GTA 6: tutto su Mappa, Gameplay, Data di uscita, Personaggi

Di Andrea "Geo" Peroni
24 Ottobre 2019

Molti di voi si chiedono e ci chiedono spesso: ma ci sono notizie di GTA 6? Quello che con molta probabilità sarà il prossimo gioco di Rockstar Games, è atteso ormai da molti anni ed è ogni settimana al centro di nuovi rumor e indiscrezioni che non fanno altro che aumentare l’hype intorno al progetto.

Veniamo quindi in soccorso noi, qui, oggi, in questo mega riassuntone di tutto quello che sappiamo su GTA 6 su protagonisti, gameplay, data di uscita e molto altro. Cominciamo subito!

PROTAGONISTI e PERSONAGGI

Fino ad oggi, non è mai capitato che il protagonista di un capitolo della serie GTA venisse riproposto anche in un altro gioco. C’è una leggenda che vede un collegamento tra Claude di GTA 3 e il protagonista di GTA 2, ma si tratta di congetture. Per il momento, i protagonisti dei vari giochi sono sempre stati completamente originali, o al massimo riproposizioni di personaggi secondari di altri capitoli, o ancora famigliari di questi. Ecco l’elenco completo dei protagonisti di tutti i giochi, tanto per farvi capire di cosa parliamo:

  • GTA – Criminale senza nome
  • GTA 2 – Claude Speed
  • GTA 3 – Claude
  • GTA: Vice City – Tommy Vercetti
  • GTA: San Andreas – Carl “CJ” Johnson
  • GTA Advance – Mike
  • GTA: Liberty City Stories – Toni Cipriani (che già avevamo incontrato nel terzo capitolo)
  • GTA: Vice City Stories – Victor Vance (fratello di Lance, villain finale di Vice City)
  • GTA 4 – Niko Bellic
  • GTA 5 – Franklin Clinton, Michael DeSanta, Trevor Phillips

Scartiamo dunque l’idea di un ritorno di un volto noto, perlomeno come protagonista di GTA 6. Per il momento non abbiamo alcuna notizia ufficiale su questo argomento, in ogni caso, ed è difficile ipotizzare il ritorno di alcune di queste figure anche solo come cameo o easter egg. Il “multiverso” di Grand Theft Auto si sviluppa su più timeline e storyline, che solo in alcuni casi si intrecciano: i primi due capitoli ad esempio hanno diversi punti in comune; abbiamo poi il macroverso di GTA 3, che comprende anche Vice City, San Andreas, Advance e i due spin-off, tutti giochi ambientati chiaramente nello stesso universo narrativo e con vari personaggi che tornano in più occasioni (Claude di GTA III, ad esempio, appare di sfuggita nel prequel GTA San Andreas insieme a Catalina, che a sua volta sarà lo tradirà proprio a Liberty City). GTA 4 e GTA 5, invece, secondo alcuni indizi e teorie convivono nello stesso universo, ma la conferma ufficiale non è mai avvenuta. Insomma, non pensate di rivedere tanto facilmente alcuni volti noti anche in GTA 6.

Possiamo però andare ad analizzare i vari rumor che si sono susseguiti negli anni, che delineano un futuro innovativo per GTA 6 sul fronte del protagonista. Le indiscrezioni più quotate parlano di un sistema simile a quello di Grand Theft Auto V, con però due protagonisti al posto dei tre che abbiamo impersonato nell’ultimo gioco. Non una gran sorpresa, direte voi, eppure c’è sotto qualcosa di più: secondo vari rumor che si rincorrono da molti mesi, Rockstar avrebbe infatti deciso di apportare una novità epocale per il franchise inserendo per la prima volta una protagonista femminile. Un uomo e una donna, dunque, si potrebbero dividere il ruolo da protagonista nella storia di Grand Theft Auto VI, il che porterebbe a qualche possibile implicazione differente da quello a cui siamo stati abituati. Rockstar ha sempre proposto personaggi femminili nei suoi videogiochi, con ruoli anche molto importanti, ma mai come protagoniste. Questa decisione avrà forse una qualche ripercussione sul gameplay e sull’esperienza “classica” di GTA?

