a nomi di questo calibro, è chiaro che il boss dei Marvel Studios voglia replicare lo straordinario successo dei Guardiani della Galassia. Da personaggi di serie B, se non addirittura oltre, ad amatissimo franchise cinematografico che ha dato poi il via a una rinascita editoriale da paura, rendendo Peter Quill e compagnia anche co-protagonisti di epici crossover come Infinity.

La domanda però che molti si fanno, sin dall’annuncio del film, è “Ma chi sono di preciso questi Eterni?”. Un quesito interessante e che forse anche voi, specialmente se fruitori del mondo Marvel solo al cinema, vi siete posti. Ebbene, lo speciale di oggi viene proprio incontro a questi vostri dubbi. Sarete forse sorpresi di sapere che nel Marvel Cinematic Universe abbiamo già visto un Eterno, e che Eterno. Ma è ancora troppo presto, ci arriveremo.

Chi sono gli Eterni?

Gli Eterni, nome col quale ci riferiamo a una precisa tipologia di personaggi di cui parleremo tra pochissimo, muovono i loro primi passi nei fumetti Marvel nel luglio 1967 quando Jack Kirby, già co-creatore di alcuni personaggi simbolo della Casa delle Idee come i Fantastici Quattro, Pantera Nera, Thor e gli X-Men, decide che è arrivato il momento giusto per partorire una nuova linea di protagonisti e rivali che avrebbero rimpolpato di situazioni e storie la carta stampata. Si trattava di un momento particolarmente importante per la carriera di Kirby, che all’inizio degli anni ’70, dopo i dissapori con Stan Lee e Martin Goodman, era passato alla grande rivale DC per lavorare a nuovi progetti. Qui aveva dato vita a un complesso progetto editoriale con la nascita dei New Gods, o Nuovi Dei, un gruppo di personaggi alieni nativi dei pianeti gemelli Nuova Genesi e Apokolips, quest’ultimo governato da Darkseid. Sì, avete letto molto bene: dietro al supervillain che abbiamo recentemente visto in Zack Snyder’s Justice League, Darkseid, ci fu proprio la mente geniale di Jack Kirby, capace di dare forma a icone fumettistiche che ancora oggi riscuotono un grande successo.

Piccola curiosità, prima di proseguire: DC Films aveva messo in cantiere proprio un film dedicato ai New Gods, ambientato nel DC Extended Universe – o DC Cinematic Universe, o Worlds of DC, che dir si voglia. Film che pochi mesi fa è stato cancellato insieme ad altre pellicole, a quanto pare a causa proprio della comparsa di Darkseid nella pellicola di Snyder. Fine curiosità.

Dicevamo. Nella metà degli anni ’70, nonostante la proficua collaborazione con DC (che comunque provocò altre frizioni a causa del trattamento dei New Gods), Kirby torna a lavorare alla Marvel per scrivere le storie di Captain America e Pantera Nera, ma conscio delle potenzialità che potevano avere i suoi Nuovi Dei, dei quali non poteva ormai più occuparsi, decide di partorire una serie di personaggi tutti nuovi per la Casa delle Idee che, in parte, condividevano proprio le atmosfere delle loro controparti degli anni precedenti. Nascono così gli Eterni, che si inseriscono in un’intricata mitologia cosmica costruita dallo stesso Kirby che ancora oggi fa sentire la sua importanza anche sul grande schermo.

Alla base degli Eterni ci sono infatti i Celestiali, giganteschi esseri universali che si dice siano costituiti da energia pura contenuta nelle loro armature e il cui potere è praticamente incommensurabile. Nel MCU, dato che lo speciale di oggi vuole focalizzarsi anche su ciò che abbiamo già visto sul grande schermo, abbiamo già visto i Celestiali in un paio di occasioni: Taneleer Tivan, il Collezionista, mostrò il possente Eson mentre brandiva la Gemma del Potere in Guardiani della Galassia, mentre raccontava a Star-Lord e ai suoi compagni di viaggio il significato dell’Orb appena portato alla sua attenzione; la base spaziale di Knowhere, poi, vista sia nel film appena citato ma anche in Avengers: Infinity War e luogo dell’antro di Tivan, è proprio ciò che resta della testa di un antico Celestiale ormai morto.

