COD 2020, nuovi rumor sullo sviluppo: sarà Black Ops 5 o un reboot

Di Andrea "Geo" Peroni
7 Ottobre 2019

A poche settimane dal lancio di Call of Duty Modern Warfare, non si placano i rumor intorno al futuro capitolo del franchise che sarà disponibile dall’autunno del 2020.

Sono ormai già diversi mesi che le indiscrezioni concordano nella visione generale del progetto. Ve ne abbiamo già parlato ampiamente in questa notizia, ma nel caso non vogliate leggerla ecco di seguito un rapido riepilogo.

Nel mese di maggio iniziarono a circolare voci particolarmente preoccupanti non solo su Call of Duty 2020 ma anche per i giocatori di Black Ops 4. Stando alle prime indiscrezioni, infatti, COD 2020, in sviluppo presso Sledgehammer Games, non stava compiacendo i vertici di Activision, i quali prima hanno affiancato Raven nello sviluppo, e successivamente hanno deciso di dare le redini del progetto direttamente a Treyarch, accelerando notevolmente i tempi e costringendo la software house di Santa Monica a ridurre il personale al lavoro su Black Ops 4.

Ad agosto, poi, una nuova indiscrezione confermò quanto era emerso nei mesi scorsi, affermando inoltre che Treyarch stava decidendo quale impronta dare al videogioco e soprattutto come interpretarlo. Le due opzioni più gettonate sarebbero Call of Duty: Black Ops 5, ossia una prosecuzione del franchise, oppure semplicemente Call of Duty: Black Ops, operando una sorta di reboot della serie come ha da poco fatto Infinity Ward con Modern Warfare. Difatti, i rumor parlavano di un gioco ambientato nel periodo della Guerra Fredda, proprio come il primo capitolo della serie Black Ops.

Quest’oggi arrivano non solo conferme sulla natura del gioco, ma anche alcuni dettagli sullo stato di sviluppo del titolo. Lo YouTuber The Gaming Revolution, sempre molto attivo e informato in materia di indiscrezioni dal mondo della serie Activision, ha infatti confermato che stando alle sue fonti Treyarch si sta occupando di Call of Duty 2020, ma che la software house è ancora indecisa su quale nome utilizzare.

Lo YouTuber, rispondendo ad un utente, ha poi parlato dello stato di sviluppo del gioco, evidenziando una sorta di pessimismo. Su una scala da 1 a 10, infatti, lo stato di avanzamento dei lavori si assesterebbe su 3/10, un traguardo non particolarmente elevato se pensiamo che tra più o meno 12 mesi il gioco dovrebbe debuttare sul mercato. C’è ancora tanto tempo, è vero, ma se le indiscrezioni emerse in questi mesi si dovessero rivelare vere, allora lo sviluppo di Call of Duty 2020 sarebbe davvero un problema.

Chi vorreste al timone del prossimo capitolo della serie? Sledgehammer Games dopo Advanced Warfare e WWII, o di nuovo Treyarch?

Fonte



Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.