In un altro rumor, che fece abbastanza scalpore alcuni mesi fa, si parlava invece più nel dettaglio di un singolo protagonista per GTA 6. Un delinquente originario di Liberty City, che si sarebbe poi presto unito ad una gang di Vice City con l’intento di mettere in piedi un piccolo impero criminale. Una premessa che però, apparentemente, sembra ricalcare fin troppo la trama proprio di GTA: Vice City.

MAPPA E AMBIENTAZIONE

Per quanto riguarda l’ambientazione, le indiscrezioni puntano il dito verso sostanzialmente due possibilità, entrambe plausibili.

La prima, protagonista dei rumor più recenti, parla di una permanenza della serie nello stato di San Andreas già visto in GTA V, ma questa volta “sconfinando” nelle altre due grandi metropoli del paese. Nell’ultimo videogioco, era infatti presente la sola Los Santos come città, ma i fan della serie sanno bene che, come abbiamo visto in GTA: San Andreas, anche San Fierro e Las Venturas, parodie delle reali San Francisco e Las Vegas, fanno parte di questo stato. Secondo le ultime voci, GTA 6 ci porterà proprio a visitare nuovamente queste due città, che saranno riproposte con proporzioni mastodontiche. Si parla addirittura di una mappa di gioco globale grande almeno 4 volte quella di GTA 5, ma che non vuole stupire solamente per grandezza. Gli sviluppatori sarebbero infatti impegnati a dettagliare il più possibile ambienti esterni ma soprattutto interni, oltre a rendere tutto il mondo molto più vivo e dinamico. Una prospettiva che sicuramente ci alletta.

A dire il vero, però, dalle nostre parti stiamo pregando perché si realizzi quello che è l’altra grande indiscrezione intorno all’ambientazione di GTA 6, che parla invece di Vice City. La città del vizio, che fa il verso a Miami, è ormai lontana dai nostri schermi da quasi 15 anni, e tornare a girovagare per le sue vie è un sogno che molti si aspettano venga presto esaudito. Senza nulla togliere alle altre opzioni San Fierro e Las Venturas, Vice City può contare su più ambienti e soprattutto più varietà, oltre che richiamare l’atmosfera degli anni ’80 della quale il gioco del 2002 era intrisa fino al midollo. In questo senso, GTA 6 potrebbe essere ambientato anche nel passato, per quanto ne sappiamo, e proprio Vice City potrebbe essere la giusta location per metterlo in scena.

Sembra scartata, invece, la voce di alcuni anni fa che parlava di una gigantesca mappa per GTA 6 con tutti gli Stati Uniti. Forse si è sempre trattato di una voce infondata, o forse Rockstar ha dovuto ridimensionare le proprie aspettative. Chissà.

GAMEPLAY

Per quanto riguarda il gameplay di GTA 6, ovviamente il core dell’esperienza sarà sempre quello che ben conosciamo: open world free roaming, action, tanta azione e soprattutto politicamente molto, molto scorretto. Quel che non sappiamo è come Rockstar gestirà l’impianto, e naturalmente questo dipenderà anche dalla natura del protagonista e della sua storia.

Il rumor relativo a GTA 6 ambientato a Las Venturas e San Fierro, ad esempio, delineava un videogioco con diversi punti in comune tra GTA: Vice City e GTA: San Andreas, con il ritorno di varie meccaniche tra cui la guerra tra gang e soprattutto la creazione di un vasto impero economico fatto di denaro e proprietà come night club, casinò e molto altro. Come ben ricordate, CJ si ritrovò impegnato a ricostruire la gang di Groove Street sciolta da Raider e Big Smoke, mentre Vercetti nella città del vizio si impose come l’uomo più potente tra tutti, mettendo le sue mani su praticamente tutte le attività del luogo. Una prospettiva di questo tipo ci alletta non poco: da anni, in GTA, non si ha la possibilità di creare il proprio impero del male, e noi fremiamo per poter rivedere questa feature.

