Pokémon Spada e Scudo è il gioco più “odiato” dell’E3 2019

Di Andrea "Geo" Peroni
16 Giugno 2019

Nonostante una conferenza praticamente perfetta (qui trovate il recap completo con tutte le novità, compreso il sequel di The Legend of Zelda: Breath of the Wild), Nintendo si porta a casa il non felice premio per il gioco più “odiato” dell’E3 2019.

Gli utenti del forum ResetEra hanno stilato una interessnte classifica sui trailer mostrati alla fiera losangelina, basata sulle visualizzazioni e sul numero di Non Mi Piace ricevuti da ogni videogioco. I numeri sembrano parlare chiaro: Pokémon Spada & Scudo, in arrivo il 15 novembre su Switch, è il gioco (o meglio l’accoppiata di giochi) che ha catalizzato su di sé più attenzioni negative rispetto agli altri.

Il trailer di Pokémon Spada & Scudo, visto 1.1 milioni di volte e con più di 56 mila dislike, ha una percentuale di circa 5% nel rapporto Non Mi Piace e visualizzazioni. Un valore che potreste pensare sia basso, ma il secondo gioco più “odiato” dell’E3 2019, Battletoads, ha un rapporto pari praticamente alla metà: 2.7%, così come Shenmue III sul terzo gradino del podio e con il 2.4% di questo rateo di insoddisfazione.

Difficile capire perché i giocatori si siano scagliati in maniera così negativa contro il gioco di Game Freak, ma c’è chi ipotizza tra le pagine del forum che il motivo sia da ricercare nelle novità annunciate. Gli sviluppatori hanno infatti svelato che in Pokémon Spada & Scudo non sarà possibile importare tutti i Pokémon all’interno del gioco, e questo ha generato parecchi dissensi.

Questa la classifica parziale dei giochi più odiati di E3 2019, dal primo al decimo posto

  1. Pokémon Spada & Scudo (4.9%)
  2. Battletoads (2.7%)
  3. Shenmue III (2.4%)
  4. Commander Keen (2.2%)
  5. The Elder Scrolls: Legends (2.1%)
  6. Contra Rogue Corps (2%)
  7. The Elder Scrolls: Blades (2%)
  8. Fallout 76 (1.8%)
  9. Chivalry (1.7%)
  10. Auto Chess (1.4%)

Game Freak tornerà sui suoi passi e cambierà idea in seguito a questa insurrezione?

Fonte



Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.