Bloodborne – Hidetaka Miyazaki parla di armi e rigiocabilità

Di Matteo "bovo88" Bovolenta
23 Marzo 2015

Il game director di Bloodborne, Hidetaka Miyazaki, in un’intervista rilasciata al PlayStation Blog ha rivelato nuove informazioni sulle armi e sulla rigiocabilità del titolo sviluppato dalla sua casa, From Software.

Per essere più precisi, in seguito alla domanda su come funziona il sistema delle armi e se ci saranno lo stesso numero di armamenti prensenti nella serie Souls, il developer nipponico ha risposto:

“Il numero di armi fisicamente presenti in Bloodborne è inferiore a quelle di un capitolo di Souls, ma questa è stata una decisione dettata da scelte di game design.

Le armi si possono trasformare, così da utilizzarle in svariati modi e adottare diverse strategie. Sarà possibile inoltre personalizzarle con le gemme del sangue. Ne esistono di diversi tipi e se ne possono incastonare fino a un massimo di tre alla volta. Per esempio, una gemma potrebbe permettere di consumare meno energia per colpo.

Si possono ottenere molte combinazioni diverse, dunque in realtà il minor numero di armi presenti in Bloodborne rispetto a Souls viene bilanciato da questo elemento di personalizzazione, a seconda dell’utilizzo che si vuole fare dell’arma stessa. In un certo senso, la varietà è ancora presente, ma non è più legata alla quantità ma alla qualità.”

Bloodborne3

Continuando l’intervista, è stato chiesto a Miyazaki-san come sarà la rigiocabilità, con la Nuova Partita+, in Bloodborne:

“L’impostazione di fondo è essenzialmente la stessa, ma giocando credo che noterete delle differenze con i vari Souls. In Bloodborne c’è lo stesso fattore rigiocabilità visto in Dark Souls, ma si tratta di due titoli diversi, in grado di regalare esperienze differenti nelle modalità Nuova partita + o Nuova partita ++ o tutte le volte che deciderete di riprendere in mano il gioco.

Per fare un esempio, in Bloodborne non esiste uno stile di gioco difensivo. La cosa inizia a farsi più evidente giocando svariate volte in modalità Nuova partita +. In definitiva, i giocatori possono provare sensazioni diverse in Nuova partita + rispetto a un titolo della serie Souls. Mi piacerebbe che sfidassero se stessi per vedere cosa riescono a ottenere dalla modalità Nuova partita +.”

Ricordiamo che Bloodborne è in arrivo il 25 marzo, in esclusiva su PlayStation 4.



Appassionato di videogiochi e console di ogni tipo, tecnologia ed informatica. Amante dei manga ed anime giapponesi, e della cultura nipponica in generale. Ha iniziato a videogiocare molto giovane prima con SNES e Game Boy, per poi passare a PlayStation. Da allora ogni genere di gioco lo ha sempre affascinato. Gli piace informarsi e tenere informati su questo fantastico mondo virtuale.