[Guida] Zelda: Breath of the Wild, soluzione completa al ritorno di Link

uagna zelda
Di Federico "Blue" Marchetti
1 Marzo 2017

The Legend of Zelda: Breath of the Wild è un’avventura enorme e ricca di enigmi e segreti. Per questo motivo potrebbe essere normale essere bloccati in un punto e non sapere proprio più che cosa fare. Ecco che arriviamo noi in vostro soccorso con la guida alla soluzione completa per il ritorno di Link.

Nei prossimi giorni arricchiremo questa guida con nuove informazioni utili a sconfiggere i quattro boss principali, oltre che trovare tutti gli oggetti più potenti con i quali rendere lo scontro finale una passeggiata.

Quindi mettete questa pagina tra i vostri preferiti e segnalateci se avete bisogno di un qualche aiuto per completare una quest. Cercheremo di aggiornare velocemente i contenuti e aiutarvi il più possibile.

Collezionabili

Consigli

La maggior parte della storia di Breath of the Wild è raccontata attraverso splendidi filmati che riportano alla mente dello smemorato protagonista alcuni momenti del suo passato. La simpatica Impa vi darà qualche suggerimento su come recuperare queste memorie, ma la sfida presenta più di una complicazione e per questo qui vi spieghiamo meglio come sbloccare tutti i filmati.

Dopo aver incontrato Impa presso il villaggio Calbarico e restaurato la Tavoletta Sheikah, l’arzilla vecchietta vi darà un nuovo compito, ovvero quello di recuperare le memorie di 100 anni fa. Grazie ad esse potrete ricostruire la storia di Breath of the Wild, ch enon fa mai male, oltre che godervi una manciata di filmati ottimamente doppiati e animati.

Per sbloccare questi filmati dovrete tornare esattamente nel luogo nel quale le 12 foto presenti della Tavoletta sono state scattate e lasciare che i ricordi vi pervadano. Più semplice a dirsu che a farsi, dato che dovrete interpretare la geografia di Hyrule, oltre che dovrete immaginare lo stato della regione prima dell’arrivo della Calamità.

Ci sono 18 memorie in totale. 12 da recuperare tramite le foto, una che si sbloccherà una volta che avrete completato questo incarico e le altre che si sbloccheranno automaticamente durante il corso della storia.

Dove trovare le Immagini ricordo #2, #4, #6, #10 e #18

Per cominciare vi diciamo su quali ricordi non sbattere la testa. il secondo, il quarto, il sesto, il decimo e il diciottesimo ricordo saranno sblocccati automaticamente seguendo le missioni principali. Per questo motivo non fanno parte di questa guida.

Ricordo #1 / Immagine ricordo 1 – La finta cerimonia

Questa la prima memorie corrisponde anche con la prima foto della Tavoletta Sheikah. Capire dove trovarla è semplice, è un’area circolare proprio a sud del Castello di Hyrule chiamata Padiglione Cerimoniale, arrivarci è un po’ più complesso per via dei tanti guardiani che pattugliano la zona.

Ricordo #3 / Immagine ricordo 2 – Sicurezze e dubbi

Il terzo ricordo corrisponde alla seconda foto delle Tavoletta Sheikah. Lo potrete trovare poco più a nord dell’area nella quale comincerete l’avventure, tra il lago Aqua e quello di Locom. Cercate tra gli alberi una luce, tenendo presente che la foto mostra il lago di Locom e i Monti Gemelli sullo sfondo, quelli che si attraversano per andare al villaggio Calbarico.

Ricordo #5 / Immagine ricordo 3 – Il risentimento di Zelda

Si tratta della terza foto della Tavoletta di Sheikah. Per trovare il ricordo basterà attraversare il Ponte di Colbacco e salire sul versante sud del canyon, dove c’è il Sacrario di Teina Kyoza. Il ricordo è a pochi passi in direzione sud-ovest da ques’ultimo. Approfittatene poi per cercare la fontana delle Fate Radiose qui vicino.

Si tratta della quarta foto della Tavoletta di Sheikah. Si tratta di uno dei ricordi più semplici da trovare, dato che basterà dirigersi al Bazar Arsur nel deserto delle Gerudo per recuperarlo. Il punto corretto è sulla riva orientale (a destra) dello specchio d’acqua, ovvero nell’unico lato nel quale non ci sono mercanti e edifici.

