Il Premio Oscar George Miller elogia Hideo Kojima e la sua regia

Di Andrea "Geo" Peroni
25 Ottobre 2019

A pochi giorni dal lancio dell’attesissimo Death Stranding, Hideo Kojima riceve parole di elogio da uno dei più celebri registi viventi, George Miller.

L’eclettico Miller si destreggia di continuo tra film ad altissimo e a medio budget, da live action a film d’animazione, e riuscendo nella quasi totalità dei casi a ottenere grandi riscontri. Noto soprattutto per aver dato vita alla saga di Mad Max con Interceptor nel 1979, nel 2015 è tornato al timone della serie con il pluripremiato Mad Max: Fury Road, vincitore di ben 6 Premi Oscar. In quell’occasione, Miller non riuscì a portare a casa la stuatuetta per il Miglior Regista, cosa che invece gli riuscì nel 2007 con il film d’animazione Happy Feet.

Il buon Miller non è estraneo neppure al grande mercato videoludico. Alcuni anni fa aveva ad esempio collaborato da vicino con Cory Barlog, prima che questi si mettesse al lavoro sul reboot creativo di God of War culminato con lo splendido titolo del 2018 su PS4.

E mentre attendiamo con ansia i primi responsi su Death Stranding, ecco che Miller decide di elogiare Hideo Kojima per la sua abilità nella regia, che lo mette alla pari di un cineasta. Intervistato da IGN a proposito della nuova esclusiva PS4, Miller ha infatti parlato anche e soprattutto di Kojima e della sua bravura nel fondere cinema e videogioco in una sola cosa:

L’abilità che vedo nei grandi filmaker, ora la vedo nel lavoro di Kojima… È tutto qui, tutto al servizio dell’audience per dare un’esperienza intensa.

Il regista, nel corso dell’intervista, ha anche definito straordinario il recente trailer del gioco, a conferma delle belle parole spese per il papà di Metal Gear. Un’investitura niente male per Kojima, da uno dei più grandi registi di Hollywood.

Death Stranding, in sviluppo da almeno 3 anni, uscirà in esclusiva PlayStation 4 il prossimo 8 novembre. Nel gioco, che gira sul potente Decima Engine di Guerrilla Games già visto all’opera in Horizon: Zero Dawn, un cast stellare: Norman Reedus sarà Sam Porter Bridges, il protagonista, affiancato da Lindsey Wagner, Lea Seydoux, Guillermo del Toro, Mads Mikkelsen, Margaret Qualley, Nicolas Winding Refn e Tommie Earl Jenkins.



Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.