Nella storia  di Terra-616, universo principale di riferimento per i fumetti Marvel, i Celestiali visitarono la Terra circa un milione di anni fa, eseguendo esperimenti genetici su alcuni dei primi ominidi dai quali sarebbero poi discesi i moderni esseri umani. Una storia simile, se ci pensate, a quella degli Inumani, nati dagli esperimenti degli alieni Kree che decisero di fondere il loro DNA con alcuni esseri umani creando una particolare specie di superdotati. A proposito dei Kree, i Celestiali eseguirono questi esperimenti anche su tale razza aliena, e persino sugli Skrull.

Gli esperimenti dei Celestiali crearono due razze molto diverse tra loro: gli Eterni, umanoidi longevi, e i Devianti, geneticamente instabili e descritti come mostruosamente grotteschi, che finiranno col darsi battaglia per centinaia di migliaia di anni. Mentre gli Eterni cercano di proteggere se stessi e il genere umano, essendo stati “costruiti” proprio per questo scopo, i Devianti, sfigurati dagli esperimenti e ben differenti dal resto degli esseri senzienti, hanno fatto di tutto per distruggere i loro rivali, dotati inoltre di una tecnologia molto avanzata e di poteri particolari.

Oltre la Terra

La storia degli Eterni e dei Devianti si perde tra mito e leggenda, ma sappiamo che molto, molto tempo fa scoppiò una tremenda guerra civile all’interno della fazione stessa degli Eterni, contraddistinta da due visioni contrapposte. Una fazione, guidata da Crono, pensava che gli Eterni dovessero continuare nella loro opera di protezione della razza e del genere umano, mentre Uranos, il fratello, covava pensieri espansionistici, vedendo in futuro la possibilità di conquistare e sottomettere le altre razze. La guerra si concluse con la vittoria di Crono, e la fazione di Uranos fu costretta ad abbandonare la Terra e a rifugiarsi su – ma guarda un po’ – Urano per costruire una nuova colonia. L’esilio porterà, indirettamente, a un evento che sconvolgerà in futuro l’intero universo Marvel: due Eterni della fazione di Uranos cercheranno infatti di tornare sulla Terra per riprendere la guerra, venendo però dirottati da una nave Kree (che a loro volta scopriranno le potenzialità degli Eterni e si dirigeranno sulla Terra per dar vita ai primi Inumani terrestri) e costretti a un atterraggio di fortuna su Titano, luna di Saturno. Qui verrà creata una nuova colonia di Eterni, che sarà ancora una volta sconvolta da una nuova guerra, e tra i pochi sopravvissuti ci sarà Sui-San. La donna incontrerà poi A’lars, Eterno proveniente dalla Terra che decise di allontanarsi dal fratello Zuras scelto per diventare nuovo leader del gruppo, col quale instaurerà una relazione amorosa e darà vita a una particolare variante di Eterni più potenti e longevi grazie alla fusione dei geni.

Se seguite solamente il Marvel Cinematic Universe, questi due nomi probabilmente non vi dicono nulla – a meno che non vi riveli che il vero nome di Mentore è in realtà A’lars. I più attenti, forse, si sono già accorti del particolare dettaglio: A’lars è il nome che viene citato in Avengers: Infinity War dal Teschio Rosso, custode della Gemma dell’Anima, su Vormir, una volta che Thanos si palesa di fronte a lui insieme a Gamora. “Thanos, figlio di A’lars”, questa è la frase che il fu nemico di Captain America rivolge al Matto Titano. Proprio così: Mentore e Sui-San , i due Eterni che, nei fumetti, crearono la colonia sulla luna Titano, sono i genitori di Thanos, che a sua volta è quindi un Eterno – molto particolare, a dire il vero. Sarà così anche nel MCU? È ancora troppo presto per dirlo, soprattutto perché sembra evidente che il pianeta Titano visto sul grande schermo non è la luna di Saturno del nostro Sistema Solare, bensì un corpo celeste differente.

