Call of Duty, pausa nel 2023 oppure no? Activision sembra confermare la nuova uscita

Di Andrea "Geo" Peroni
2 Agosto 2022

Certamente ricorderete il celebre report di Bloomberg, nel quale il portale spiegava che, in seguito ai problemi e ai ritardi incontrati nello sviluppo, COD 2023 sarebbe slittato all’anno successivo interrompendo la cadenza annuale del franchise per la prima volta nella sua storia.

Le cose, in realtà, sembrano essere molto diverse – e cioè esattamente uguali all’abituale situazione.

Molti giocatori fremono per avere notizie sul prossimo Call of Duty: Modern Warfare 2, il cui ciclo vitale, secondo le indiscrezioni degli ultimi mesi, sarebbe durato due anni con tanto di supporto a Warzone 2 e inedita modalità DMZ. Alcuni utenti hanno però dimostrato scarso interesse in questo lungo supporto, e le notizie che giungono oggi dall’America faranno piacere a questa fetta di giocatori.

Il report finanziario di Activision, rilasciato l’1 agosto, indica infatti che il franchise molto probabilmente riceverà un gioco premium AAA il prossimo anno, e ciò significa che Call of Duty 2023 non salterà l’appuntamento.

LEGGI ANCHE: Come ottenere un codice per la beta di MW2

Il comunicato stampa di Activision Blizzard per il secondo trimestre 2022 in cui la società rivela i propri guadagni per il periodo in questione contiene alcuni passaggi interesanti. Per cominciare, sembra che Vanguard e Warzone siano riusciti ad aumentare le entrate di gioco nel secondo trimestre, migliorando una situazione al di sotto delle aspettative in precedenza.

Nonostante questo aumento, l’azienda ha comunque prodotto numeri anno su anno inferiori al previsto, anche se non possiamo dire che questi scarsi numeri abbiano influenzato le decisioni sui futuri titoli di Call of Duty. Certo è che, come dichiarato in precedenza, Vanguard ha insegnato ad Activision che il setting della seconda guerra mondiale non è più interessante.

Inoltre, pensando al futuro, il rapporto suggerisce anche un nuovo titolo premium di Call of Duty nel 2023.

Sebbene nulla sia stato ancora confermato, la dicitura trovata nel rapporto suggerisce sicuramente una versione del 2023.

È bene far notare che, nel passaggio del rapporto finanziario appena linkato, Activision si riferisce a “contenuti premium”, che non per forza potrebbero essere interpretati come un titolo nuovo di zecca. Call of Duty 2023 potrebbe infatti essere rimpiazzato da una sorta di espansione per Modern Warfare 2, o da un’esperienza tutta nuova ancora non annunciata.

Naturalmente, non ci resta che attendere per sapere cos’abbia in serbo Activision per il futuro.

Prima di lasciarvi, vi ricordiamo che quest’anno Modern Warfare II sarà accompagnato dal battle royale Warzone 2, che introdurrà nuove meccaniche ispirate a Blackout di Black Ops 4 ed Escape from Tarkov.

Nel 2023 arriverà inoltre una nuova modalità DMZ, di cui abbiamo avuto i primi dettagli.

Nel frattempo, continua il supporto di Raven a Warzone Pacific, che recentemente ha visto l’arrivo di un’importante modifica alla mappa di Fortune’s Keep.

Fonte



Abbiamo parlato di:

Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.




Scrivi un commento