Ricordo #8 / Immagine ricordo 5 – Una premonizione

Si tratta della quinta foto della Tavoletta di Sheikah. La potete trovare nella Valle di Oldin che si trova a sud della Città dei Goron, a ovest del Lago di lava Grangor. O volendo a nord del lago Nish, quello vicino allo stallaggio del bosco e del Sacrario di Miiro Tsuhi. Non c’è un modo semplice per raggiungerlo, dato che si trova su un picco circondato dalla lava.

Ricordo #9 / Immagine ricordo 6 – Principessa serena

Si tratta della sesta foto della Tavoletta di Sheikah. La potrete trovare a nord-est del castello di Hyrule, presso lo stagno maggiore del prato di Betula, alla destra del Sacrario Monya Toma e del Poggio Dormedolce. Salite sulla scogliera che domina lo stagno ed avvicinatevi al grande albero con il castello alle spalle per vedere il luogo in cui risvegliare le memorie.

Ricordo #11 / Immagine ricordo 7 – Al riparo dalla pioggia

Si tratta della settima foto della Tavoletta di Sheikah. La posizione è a sud di Ponte Appresso, tra il Colle Belvedere e il Lago Adeya su di un promontorio chiamato Altipiano Baumer vicino ad un grande albero con delle statue della madre davanti e un Korogu nascosto dentro.

Ricordo #12 / Immagine ricordo 8 – Padre e figlia

Si tratta dell’ottava foto della Tavoletta di Sheikah. Questa memoria la potrete trovare verso il termine dell’avventura, dato che si troverà sulla strada per il boss finale, ovvero all’interno del Castello di Hyrule. Potrete visitare il castello in ogni momento dell’avventura, basta non entrare nella sala del trono. Attenti, però, perchè ci sono tanti guardiani feroci a presidiare l’area. Potete penetrare il castello da più parti, sfruttando le cascate o tirando dritto e curandovi ogni volta che sarete colpiti dal letale occhio dei guardiani.

Una volta dentro questo ricordo potrà essere trovato nella parte occidentale del castello, in una delle stanze più in alto, dove un tempo c’era la stanza di Zelda. Al suo intenro c’è un diario, leggetelo e poi scalate il muro per andare al secondo piano dove c’è un camminatoio che vi porterà al laboratorio della principessa. Nel mezzo del cammino troverete questo ricordo.

Ricordo #13 / Immagine ricordo 9 – Il potere non si risveglia

Si tratta della nona foto della Tavoletta di Sheikah. Questa può essere recuperata nella regione di Akkala ad est dello stallaggio omonimo. Partendo dal Sacrario di Kah Tosa e dirigendosi verso il Monte Morte, poco distante c’è una depressione con al centro un tempio della dea Hylia. Qui sotto troverete un’interessante nuova quest e un nuovo toccante ricordo.

Ricordo 14 / Immagine Ricordo 10 – Verso il monte di Ranel

Si tratta della decima foto della Tavoletta di Sheikah. Dovrebbe essere facile trovare il posto, dato che si trova proprio sulla strada che attraversa la Piana Nichela, a est della piana di Hyrule, e ha un’enorme statua di un cavallo al centro. Il ricordo è nel Parco Sadino, che è facilmente raggiungibile partendo dal Sacrario sul Monte Satori e planando verso ovest.

Ricordo #15 / Immagine Ricordo 11 – Il ritorno della calamità

Si tratta dell’undicesima foto della Tavoletta di Sheikah. Si può trovare all’obra del monte Ranel, sulla punta orientale dello strano lago a forma di T. Oltre c’è lo Stagno della Purezza e il Nevaio di Neldran. Troverete il ricordo davanti alla Porta Est di Ranel, che vi farà intuire come le cose abbiano cominciato ad andare a rotoli…

Ricordo #16 / Immagine ricordo 12 – Disperazione

Si tratta della dodicesima foto della Tavoletta di Sheikah. Questa è l’ultima memoria che dovrete recuperare. Si trova nella parte nordorientale della Palude Senzafondo, in un boschetto sulla sinistra del fiume Hylia. Poco più a nord c’è un Sacrario e uno Stallaggio. Trovare il punto esatto è un po’ complesso, per fortuna il bosco è piccolo. Diciamo che si trova a sud di una grande roccia nel bel mezzo dello stesso.

Ricordo #17 – Il risveglio di Zelda

Si tratta dell’ultima memoria. La otterrete collezionando le precedenti 12 e tornando da Impa. Vi mostrerà un luogo che è sempre stato sotto il vostro naso.

Andate al Villaggio Calbarico e proseguite sulla strada a sud, quella che porta al Ponte Calbarico. Proseguite a sud fino allo Stallaggio dei Gemelli. A questa altezza andate verso est nell’acquitrino Fraxinux e state pronti a scoprire cosa successe 100 anni fa.