Tornando alla Terra, la colonia degli Eterni, come detto in precedenza, è guidata da Zuras, figlio di Crono. Sotto il suo comando, gli Eterni costruiranno alcune grandi città eterne, vale a dire Polaria, Oceana e Olimpia, quest’ultima ben nota alle antiche civiltà greche. Proprio la città di Olimpia, situata sulle montagne della penisola ellenica, consentirà l’incontro/scontro tra gli Eterni e gli dèi del pantheon come Zeus, che stringeranno però con Thena un accordo particolare consentendo a lei e agli Eterni di continuare a vivere in tale città a patto di impersonare gli déi dell’Olimpo di fronte agli umani.

Nei millenni successivi, la storia degli Eterni si incrocerà in più occasioni con volti noti dell’universo Marvel, con conseguenze talvolta devastanti. 18 mila anni fa, ad esempio, gli Eterni furono costretti a scendere in campo durante una battaglia tra i Devianti e i Celestiali, tornati sulla Terra, che fu talmente distruttiva da causare l’affondamento in mare di Mu e Atlantide, la città che un giorno sarà governata da Namor. Successivamente, alcuni noti eroi degli Eterni si scontrarono contro il mutante Apocalisse, ben prima dell’avvento degli X-Men; collaborarono poi con Thor intorno all’anno 1000, privandolo però dei ricordi in quanto non desideravano essere trovati.

Gli Eterni tornarono particolarmente in azione a partire dalla Seconda Guerra Mondiale, quando alcuni di loro crearono un’alleanza con umani e Devianti al fine di creare una nuova razza superiore e governare il pianeta – senza successo. La verità è che, come per gli esseri umani, anche gli Eterni rappresentano una complessa razza di super-esseri, tra i quali troviamo eroi ma anche potenziali bombe a orologeria che potrebbero scatenare il loro potere da u momento all’altro. Possiamo comunque affermare che le più importanti interazioni con l’universo Marvel arrivarono proprio negli anni ’70, all’epoca del loro esordio editoriale (quello che avete visto è anche frutto delle numerose storie flashback proposte negli anni), portandoli a interagire con i personaggi che ben conosciamo.

Il vero esordio

La rivelazione degli Eterni al mondo avviene quando Ikaris, uno degli Eterni più conosciuti, accompagna l’archeologo Daniel Damian e sua figlia Margo in una città nelle Ande, nella quale riposa Ajak. Vecchia conoscenza di Ikaris, Ajak era un Eterno al quale i Celestiali, all’epoca della guerra con i Devianti, avevano donato un comunicatore per rintracciare la Terra e giungere nuovamente sul pianeta quando sarebbe giunto il momento. Il momento stava effettivamente per arrivare, e questo attirò le attenzioni dei Devianti, che attaccarono l’umanità e in particolare New York – ma pensa un po’ che originalità – per far uscire allo scoperto gli Eterni.

Ikaris, Zuras, Thena e gli altri Eterni decisero così di mostrarsi all’umanità, proprio nel momento in cui i grandi déi cosmici come Odino si stavano preparando a un potente attacco ai Celestiali, per respingerli e proteggere la Terra. La battaglia portò alla morte di Zuras, che lasciò poi nelle mani della figlia Thena la guida degli Eterni, ormai ben noti e rivelatisi ai supereroi dell’umanità. In varie occasioni successive, gli Eterni collaborarono attivamente con i Vendicatori (addirittura Gilgamesh e Sersi ne fecero parte, seppur per un breve periodo), i quali ricambieranno il favore in più occasioni quando i Devianti decidono di tentare nuove offensive ai loro diretti rivali.

