La storia di Bethesda Softworks – Dalle origini a Fallout 4 [Parte 2]

Di Matteo "bovo88" Bovolenta
5 Novembre 2015

Continua il nostro racconto, se così possiamo definirlo, sulla storia di Bethesda Softowrks.

In questa seconda parte ci soffermeremo sui titoli più recenti e di successo dell’azienda americana. Se vi siete persi la prima parte potrete raggiungerla visitando questo link.

Dalle bombe nucleari al Vault

Come accennato nell’articolo precedente, Bethesda nel 2004 acquisisce i diritti legali di Fallout nel 2004, precedentemente l’IP è posseduta da Interplay, che tramite il team interno Black Isle Studios, pubblica i primi due capitoli della serie post-apocalittica: Fallout e Fallout 2. Dopo l’acquisizione la società statunitense decide di investire moltissimo sull’uscita del terzo capitolo della serie, assegnando la supervisione del progetto a Todd Howard, che si era già occupato dei titoli della serie The Elder Scrolls, assumendo un ruolo centrale nello sviluppo.

Fallout 3 esce in commercio nel 2008 su PS3, Xbox 360 e PC vendendo quattro milioni e settecentomila copie globali, solo nella prima settimana. In seguito ad una guerra nucleare la Terra é stata trasformata in una distesa arida ed irradiata di rovine, alcuni superstiti si sono rifugiati nei Vault, profondi bunker sotterranei resi abitabili dalla tecnologia della società Vault-Tec.

Il protagonista vive nel Vault numero 101. Il gioco vero e proprio ha inizio quando, a 19 anni, il protagonista lascia il proprio rifugio per cercare il padre, James, uno degli scienziati più rispettati della comunità che è scappato nel mondo esterno. Una volta in superficie il personaggio che l’utente impersona, scopre che le radiazioni nel mondo esterno sono diminuite notevolmente, cosicché alcune comunità di esseri umani siano sopravvissute. Ma non vi saranno solo umani a popolare le Wasteland, le radiazioni hanno trasformato diversi animali e gli stessi umani in mutanti e ghouls. Successivamente escono 5 DLC (Operation: Anchorage / The Pitt / Broken Steel / Point Lookout / Mothership Zeta).

fallout3

Ma sarà ancora una volta la serie The Elder Scrolls ha stabilire un nuovo record.

Prima però Bethesda pubblica altri giochi che dimostrano la sua versatilità facendo affidamento a software house esterne. Nascono così Wet (2009), Fallout: New Vegas (2010), Brink (2011) e RAGE (2011), il nuovo progetto di id Software ora inglobata sotto l’egida di Zenimax.

The Elder Scrolls V: Skyrim e non solo

A cinque anni dall’uscita di Oblivion, l’11.11.2011 viene pubblicato The Elder Scrolls V: Skyrim, che piazza oltre venti milioni di copie in tutto il mondo ed entra nella top ten dei migliori videogiochi RPG di ogni epoca redatta da IGN.

Skyrim è ambientato duecento anni dopo gli eventi di Oblivion, durante l’anno 201 della 4ª era, nella gelida regione di Skyrim, provincia settentrionale di Tamriel. Il paese è scosso dall’assassinio di Torygg, Re dei Re, per opera di Ulfric Manto della Tempesta che da l’inizio ad una dura guerra civile. Ma il conflitto tra indipendentisti e lealisti è un fatto insignificante rispetto alla minaccia vera e propria che incombe: il ritorno dei draghi. Il giocatore interpreta il ruolo del Dovahkiin, l’unico in grado di opporsi ai draghi e ad ucciderli.

The-Elder-Scrolls-V-Skyrim

Bethesda propone un’ulteriore offerta sul proprio catalogo, pubblicando giochi molto apprezzati come Dishonored (2012), DOOM BFG Edition (2012). Nel 2013 viene annunciato The Elder Scrolls Online, MMO ambientato sempre all’interno del celebre mondo di Bethesda. Il gioco sviluppato da Zenimax Online, viene rilasciato nell’Aprile 2014 per PC e nel Giugno del 2015 per console. Inoltre nel 2014 sbarca The Evil Within, il nuovo survival horror di Shinji Mikami, il creatore della serie Resident Evil. Con l’acquisizione di Machine Games viene poi sviluppato Wolfenstein: The New Order (2014) cui fa seguito l’espansione stand-alone The Old Blood.

Arriva Fallout 4

Ma le attese sono tutte per il quarto capitolo della serie Fallout, che viene annunciato a maggio del 2015 e presentato all’E3 di Los Angeles durante la prima e finora unica conferenza di Bethesda.

Fallout 4 è a tutti gli effetti il titolo più atteso e ambizioso di sempre di Bethesda. La sua uscita è prevista per il 10 novembre 2015 su PlayStation 4, Xbox One e PC.

Oltre 400 ore di gioco e un open world mai visto fino ad ora, con centinaia di cose da fare e ambientazioni da esplorare.

Come unico sopravvissuto del Vault 111 il giocatore dovrà affrontare un mondo distrutto dalla guerra nucleare. Questo nuovo titolo avrà un’ambientazione che si avvicinerà molto a Fallout 3. Le vicende si svolgeranno infatti egli Stati Uniti d’America nord-orientali, a Boston, nello stato del Massachussetts, a circa 650 km di distanza da Washington, città del terzo capitolo della serie. Ogni istante sarà una lotta per la sopravvivenza con ogni scelta che verrà presa integralmente dal giocatore. Il destino della Zona Contaminata sarà nelle sue mani. Grazie al sistema S.P.E.C.I.A.L. l’utente potrà scegliere tra centinaia di abilità extra e sviluppare uno stile di gioco tutto suo. Inoltre in Fallout non ci sarà il level cap, cioè permetterà ai giocatori di continuare a far crescere di livello il proprio personaggio.

L’attesa sta per finire, Fallout 4 è dietro l’angolo.

Hai Telegram? Clicca sull'icona per entrare nel canale


Abbiamo parlato di: | |

Appassionato di videogiochi e console di ogni tipo, tecnologia ed informatica. Amante dei manga ed anime giapponesi, e della cultura nipponica in generale. Ha iniziato a videogiocare molto giovane prima con SNES e Game Boy, per poi passare a PlayStation. Da allora ogni genere di gioco lo ha sempre affascinato. Gli piace informarsi e tenere informati su questo fantastico mondo virtuale.




Scrivi un commento