Death Stranding bombardato di recensioni negative per colpa di… Cyberpunk 2077

Di Andrea "Geo" Peroni
18 Dicembre 2020

Sembra assurdo, eppure il 2020 ci ha regalato anche questo.

Nella giornata di ieri, come vi abbiamo segnalato in questa notizia, Kojima Productions e CD Projekt Red hanno annunciato una speciale collaborazione.

Su Death Stranding, il gioco diretto da Hideo Kojima pubblicato nel novembre 2019 su PS4 e da pochi mesi anche su PC, sono infatti in arrivo alcune missioni e contenuti gratuiti dedicati a Cyberpunk 2077, il nuovo open world GDR dei creatori di The Witcher che, come ben saprete, sta facendo parlare moltissimo di sé.

Una bella iniziativa, no? Ecco, no.

Perlomeno questo è quello che ha pensato una discreta fetta della community, la quale, indignata per gli eventi che circolano intorno a Cyberpunk 2077 dal lancio del gioco, ha deciso di riversare tutto il suo odio proprio nei confronti di Death Stranding.

Il gioco di Kojima Productions, nelle ultime ore, è stato preso d’assalto dagli utenti inferociti, che hanno deciso di bombardare Death Stranding di recensioni negative. La motivazione non riguarda il gioco in sé, ma l’oggetto della collaborazione, Cyberpunk 2077, al centro di un dibattito mediatico quasi senza precedenti per la storia del medium.

Se ci seguite costantemente, saprete che Cyberpunk 2077 sta facendo i conti con numerosi problemi e relative polemiche sin dallla sua uscita avvenuta il 10 dicembre. Solo pochi giorni dopo il lancio, CD Projekt Red si era detta sinceramente dispiaciuta per lo stato del gioco su PS4 e Xbox One, dichiarandosi pronta al rimborso per gli utenti scontenti.

Nella notte di oggi, poi, è arrivato un nuovo clamoroso capitolo di questa vicenda: Sony ha infatti rimosso totalmente Cyberpunk 2077 dal PlayStation Store, rimborsando poi tutti gli utenti che ne faranno richiesta.

In tutta questa vicenda, che sta costando carissima a CDPR – in tutti i sensi: le azioni dell’azienda stanno colando a picco – è finito nel mezzo delle ostilità appunto anche Death Stranding, che, in realtà, non ha alcuna colpa.

Un esempio di scarsa maturità da parte della community, che sta danneggiando la percezione di Death Stranding per “vendicarsi” di Cyberpunk 2077.

Fonte



Abbiamo parlato di:

Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.




Scrivi un commento