Cyberpunk 2077 – Le vendite digitali colano a picco (e non è solo colpa di PS Store)

Di Andrea "Geo" Peroni
19 Marzo 2021

Non sono stati certo mesi facili per Cyberpunk 2077 e soprattutto CD Projekt Red, che dopo il lancio del suo ultimo gioco a dicembre ha dovuto fare i conti con una feroce ondata di polemiche.

Dopo l’iniziale sbandata, lo studio polacco ha iniziato a raccogliere i cocci, si è scusato con l’utenza e ha stabilito le tempistiche per la roadmap del 2021, che comprende DLC gratuiti e le versioni per PS5 e Xbox Series X|S del gioco. Sfortunatamente, i nuovi update hanno subito ulteriori ritardi per colpa di un attacco hacker che ha colpito CDPR, e a questi disagi dobbiamo aggiungere un ulteriore problema che caratterizza la produzione da ormai 3 mesi: Cyberpunk 2077 non è acquistabile da PlayStation Store, con Sony che decise di rimuovere il gioco dalle vendite a dicembre a causa dei numerosi disagi.

Il 2020 di Cyberpunk 2077: dalle stelle alle stalle | Speciale

Nonostante CDPR stia dedicando anima e corpo a migliorare e completare il gioco, le vendite di Cyberpunk 2077 hanno subìto un pericoloso calo, un trend che potrebbe proseguire nei prossimi mesi rivelandosi un pessimo effetto collaterale del lancio evidentemente prematuro.

M Science, società di ricerca e analisi del mercato, ha pubblicato alcuni interessanti dati sulle vendite digitali di Cyberpunk 2077, evidenziando come, seguendo il trend classico dei giochi, queste siano in discesa. Il problema è che questo trend, per quanto riguarda il gioco di CD Projekt Red, è esageratamente negativo nei confronti di altri titoli, con le vendite digitali che sono colate a picco.

La società ha confrontato i dati con le vendite di Call of Duty: Black Ops Cold War e Assassin’s Creed: Valhalla, altri due produzioni AAA uscite nello stesso periodo, e ha evidenziato come il crollo delle vendite di Cyberpunk 2077 sia molto più importante.

La rimozione del gioco dal PS Store ha certamente “aiutato” questo trend discendente, ma M Science specifica che il calo delle vendite digitali riguarda il gioco nel suo complesso e anche su altre piattaforme. Se il gioco fosse acquistabile online anche su PS4, insomma, le cose non sarebbero molto più positive per CDPR.

“Abbiamo riscontrato una significativa decelerazione nel ritmo delle vendite di unità digitali di Cyberpunk 2077 nei nostri dati”, ha spiegato tramite e-mail Corey Barrett, analista senior di M Science. “Riteniamo che la società potrebbe vendere fino a 500.000 unità digitali nel trimestre di marzo. Ciò si basa sull’entità della decelerazione che abbiamo osservato, prendendo in considerazione alcuni dei commenti che la società ha fornito sulle vendite iniziali post-lancio. Ovviamente, la decelerazione è in parte una funzione della rimozione del gioco dal PlayStation Store, sebbene le vendite incrementali appaiano depresse su altre piattaforme in cui il titolo rimane in vendita”.

Analizzando le vendite di Black Ops Cold War e AC Valhalla, sempre Barrett conferma che Cyberpunk 2077 sta subendo un rallentamento molto più importante, e che il tasso di decadimento di vendita delle nuove unità digitali è molto più alto rispetto ai concorrenti usciti nello stesso periodo.

In altre parole, le vendite digitali di Cyberpunk 2077 sono diminuite molto più velocemente di quanto avrebbero dovuto per un gioco di questa portata, e la colpa non è da attribuire esclusivamente alla rimozione da PS Store.

Fonte



Abbiamo parlato di:

Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.




Scrivi un commento