Senza andare oltre o scendere troppo nei particolari – parliamo di personaggi che hanno sulle spalle quasi 50 anni di fumetti, e raccontarne tutte le storie sarebbe impossibile -, gli Eterni, al di là dello scossone iniziale, non hanno mai avuto una fortuna editoriale particolarmente eclatante, venendo spesso utilizzati come personaggi di contorno e di supporto ad altre storie. Non è un caso che nei grandi crossover Marvel, sin dai tempi di Civil War nel 2007, gli Eterni non siano mai (o quasi) comparsi con ruoli di rilievo. Negli ultimi anni, gli Eterni sono stati poi protagonisti di un corposo retcon delle loro origini nei fumetti, che è andato a intaccare soprattutto le loro abilità: da esseri superiori, gli Eterni sono diventati una sorta di razza programmata dai Celestiali e probabilmente limitata nel libero arbitrio, che non possono ad esempio attaccare direttamente i loro creatori per alcun motivo – scelta che, se vi ricordate quanto detto in precedenza, si ritrova a cozzare con il loro esordio a fumetti nel quale collaborarono con gli déi per respingere i Celestiali.

La storia millenaria (e oltre) degli Eterni, comunque, ha permesso ai personaggi di entrare a far parte in più occasioni delle storie Marvel, pur senza riscuotere un grande successo – in Italia, ad esempio, i personaggi sono sconosciuti al grande pubblico, a meno che il fenomeno Thanos non abbia fatto riscoprire ai (non solo) giovani lettori alcune grandi saghe del passato. Creato nel 1973 da Jim Starlin, Thanos venne infatti riadattato come figlio di due Eterni, i già citati A’lars e Sui-San, con una caratteristica sindrome deviante che gli ha conferito il suo particolarissimo aspetto, tanto da essere considerato un demonio sin da bambino. Protagonista di indimenticabili saghe a fumetti come The Infinity Gauntlet, Thanos ha sempre avuto un particolare rapporto con suo padre Mentore e suo fratello Eros, meglio conosciuto come Starfox, entrambi appunto Eterni che sono comparsi in varie occasioni nelle storie a lui dedicate.

Gli Eterni del film

Chi sono gli Eterni che prenderanno parte al film Eternals, in arrivo a novembre? Ecco un rapido elenco, che comprende anche i poteri dei vari personaggi – perlomeno quelli delle loro controparti a fumetti.

  • Thena (Angelina Jolie): feroce guerriera Eterna, figlia di Zuros, che può formare qualsiasi arma dall’energia cosmica. Ha un particolare legame con Gilgamesh.
  • Sersi (Gemma Chan): Eterna dalle risorse illimitate: possiede una forza sovrumana, è in grado di manipolare gli atomi e generare onde elettromagnetiche, oltre ad avere poteri telepatici e telecinetici, immortalità e abilità di volare.
  • Ikaris (Richard Madden): leader degli Eterni, è in grado di volare, proiettare raggi di energia cosmica dai suoi occhi, ed è inoltre dotato di una forza sovrumana.
  • Kingo (Kumail Nanjiani): capace di generare proiettili di energia cosmica dalle sue mani.
  • Makkari (Lauren Ridloff): la sua supervelocità potenziata dall’energia cosmica le consente addirittura di esplorare altri pianeti.
  • Phastos (Brian Tyree Henry): oltre a essere un Eterno, Phastos è anche un inventore, e spesso ha segretamente aiutato l’umanità a progredire tecnologicamente.
  • Ajak (Salma Hayek): è in grado di manipolare l’energia cosmica e manipola la struttura degli oggetti a livello molecolare, ha un controllo totale sulla sua forma fisica, è virtualmente immortale e può infatti guarire facilmente dalla maggior parte delle ferite infertegli
  • Gilgamesh (Don Lee): è in grado di proiettare un esoscheletro di energia cosmica.



Abbiamo parlato di:

Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.




Scrivi un commento