I tre Spider-Man nelle foto ufficiali di No Way Home, nuovi dettagli sugli effetti speciali

Di Andrea "Geo" Peroni
24 Gennaio 2022

In concomitanza con un’intervista pubblicata su Beforeandafters, Sony ha rilasciato online le immagini ufficiali di Spider-Man: No Way Home che mostrano i tre supereroi al gran completo interpretati da Tom Holland, Andrew Garfield e Tobey Maguire.

Il terzo film della saga del Marvel Cinematic Universe è ancora al cinema, e continua a macinare incassi record. La pellicola è a un passo dal superare 1.7 miliardi di dollari al botteghino internazionale, cifra spaventosa se pensiamo che No Way Home non è ancora arrivato in Cina, mercato potenzialmente molto redditizio per questi film.

Da alcuni giorni, Sony e i Marvel Studios hanno comunque fatto cadere le limitazioni degli spoiler, lasciando spazio ad esempio a Andrew Garfield che in un’intervista pubblica ha parlato del suo ritorno nei panni di Peter Parker, lasciando la porta aperta a un possibile futuro per il suo personaggio.

Secondo varie indiscrezioni, a febbraio sarà anche pubblicata un’intervista tripla con i tre volti principali del film, oltre forse a un ulteriore trailer che mostrerà il trio in azione, ma nel frattempo Sony ha deciso di rendere pubbliche le prime foto con gli Spider-Men.

Nelle foto, che fanno riferimento alla battaglia finale sulla Statua della Libertà a New York, sono presenti i tre supereroi interpretati da Tom Holland, Andrew Garfield e Tobey Maguire, oltre ai villain Electro, Sandman e Lizard che hanno combattuto contro il team ragnesco.

L’occasione è stata propizia per lasciare la parola a Chris Waegner, supervisore degli effetti visivi di Imageworks che si è occupata dell’effettistica di Spider-Man: No Way Home.

Waegner ha parlato del lavoro svolto sul film e non solo, dato che l’uomo aveva in passato lavorato agli effetti speciali proprio dei film di Spider-Man con Maguire e Garfield:

In primo luogo, è stata un’opportunità molto eccitante lavorare su questo film, avendo lavorato su alcuni dei precedenti film di Spider-Man mentre ero alla Imageworks. Avendo lavorato con ciascuno degli attori e ciascuno dei registi, ognuno di loro ha portato il proprio stile nel franchise e sul grande schermo per i fan. È una base di fan così appassionata che abbraccia molti gruppi di età e genere diversi. Ci saranno bambini che vedranno questo film con Tom Holland nei panni di Spider-Man per la prima volta, mentre ci sono persone più grandi, forse fan dei fumetti, che originariamente hanno visto Tobey Maguire nei panni di Spider-Man sul grande schermo, o anni dopo hanno visto un’altra puntata con Andrew Garfield in quel ruolo. Per noi era molto importante rendere giustizia al franchise. So che il regista Jon Watts e il supervisore degli effetti visivi Kelly Port erano altrettanto appassionati di questo franchise.

Oltre a parlare del lavoro svolto sulla tuta di Holland, la più “problematica” essendo anche quella più avanzata, Waegner si è anche soffermato sulle sfide incontrate dal team per dare la giusta impronta a ogni rappresentazione di Spider-Man, aiutata dal fatto che ogni attore è stato in grado di dargli forma in un modo diverso:

Essere in grado di identificare ogni singolo Spider-Man è stato molto importante sia per Jon che per Kelly. All’inizio è stato piuttosto impegnativo perché sono abbastanza simili nei valori tonali e poiché la nostra sequenza si svolge di notte, questo ha solo esacerbato la loro leggibilità individuale. È diventato abbastanza ovvio una volta che abbiamo iniziato a illuminare le riprese di ciò che dovevamo fare. Abbiamo concentrato i nostri sforzi per portare avanti davvero ciascuna delle personalità fisiche degli Spider-Men o il loro stile di ragno individuale, se vuoi: come oscillavano, come sparano le ragnatele, le loro proporzioni fisiche quando raggiungono una posa iconica. Quindi il nostro supervisore all’animazione, Rich Smith, che ha anche lavorato a diversi film di Spider-Man, ha chiesto al nostro team di animazione di rivedere i film precedenti. Abbiamo studiato le clip di ogni attore e rivisto il loro stile da Uomo Ragno individuale da questi film.

Se siete incuriositi, vi lasciamo l’intervista completa a Waegner in fondo all’articolo.

Spider-Man: No Way Home non sarà l’ultima apparizione cinematografica di Tom Holland nei panni dell’iconico supereroe.Amy Pascal di Sony ha infatti confermato lo sviluppo di una nuova trilogia di Spider-Man nel MCU, ancora una volta in collaborazione con i Marvel Studios. Una notizia che i fan si aspettavano, specialmente dopo la scena post crediti di Venom: La furia di Carnage che ha lasciato intuire l’unione sempre più salda tra l’MCU e l’universo creato da Sony.

LEGGI ANCHE: No Way Home, primi dettagli delle edizioni Blu Ray e DVD

Anche Vincent d’Onofrio, che nel MCU interpreta Kingpin, ha espresso la volontà di far parte un giorno di uno dei film di Spider-Man, per riproporre una delle rivalità più note della storia a fumetti dei due personaggi.

Ecco la sinossi del film:

Per la prima volta nella storia cinematografica di Spider-Man, viene rivelata l’identità del nostro amichevole eroe di quartiere, ponendo le sue responsabilità da supereroe in conflitto con la sua vita quotidiana e mettendo a rischio coloro a cui tiene di più. Quando chiede l’aiuto del Dottor Strange per ripristinare il suo segreto, l’incantesimo apre uno squarcio nel loro mondo, liberando i più potenti nemici mai affrontati da uno Spider-Man in qualsiasi universo. Ora Peter dovrà superare la sua più grande sfida, che non solo cambierà per sempre il suo futuro, ma anche quello del Multiverso.

Spider-Man: No Way Home è nuovamente diretto da Jon Watts, ed è uscito nei cinema il 15 dicembre 2021. Il cast comprende Tom Holland, Jacob Batalon, Benedict Cumberbatch, Zendaya, Jamie Foxx, Alfred Molina, Marisa Tomei, Thomas Haden Church, Rhys Ifans, Benedict Wong, JK Simmons, Charlie Cox, JB Smoove, Angourie Rice, Martin Starr, Tony Revolori, Hannibal Buress, Tobey Maguire e Andrew Garfield.

Fonte



Abbiamo parlato di: |

Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.




Scrivi un commento