Ricordo #18 – La spada suprema

The Legend of Zelda: Breath of the Wild: dove trovare ogni fontana delle fate radiose

Nella serie di Zelda le Fate radiose sono sempre state molto importanti, dato che hanno sempre concesso grandi poteri a Link. In Breath of the Wild miglioreranno le armature dell’eroe, ma per farlo innanzitutto dovrete trovarle e in seconda battuta dovrete spendere un bel po’ di rupie e materiali per poter accedere ai potenziamenti.

Come potenziare le armature con le Fate Radiose

Potenziare le armature sarà gratuito e soprattutto queste dureranno per sempre e non si distruggerano il pochi istanti come le armi. Il vero problema è che per accedere ai servizi delle Fate radiose dovrete pagare una somma piuttosto ingente ù8si partirà da 100 rupie, fino ad arrivare alla folle cifra di 10.000!) e successivamente dovrete dar loro dei materiali per poter ottenere il miglioramento.

La Fata Radiosa Cotera vicino al villaggio Calbarico

La Fata Radiosa Cotera è molto facile da trovare e molto probabilmente sarà la prima che incrocerete. Si trova a ovest del villaggio Calbarico, la prima destinazione del gioco.

Il villaggio è dominato dal Sacrario di Taro Nihi e basterà proseguire a ovest per ritrovarsi in un boschetto dominato da un enorme bocciolo di fiore.

Basterà avvicinarsi e pagare il pegno e vedrete il bellissimo Fato..ehm, fata, emergere da dentro il bozzolo e offrire i suoi servigi.

Fata Radiosa Mija vicino ad Akkala

Mija è nascosta molto vicino ad una zona molto frequentata a nord del villaggio degli Zora e a Est di quello dei Goron e a sud del lago di Akkala. Si trova a margine della strada che porta al centro di ricerca di Akkala.

La sua posizione, però, la rende quasi invisibile dall’alto, molto più probabile, dunque vedere il sacrario di Dahi Shiino nelle sue vicinanze. Una volta raggiunto questo luogo basterà guardare a nord-est Per vedere il bozzolo in mezzo agli alberi. Una veloce planata, la solita tassa pagata e Mija comparirà in tutta la sua femminilità.

Fata Radiosa Kaysa vicino al ponte di Colbacco

La Fata Radiosa Kaysa si trova nella parte occidentale di Hyrule, tra le montagne rocciose che costeggiano la Gola Vapone. La fontana si trova dietro il Monte Becciacca, ovvero quello che ci si trova di fronte attraversando il Ponte di Colbacco con lo Stallaggio di Colbacco alle spalle.

Il modo più semplice per raggiungere la fontana è lasciarsi cadere in direzione sud dalla torre sul Colle Arenio e planare dolcemente verso Kaysa. Nel caso in cui non abbiate ancora sbloccato la torre potrete provare ad inerpicarvi dalla strada.

Fata Radiosa Tera, nel mezzo del desrto delle Gerudo

era è la fata più complessa da raggiungere. Un po’ perchè sorge nel cuore dell’inospitale deserto delle Gerudo, un po’ perchè è sesso schermata da tempeste di sabbia che non consentono di utilizzare la mappa.

Il nostro consiglio è quello di catturare una foca delle sabbie presso la cittadella Gerudo e dirigervi in direzione sud-ovest. Una volta arrivati in una zona popolata da nemici che presidiano giganteschi teschi tenete gli occhi aperti, siete quasi arrivati. Ancora più a sud c’è un gigantesco scheletro che protegge il bozzolo dell’ultima fata, oltre che un Sacrario.

Attenzione a portarvi abiti adatti. Il clima del deserto è rovente di giorno, ma gelido di notte.

Come ottenere Epona, Wolf Link e i bonus amiibo

Per usare gli amiibo dovrete attivare l’opzione nel menù di sistema e poi selezionarli tra gli oggetti. Una volta che comparirà un cerchio bianco potrete avvicinare la statuetta al Joy-con destro o al centro del Pro Controller.

