Spider-Man: No Way Home tocca 1 miliardo al botteghino, è il primo film a farlo nell’era pandemica

Di Andrea "Geo" Peroni
26 Dicembre 2021

Un giorno di festa in casa Sony e Marvel Studios, non solo per le tradizionali festività: Spider-Man: No Way Home è diventato ufficialmente da pochi minuti il primo film dell’era della pandemia a superare il traguardo di 1 miliardo di dollari al box office globale.

L’incasso mondiale fino a domenica è più precisamente di 1,05 miliardi di dollari, il che rende questo nuovo film di Spider-Man il secondo film di Sony di tutti i tempi per incassi, dietro solo a Spider-Man: Far From Home (1,13 miliardi di dollari). Il suo record, comunque, dovrebbe essere superato agilmente nel corso della prossima settimana.

No Way Home, nonostante la potenziale pericolosa concorrenza di film come Matrix Resurrections, è risultato essere il film n. 1 dell’anno in tutto il mondo, e il suo risultato è ancor più stupefacente se pensiamo che la pellicola ha toccato quota 1 miliardo di dollari senza essere ancora stato lanciato nel mercato cinese – non è ancora chiaro, comunque, se e quando arriverà nelle sale asiatiche a causa delle rigorose restrizioni.

Inoltre, Spider-Man: No Way Home diretto da Jon Watts ha raggiunto il traguardo in soli 12 giorni, alla fine ha attraversato presto oggi, diventando il terzo più veloce di sempre, appena dietro Avengers: Infinity War (11 giorni) e Avengers: Endgame, detentore del record avendo raggiunto questo incredibile risultato in soli 5 giorni.

LEGGI ANCHE: No Way Home, primi dettagli sulle edizioni Blu Ray e DVD

La pellicola ha fatto e continua quindi a far parlare di sé. Tom Holland, pochi giorni fa, ha parlato della sorprendente apparizione di un attore nel film, mentre Sony, visto il successo che il personaggio continua a riscuotere, sta pensando di sfruttarlo ancora di più al cinema. Addirittura, la major nipponica starebbe pensando di riproporre lo Spider-Man di Andrew Garfield in altri progetti cinematografici, per alternarlo a quello di Holland del MCU.

Spider-Man: No Way Home non sarà l’ultima apparizione cinematografica di Tom Holland nei panni dell’iconico supereroe.Amy Pascal di Sony ha infatti confermato lo sviluppo di una nuova trilogia di Spider-Man nel MCU, ancora una volta in collaborazione con i Marvel Studios. Una notizia che i fan si aspettavano, specialmente dopo la scena post crediti di Venom: La furia di Carnage che ha lasciato intuire l’unione sempre più salda tra l’MCU e l’universo creato da Sony.

Ecco la sinossi del film:

Per la prima volta nella storia cinematografica di Spider-Man, viene rivelata l’identità del nostro amichevole eroe di quartiere, ponendo le sue responsabilità da supereroe in conflitto con la sua vita quotidiana e mettendo a rischio coloro a cui tiene di più. Quando chiede l’aiuto del Dottor Strange per ripristinare il suo segreto, l’incantesimo apre uno squarcio nel loro mondo, liberando i più potenti nemici mai affrontati da uno Spider-Man in qualsiasi universo. Ora Peter dovrà superare la sua più grande sfida, che non solo cambierà per sempre il suo futuro, ma anche quello del Multiverso.

Spider-Man: No Way Home è nuovamente diretto da Jon Watts, ed è uscito nei cinema il 15 dicembre 2021. Il cast finora confermato comprende Tom Holland, Jacob Batalon, Benedict Cumberbatch, Zendaya, Jamie Foxx, Alfred Molina, Marisa Tomei, Thomas Haden Church, Rhys Ifans, Benedict Wong, JK Simmons, JB Smoove, Angourie Rice, Martin Starr, Tony Revolori, Hannibal Buress.

Fonte



Abbiamo parlato di:

Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.




Scrivi un commento