Home Videogiochi News Elden Ring, un esperto di armi antiche commenta spade e spadoni dell’Interregno

Elden Ring, un esperto di armi antiche commenta spade e spadoni dell’Interregno

In qualsiasi fantasy che si rispetti, la “Suspension of disbelief” è fondamentale per immergersi nel mondo fantastico che ci troviamo ad affrontare. Difficile credere che nella vita reale qualcuno possa combattere (proprio in termini di prestanza fisica) come il nostro Senzaluce protagonista di Elden Ring, ma basta un minimo di immaginazione per lasciarsi comunque trasportare dalle affascinanti dinamiche dell’Interregno.

Nonostante ciò, qualche divagazione e analisi più approfondita è sempre interessante: a questo proposito, un esperto di armi storiche ha analizzato alcuni pezzi dell’equipaggiamento che possiamo recuperare durante la nostra avventura nel vasto titolo aperto creato da FromSoftware, dando vita a una disamina curiosa. D’altra parte, la cura per i dettagli che costituisce ogni item presente in Elden Ring è encomiabile e si presta a questo genere di analisi.

Nei video che vi riportiamo, pubblicati da IGN USA, Matt Easton commenta alcune armi e mosse del giocatore in Elden Ring: l’esperto è alla guida della Schola Gladiatoria, un gruppo che insegna arti marziali europee. Di lame, in sostanza, se ne intende.

Prendendo in esame l’imponente ascia di Godfrey, ad esempio, Easton commenta le sue dimensioni sproporzionate (sei-otto volte più grande di un’ascia reale), che la renderebbero impossibile da maneggiare per un comune essere umano. Si occupa anche di stocchi, flagelli, e dell’iconica “Moonlight”, ottenibile anche in Elden Ring durante la quest di Ranni, tra le più lunghe e complesse del gioco. In generale, è interessante sottolineare come il problema sia spesso maneggiare due armi in contemporanea, soprattutto se si tratta di lame grandi come gli spadoni.

Sempre rimanendo in tema Elden Ring (il gioco ha di recente vinto l’ambito premio di Game of The Year per il 2022!) e tirando un po’ le somme, il titolo From Software è il più completato (e il più abbandonato) dello scorso anno. Se avete bisogno di qualche dritta per orientarvi tra le mille inside dell’Interregno, non esitate a consultare la nostra ricca sezione Guide (qui ad esempio la guida completa al raggiungimento di tutti i finali in un’unica run). Infine, se siete curiosi di conoscere il nostro giudizio finale sul titolo, non esitate a dare un’occhiata alla Recensione di Elden Ring.

Scritto da
Chiara Ferrè

Ciao, sono Chiara. Cresciuta a pane, Harry Potter e Final Fantasy, ho da sempre una grande passione per la narrazione in tutte le sue forme. Cerco campi di battaglia, magici cappelli, lucertoloni volanti. Ho una penna e non ho paura di usarla.

Scrivi un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Foamstars fa…acqua da tutte le parti, secondo la critica internazionale

In occasione dello Showcase dello scorso maggio, Square Enix ha annunciato Foamstars, il nuovo...

I licenziamenti in Activision Blizzard erano già in programma prima dell’avvento di Microsoft

È stato recentemente riferito che Microsoft ha licenziato circa 1.900 dipendenti, e la...

8.1

[Recensione] Granblue Fantasy: Relink

Un po’ Genshin Impact, un po’ Monster Hunter, un po’ Final Fantasy,...

[Lista Trofei] The Oregon Trail

THE OREGON TRAIL Raccogli tutti i trofei INDEPENDENCE Raggiungi Independence BIG BLUE...

Chi siamo - Contatti - Collabora - Privacy - Uagna.it © 2011-2024 P.I. 02405950425