Un insider contro Schreier: lo sviluppo di GTA 6 è a metà, ma il gioco è comunque lontano

Di Andrea "Geo" Peroni
17 Aprile 2020

Continua a far scalpore il report di Jason Schreier. Il giornalista di Kotaku, che ha diffuso una lettera di un dirigente di Rockstar Games ai dipendenti, ha infatti svelato che lo sviluppo di GTA 6 è iniziato da poco, e questo non ha fatto altro che mandare su tutte le furie molti fan della serie.

Un effetto, questo, della nuova filosofia che Rockstar vuole dare al suo modo di lavorare, dicendo addio al crunch e mettendo la salute e la sicurezza dei dipendenti al primo posto della politica aziendale. Qui potete trovare qualche dettaglio in più sulla lettera e sulle reazioni di alcuni dipendenti, che hanno riportato anche l’addio di vari dirigenti che, in qualche modo, non erano inclini ad alleggerire il carico di lavoro.

La notizia su GTA 6, ovviamente, ha scatenato feroci dibattiti, anche sulla nostra pagina Facebook. Se vi va, potete unirvi allo “scontro” tra le varie correnti di pensiero, ricordandovi però di mantenere sempre un tono civile. Del resto, non dimentichiamoci che parliamo di una passione comune a tutti noi.

COSSSSSAAAAA???? 🤯🤯🤯

Posted by Uagna.it on Wednesday, 15 April 2020

Tra coloro che non concordano con il giornalista di Kotaku c’è anche Tez2, uno storico insider legato da anni al mondo di Rockstar Games. In alcuni recenti post su Twitter, l’insider afferma di non essere sicuro che le parole di Schreier siano esatte, e che lo sviluppo di GTA 6, stando alle sue fonti, dovrebbe già essere più o meno a metà del processo di lavorazione, se non addirittura oltre.

Come conferma Tez2, pensiero ripreso anche da tanti fan del franchise, credere che lo sviluppo di GTA 6 sia solo alle fasi iniziali non è facile.

Allo stesso modo, però, l’insider predica molta pazienza, poiché se anche effettivamente lo sviluppo di GTA 6 si trovi a metà dell’opera, questo non significa affatto che il gioco è vicino al lancio. Per restare in ambito Rockstar Games, l’insider fa riferimento a ciò che è accaduto con Red Dead Redemption II, uscito nel 2018 e il cui sviluppo iniziò appena dopo il lancio del primo Red Dead Redemption. Un totale, insomma, di 7/8 anni di sviluppo, con le sessioni di registrazione che sono iniziate nel 2013.

Considerando la next-gen alle porte e le colossali proporzioni dei videogiochi di oggi, non è assolutamente da escludere, quindi, che un videogioco come GTA 6 possa occupare altrettanti anni di sviluppo, se non addirittura oltre. Ipotizzando uno scenario similare a quello di RDR 2, con 8 anni di lavorazione, se oggi Rockstar fosse effettivamente a metà dello sviluppo di GTA 6 questo potrebbe vedere la luce all’incirca solo nel 2023. La nostra speranza, come quella di tanti altri, è ovviamente quella di una previsione più ottimistica, ma alla luce degli ultimi avvenimenti tutto ciò è molto più difficile da ipotizzare.

 

Hai Telegram? Clicca sull'icona per entrare nel canale


Abbiamo parlato di:

Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.




Scrivi un commento