Call of Duty 2020 – L’annuncio ufficiale è ancora lontano, secondo un report

Di Alberto Baldiotti
12 Giugno 2020

Si è fatto davvero un gran vociferare sull’ipotetico Call of Duty 2020, nuovo titolo della tanto amata serie di sparatutto che dovrebbe far ritorno nel corso di quest’anno nei nostri schermi. Ci sono alcuni indizi davvero caldissimi, come la versione alpha The Red Door che gli sviluppatori si sono lasciati scappare qualche giorno fa: nel link citato troverete tutte le informazioni.

Nel corso dell’evento dedicato a PlayStation 5 (qui il recap completo) il pubblico si sarebbe aspettato qualcosa di più in merito al franchise di Call of Duty e in particolare a Call of Duty 2020, rimanendo però delusi, in quanto Sony non ha proposto nulla al riguardo.

Anzi, sono emerse ulteriori spiacevoli informazioni circa l’eventuale annuncio. Jason Schreier, già precedentemente partecipe di leak molto precisi su Call of Duty, ha risposto ad un tweet affermando che l’annuncio di Call of Duty 2020 potrebbe essere ancora lontano, secondo fonti da lui conosciute: qui sotto potrete visionare voi stessi la risposta.

C’è un altro tweet che prolunga ulteriormente le tempistiche di aspettativa dei fan, smentendo di fatto un reveal imminente. Si tratta di un’affermazione di Tom Phillips, editor per Eurogamer, che ha risposto circa la possibile presenza del nuovo Black Ops all’evento PS5:

A dir la verità, al termine dell’evento dedicato a PS5, un “bagliore” di Call of Duty c’è stato: Patrick Kelly, studio head di Infinity Ward, è apparso brevemente affermando che il team sta attendendo con impazienza l’arrivo di PlayStation 5 sul mercato. Un indizio, seppur estremamente generico? Non ci resta che attendere: ricordiamo che Call of Duty 2020, secondo i rumor più intensi, dovrebbe uscire nel corso dell’autunno e il nome più accreditato sarà Call of Duty: Black Ops Cold War.

Hai Telegram? Clicca sull'icona per entrare nel canale



Studente universitario e gamer nel tempo libero, la sua passione videoludica non ha confini. Questa passione nasce a 4 anni, quando si ritrova a giocare Doom II su un vecchio computer acquistato dal padre. Appassionato di giochi open-world e GDR, le sue pietre miliari sono le serie di Grand Theft Auto, Fallout e The Elder Scrolls. A fianco di ciò, la tecnologia e lo sport giocano un ruolo fondamentale nei suoi interessi, ed adora restare informato sulle ultime novità nei rispettivi settori.




Scrivi un commento