[E3 2019] Battlefield V – Mostrate le mappe del Capitolo 4

battlefield V
Di Marco "Bounty" Di Prospero
8 Giugno 2019

Dopo aver mostrato importanti novità su Star Wars: Jedi Fallen Order e Apex Legend, l’EA Play ha parlato di Battlefield V, il celebre sparatutto targato DICE.

In particolare, sono state mostrate le mappe multiplayer della Chapter 4. La prima mappa multiplayer è intitolata Marita. Si tratta di una mappa immersa tra le montagne con al centro un piccolo villaggio rurale con campanili ed edifici da sfruttare per colpire dall’alto. La seconda mappa è stata Al Sundan, ambientata in Africa. Ambientazione vasta e adatta a combattimenti con mezzi corazzati e aerei. La terza mappa mostrata è invece ambientata in Norvegia, nelle isole Lofoten. Al contrario delle altre due mappe quest’ultima sarà più adatta ai combattimenti ravvicinati (close quarters). Mostrata anche Operation Underground, nuova mappa ispirata alla famosa mappa “Metro” di Battlefield 3 e in arrivo ad ottobre. Gli sviluppatori hanno inoltre affermato che il rank massimo di Battlefield V raggiungerà il livello 500, permettendo ai giocatori di aumentare ulteriormente la propria esperienza di gioco. Tornerà anche la possibilità per creare server privati. A differenza dei vecchi titoli, la creazione dei server sarà offerta gratuitamente a tutti i giocatori di Battlefield V. Quanto detto fino ad ora è incluso nella Chapter 4 di Battlefield V.

Electronic Arts e Dice hanno fatto riferimento anche alla Chapter 5, anticipando l’arrivo di mappe ambientate nel Pacifico e a nuovi mezzi corazzati che amplieranno ulteriormente il titolo. In Per la realizzazione delle mappe, gli sviluppatori si sono completamente ispirati ad ambientazioni reali.

Ovviamente non mancheremo di aggiornarvi nel caso arrivassero nuove informazioni sullo sparatutto.

 



Durante il giorno dipendente presso una società finanziaria. La sera nerd e videogiocatore. Per me l'intrattenimento videoludico è una forma d'arte grazie alla quale poter fantasticare e staccare la spina dallo stress giornaliero. Cresciuto a suon di Mortal Kombat, Metal Gear Solid e Resident Evil.