Partiamo con gli amiibo normali:

Il Guardiano (The Guardian) vi consentirà di avere armi e oggetti rari (freccia unica), frecce antiche oltre a materiale per il crafting

Il Bokoblin farà cadere dal cielo due mazze uniche e carne da usare per cucinare

Link a cavallo (Horse Rider Link) vi darà spada speciale e una nuova sella e la possibilità di ottenere armi più potenti

Zelda di Botw vi regalerà uno scudo adornato, il più resistente dell’intero gioco

Link di Botw vi darà un arco raro

Link a 8bit vi farà avere dei barili che contengono pesci e rupie. Il forziere potrebbe avere dentro anche una parte del costume classico di Link o delle armi

Link di Ocarina of Time vi darà carne da cucinare e un forziere che contiene una parte del costume di Zelda di Ocarina of Time, la spada biggoron o altre armi base

Link Wind Waker (toon Link) vi darà una serie di pesci da cucinare e un forziere contenente uno scudo (una possibilità è lo Scudo dell’Eroe di Wind Waker)

Zelda/Shiek Smash Bros.: una serie di materiali per cucinare e il crafting e un forziere che contiene armi rare o la maschera di Shiek e l’arco Twilight

Ganondorf Smash Bros. sbloccherà materiali per la cucina e il crafting e un forziere che contiene armi rare

Sbloccare Epona e Wolf Link

Molto più golosa é la possibilità di sbloccare Wolf Link ed Epona.

Per sbloccare Link Lupo basterà utilizzare l’omonima statuetta amiibo. La forza del lupo dipenderà da quanto avrete usato l’amiibo in Twilight Princess HD.

Per quanto riguarda Epona sarà necessario possedere l’Amiibo di Link a cavallo. In questo modo Epona apparirà nel mondo del gioco. Attenzione a salvarla velocemente presso uno stallaggio perché avrete un’unica occasione per evocarla.

Ovviamente Epona ha le statistiche dei cavalli al massimo.

Come prendere la Master sword, la spada suprema che esorcizza il male

Ottenere la Master Sword -o spada suprema- in The Legend of Zelda: Breath of the Wild non è una cosa automatica che si consegue durante la storia, ma è una missione assolutamente opzionale.

In teoria potreste decidere di raggiungere la spada non appena fuggirete dalla zona iniziale, non c’è nulla che ve lo impedisca, ma c’è un problema: non sarete sufficientemente forti per estrarla. Esatto, come nella Spada nella Roccia

Cominciamo dalle basi, ovvero come raggiungere la spada. Il posto in cui trovarla è il Bosco Perduto, così come mostrato dalla mappa qui sopra. Non una vera e propria sorpresa, dato che è il medesimo luogo nel quale era celata in A Link to the Past o Twilight Princess.

Il Bosco è posizionato all’interno della Foresta di Hyrule, che a sua volta si trova in quell’enorme isola proprio a nord del castello di Hyrule e a ovest del Monte Morte. La torre più vicina è quella della foresta ed è molto vicina dall’unica entrata che si trova nel lato sud est del bosco. Non provate a volarci dentro, perché sarete teletrasportati fuori.

La foresta, infatti è protetta da una nebbia magica, quindi prendete la torcia e preparatevi a perdervi.

Come attraversare la Foresta di Hyrule e raggiungere il Bosco dei Korogu

La strada da seguire al momento è semplice: basterà individuare le torce accese e raggiungerle. E’ buio, quindi non dovrebbe essere un grosso problema. Non è una cattiva idea prendere una torcia, accenderla e portarsela con sé.

Seguendo le luci arriverete nel luogo mostrato sopra, ovvero dove di sono due bracieri. Da questo momento non dovrete più seguire le torce, ma dovrete osservare attentamente gli alberi. Cercate quelli con la bocca spalancata e raggiungeteli per non avere problemi. In alternativa guardate i rami degli alberi e seguite la direzione da loro indicata. Nel caso in cui vi perdeste sarete avvolti dalla nebbia e rispediti al checkpoint con i due bracieri.

  • C’è un po’ di trial and error in questa parte, ma facendo attenzione dovreste arrivare alla fine senza problema.
  • Ecco come abbiamo fatto:
  • Superate i due braceri e il primo albero spaventoso
  • Girate a destra Hook verso il punto nel quale ci sono diversi alberi dalla faccia mostruosa

Quando vedrete una piccola collina alla vostra sinistra girate in quella direzione e seguite il suo profilo curvo

In questo modo dovreste passare indenni il Bosco Perduto e trovarvi di fronte all’agognata spada.

Come estrarre la Spada suprema/Master Sword – quanti cuori sono necessari?

Attenzione. Prima di estrarre la strada è una buona idea andare a parlare con l’albero di Deku e sbloccare il Sacrario di Kiyo Uh, in modo da avere un punto per il teletrasporto e non dover attraversare nuovamente il bosco Perduto.

