Google Stadia non permetterà la presenza di contenuti “per adulti”

Di Mark
21 Marzo 2019

L’altro ieri, martedì 19 marzo, Google ha lanciato il guanto della sfida alle grandi produttrici di console, annunciando Stadia, il nuovo e rivoluzionario servizio di streaming videoludico. Nel caso in cui vi interessi saperne di più a riguardo, potete trovare nel nostro recap tutte le informazioni che cercate.

Ad ogni modo, la notizia di oggi la lancia Phil Harrison, vice presidente e general manager di Google il quale, parlando con PCGamesN alla GDC 2019, ha detto che la compagnia ricorrerà a pratiche “standard” in relazione alla cura dei contenuti. Stadia, prosegue Harrison, ricorrerà sia al PEGI sia ad ESRB, chiudendo dunque ogni apertura ai contenuti “solo per adulti”.

Vi ricordiamo che Google Stadia non ha ancora una precisa data di lancio e che tutto ciò che sappiamo è che esordirà allo stesso momento in Nord America e in Europa più tardi nel corso dell’anno.

Fonte



Io mi chiamo Marco, ho 20 anni e vivo a Pordenone, nella mia città natale. Attualmente sono uno studente della facoltà di Scienze politiche, relazioni internazionali e diritti umani ma quando non studio continuo a coltivare la mia passione per il mondo dei videogiochi, passione che ho sin da piccolo