Anche Call of Duty sarà invaso dagli NFT? Activision ci starebbe pensando

Di Andrea "Geo" Peroni
5 Aprile 2022

Anche Call of Duty si interesserà presto al sempre più prolifico mercato degli NFT? Sembra proprio di sì.

In attesa di sapere se l’acquisizione di Activision Blizzard da parte di Microsoft sarà ultimata, l’azienda resta saldamente al comando della sua serie sparatutto, con l’intenzione peraltro di spremerla il più possibile.

Come segnalato negli ultimi giorni, infatti, attualmente sono ben 12 gli studi di Activision impegnati sullo sviluppo di COD. Oltre a Treyarch e Sledgehammer, che si stanno ancora occupando di Vanguard, abbiamo infatti anche Activision, Activision Shanghai Studio, High Moon Studio, Raven Software per Warzone, Beenox, Digital Legends Entertainment, Toys for Bob, Demonware e Solid State Studios. A questi si unisce ovviamente Infinity Ward, che sta lavorando a Modern Warfare 2 e al prossimo Warzone.

Molti di questi studi, stando a precedenti report, sarebbero attivi come supporto proprio a Infinity Ward per MW2, sul quale Activision punta tantissimo.

LEGGI ANCHE: Activision annuncia Warzone Mobile!

Proprio con Modern Warfare 2 potrebbe arrivare una delle caratteristiche più discusse dei tempi recenti, vale a dire il supporto agli NFT.

Per il momento non esiste alcuna conferma ufficiale, ma l’insider Ralph ha riportato alcune voci di corridoio giunte alle sue orecchie secondo le quali Activision starebbe effettivamente prendendo in considerazione l’idea di inserire gli NFT a partire dai prossimi giochi della saga, vale a dire appunto MW2 e Warzone 2, la nuova iterazione del battle royale.

La notizia, come dicevamo, non è confermata, ma non sorprenderebbe di certo se venisse confermata. Activision non ha mai dichiarato di voler restare distante dal mondo degli NFT, e difficilmente un colosso come l’azienda americana non tenterà un approccio a questo prolifico mercato, come del resto hanno già fatto alcuni competitor come ad esempio Ubisoft e Square Enix, il cui CEO spera addirittura che diventino la nuova moda del mondo dei videogiochi.




Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.




Scrivi un commento