Altre indiscrezioni, invece, parlano di una storia che addirittura varierà a seconda delle nostre scelte. Qualcosa di già abbozzato in GTA V nel finale, se ci pensate: l’ultima missione, con protagonista Franklin, ci chiedeva di scegliere se uccidere Michael, Trevor oppure di salvarli entrambi, modificando di fatto l’endgame. GTA 6 potrebbe forse riproporre questa meccanica, ma in maniera più massiccia e incisiva.

Infine, si parla anche di GTA Online. Lo straordinario successo di Grand Theft Auto 5 è anche e soprattutto dovuto al suo incredibile comparto multigiocatore, ed è impossibile pensare che Rockstar non decida di riproporre una modalità di questo tipo anche nel suo prossimo gioco.

DATA DI USCITA

La data di uscita è forse l’aspetto che più interessa ai giocatori e fan della serie, non abituati ad un’attesa così lunga. GTA V ha debuttato nel settembre del 2013, e dunque sono passati ben 6 anni senza avere un nuovo capitolo della serie – tralasciando ovviamente la remastered uscita per PS4 e Xbox One. Ai tempi di PS2 e Xbox, se ben ricordate, la frequenza era molto più alta, quasi annuale: GTA III venne lanciato nel 2001, Vice City l’anno successivo, per San Andreas dovemmo attendere fino al 2004, e poi nel giro di un altro paio d’anni arrivarono anche gli spin-off su PSP riproposti in seguito anche su console fisse. Dopo l’uscita di PlayStation 3 e Xbox 360, con GTA IV, il modus operandi di Rockstar si è però inevitabilmente dovuto adattare ai nuovi ritmi di sviluppo dei videogiochi, più lunghi e dispendiosi. Tra il quarto e il quinto capitolo passarono ben 5 anni, e oggi, a più di 6 anni da GTA V, siamo ancora orfani di un nuovo gioco.

I più recenti rumor parlavano di una oltremodo ottimistica previsione: GTA VI sarà lanciato nell’autunno 2020. Inutile dire che un’indiscrezione di questo tipo, oltre a essere infondata, è anche assolutamente insensata. Siamo a poche settimane dalla conclusione del 2019, e Rockstar Games, che solitamente annuncia i suoi nuovi titoli almeno un anno prima del lancio, non ha ancora fatto parola del presunto Grand Theft Auto 6. Pubblicare il gioco il prossimo autunno, in concomitanza con il lancio delle prossime console, è praticamente impossibile. E non ve lo diciamo per abbattere il vostro stato d’animo, siamo semplicemente realisti. Basti pensare al “recente” Red Dead Redemption II, annunciato nell’autunno 2016 e pubblicato poi due anni dopo. Nello stesso rumor, peraltro, si faceva riferimento a GTA 6 come una possibile esclusiva temporale di un mese per PlayStation 5, altra voce estremamente poco credibile.

Molto più affidabile è invece la previsione di un analista di Jefferies, che lo scorso luglio ha diffuso i suoi pensieri in merito all’operato di Take-Two Interactive e al tanto desiderato GTA 6. Secondo Alex Giaimo, il colosso si starebbe concedendo tutto il tempo possibile per lo sviluppo del suo prossimo gioco, e non vuole dare alcuna fretta a Rockstar. La finestra temporale più probabile, secondo l’analista, è quella dell’anno fiscale 2022 (dunque tra marzo 2022 e marzo 2023), una previsione che ha il suo perché. Con PlayStation 5 e Xbox Scarlett in uscita nel 2020, dopo un paio d’anni le console avranno già una solida base installata in tutto il mondo, e quello sarà il momento giusto per il lancio di uno dei giochi più attesi di sempre.

Insomma, GTA 6 uscirà nel 2020 su PS4 e Xbox One? Al 99.9999999%, no. E anzi, al 99% il gioco non vedrà proprio la luce sulle console current-gen. I tempi sono ormai maturi per i futuri hardware, e sarebbe controproducente per Rockstar pubblicare un gioco “castrato” per i sistemi attuali e completo per la next-gen. Si rischierebbe di nuovo il problema di GTA V, che su PS3 e Xbox 360 vide spegnere il supporto al multiplayer dopo alcuni mesi dal passaggio su PS4 e Xbox One.



Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.