Una volta che vi avvicinerete alla spada partirà un bel filmato che vi spiegherà come la spada ha raggiunto quel luogo -filmato che assieme a quelli delle Immagini ricordo perdute va a comporre la straziante lotta contro la Calamita di 100 anni fa.

Ora è il momento di estrarla… ma un momento, quanti cuori avete? Perchè per poter compiere l’impresa occorreranno 13 cuori rossi (quelli gialli dati da pozioni o poteri non valgono). Come ottenerli? Completando i 4 dungeon dei Colossi leggendari e più Sacrari possibile, dato che ogni 4 potrete chiedere alla dea Hylia o un cuore aggiuntivo o un pizzico di resistenza in più.

Una volta estratta la Spada suprema -e goduto a vedere il filmato- avrete un’arma più resistente del normale e che, una volta scaricati i colpi non si romperà, ma vi chiederà alcuni istanti per ricaricarsi. Inoltre la sua forza base di 30, buona, ma non eccelsa, raddoppierà in presenza della Calamità e delle sue emanazioni.

Inoltre se avrete la salute al massimo provate a lanciarla contro un nemico (tenendo premuto il tasto R). Il risultato vi sorprenderà.

Dungeon e Colossi Sacri

Nonostante il gioco sia pieno di piccoli dungeon chiamati Sacrari, i tradizionali e complessi dungeon della serie sono collegati irrimediabilmente alle quattro bestie divine, giganteschi mostri meccanici caduti sotto il controllo di Ganon che dovrete recuperare per farvi aiutare in battaglia.

Il Colosso Sacro Vah Ruta della Zora Mipha

  • Raggiungere il Villaggio degli Zora tramite il ponte Ingogo
    Per poter abbordare Vah Ruta dovrete prima raggiungere i suoi custodi, gli Zora. Sono in pericolo e stanno cercando qualcuno che li aiuti a fermare il Guardiano. Ecco come raggiungerli.
  • Abbordare Vah Ruta
    Il principe degli Zora Sidon ha un piano, ma è piuttosto folle. Ecco come metterlo in pratica e penetrare nelle difese del Colosso Sacro.
  • Dungeon: Colosso Sacro Vah Ruta
    Dopo l’azione è tempo di spremere le meningi per risolvere gli intricati puzzle di questo dungeon.

Colosso Sacro Vah Medoh, pilotato dal Rito Revali

  • Raggiungere il Villagio dei Rito Village e abbordare Vah Medoh
    Vah Medoh vola libero nei cieli e per questo motivo non sarà semplice abbordarlo. Avrete bisogno di ali possenti e una buona mira.
  • Dungeon: Colosso sacro Vah Medoh
    I Rito vi hanno aiutato a salire sulla macchina volante, ora tocca a voi risolvere i suoi puzzle.

Colosso Sacro Vah Rudania, pilotato dal Goron Daruk

  • Il Monte Morte e la vecchia miniera a nord
    Per avere accesso al Colosso controllato dai Goron dovrete raggiungere il loro villaggio. Ma c’è un problema: è rovente. Ecco come fare ad arrivare in salute presso il Monte Morte.
  • Abbordare Vah Rudania
    Raggiungere il Colosso Sacro non è un’impresa semplice. Il cammino è fortemente pattugliato. Per fortuna i Goron vi affiancheranno un valido aiutante.
  • Dungeon: Colosso Sacro Vah Rudania
    Grazie agli amici Goron siate saliti su Vah Rudania. Adesso è tempo di riportarla sotto il vostro controllo.

Colosso Sacro Vah Naboris, pilotato dalla Gerudo Urbosa

  • Penetrare nella Cittadella Gerudo
    Le Gerudo sono abili combattenti, per questo dovrete stare molto attenti a non farvi pescare mentre entrerete nella loro cittadella. Solo le donne, infatti, sono ammesse. Come può fare, dunque, Link a mescolarsi a queste guerriere?
  • Abbordare Vah Naboris
    Avete mai sentito parlare delle foche della sabbia? Dopo questa sessione non ve le scorderete mai più
  • Dungeon: Colosso Sacro Vah Naboris
    Adesso che siete sul mastodontico cammello è tempo di rimettere l’emanazione di Ganon al suo posto.

 



Press play on tape: cresciuto a suon di C64 e Coin-op, mi diverto a seguire l'evoluzione videoludica next-gen. Co-Founder dell'universo Uagna, ho lavorato a fondo per far nascere una community videoludica di successo ma differente dalle altre esistenti. "Sono sempre pronto ad imparare, non sempre a lasciare che mi insegnino".