Elgato Game Capture HD: scopriamolo insieme

Di Francesco "Frank" Scaramucci
26 Dicembre 2014

In questo articolo andremo ad analizzare in maniera approfondita le due schede video di Elgato, la Game Capture HD e la nuova Game Capture HD 60.

Elgato Game Capture HD

La classica Game Capture HD presenta un design molto semplice e colpisce subito per le sue dimensioni: 73 x 24 x 109 mm per soli 142 grammi che, se comparate a quelle delle altre schede di acquisizione messe in commercio allo stesso tempo, la rendono la più piccola scheda di acquisizione, anche se il suo primato, come vedremo, sarà destinato a essere superato. La Game Capture HD presenta sui lati corti quattro porte: un HDMI IN per ricevere il segnale, una porta per collegare il cavo Component e poter così registrare la propria PS3, un HDMI OUT da allacciare allo schermo dove si vuole giocare e una mini-USB per il collegamento al PC/Mac. Per quanto riguarda i dispositivi Windows i requisiti minimi del sistema sono Windows 7 (o superiore) con una CPU dual core a 2.0 GHz e scheda audio, mentre per i prodotti Apple viene richiesto OS X 10.7 (o superiore) con una CPU Intel Core 2 Duo da 2.0 GHz; in entrambi i casi, inoltre, servono almeno 4 GB di RAM e una porta USB 2.0 per il collegamento dell’Elgato. Una volta collegata la scheda di acquisizione al vostro computer sarete pronti a registrare fino a 1080p. Questa Game Capture HD è compatibile con tutte le console: potrete registrare i gameplay da PS3, PS4, Xbox 360, Xbox One, WiiU, ma anche iPad e iPhone/iPod Touch.

elgatosoftware22

Come collegare

Il procedimento è molto semplice: basterà collegare un cavo HDMI dalla console alla porta HDMI IN e, successivamente un secondo cavo HDMI (che troverete nella confezione) dall’HDMI OUT dell’Elgato alla TV/Monitor. In caso utilizziate una PS3 dovrete sfruttare i cavi Component per il collegamento all’Elgato e non l’HDMI: ciò significa che dalla console partirà un cavo Component (anch’esso presente nella confezione) il quale andrà nella porta Component dell’Elgato, Per quanto riguarda, invece, il collegamento Elgato-TV/Monitor, i passaggi rimangono inalterati. Quello che dovrete fare,se giocavate utilizzando un cavo HDMI per collegare la PS3 alla TV, è modificare le impostazioni di uscita video dalle Impostazioni di Visualizzazione della console da HDMI a Component > 1080i prima di collegare la PS3 all’Elgato con i cavi Component.

Elgato Game Capture HD 60

Parliamo ora della nuova Game Capture HD 60, messa in commercio da Elgato lo scorso Agosto: se la Game Capture HD colpiva per le sue dimensioni estremamente contenute e il peso pressoché inesistente, la Game Capture HD 60 riesce a offrire ancora meglio, misurando appena 75 x 19 x 112 mm e pesando soli 106 grammi. Come per la precedente, la Game Capture HD 60 presenta quattro porte sui lati corti, ma con qualche differenza. Sul lato sinistro si trovano, infatti, tre porte, una mini-USB, un HDMI IN e un ingresso per un jack 3.5 mm per poter registrare i commentary in diretta su un unico file; sul lato destro, invece, troviamo una sola porta HDMI OUT per collegare il dispositivo alla TV/Monitor. Come avranno notato i più attenti di voi, manca una porta per il collegamento dei cavi Component: questo non rende compatibile la PS3 con la Game Capture HD 60 se non tramite l’utilizzo di uno splitter-HDMI che consente di dividere il segnale video da component ad HDMI e rendere così possibile la registrazione tramite cavo HDMI.

elgatosoftware33

La peculiarità di questa scheda di acquisizione, come suggerisce anche il nome, è quella di poter registrare gameplay fino a 1080p e 60fps (frame per second) rendendo una fluidità e una qualità video mai vista prima. Ad oggi, a cinque mesi dall’uscita, questa è l’unica scheda di acquisizione capace di raggiungere questa risoluzione. I requisiti minimi di sistema, anche in questo caso sono Windows 7 (o superiore) su PC e OS X 10.7 (o superiore) su Mac; in entrambi i casi è richiesta una CPU Intel Core i5 di seconda generazione (i5-2xxx o similare), mentre per il Comando Streaming, di cui parleremo meglio più avanti è richiesta una CPU Intel Core i7 di seconda generazione (i7-2xxx o similare) e, infine, una RAM da 4 GB con una porta USB 2.0.

Il collegamento

In questo caso il collegamento delle console all’Elgato è estremamente semplice: basterà far partire un cavo HDMI dalla console e collegarlo alla porta HDMI IN dell’Elgato e da qui far partire un nuovo cavo HDMI (che troverete nella confezione) dalla porta HDMI OUT alla TV/Monitor. Assicuratevi, infine, di aver collegato l’Elgato al PC/Mac tramite le rispettive porte USB.

Il Software

Una volta collegate le schede di acquisizione al PC/Mac, prima di iniziare a giocare non vi resta altro da fare che scaricare gratuitamente il software per registrare disponibile sul sito di Elgato. L’uscita della nuva Game Capture HD 60 è stata accompagnata da un importante upgrade del software alla versione 2.0, la quale ha portato con sé notevoli cambiamenti: scopriamoli insieme. L’interfaccia ancora più organizzata e compatta fa sì che l’utilizzo di questo software sia ancora più semplice e intuitivo e la funzionalità del Comando Streming semplifica notevolmente la vita a coloro che vogliono trasmettere i propri gameplay in diretta su canali come Twitch, Ustream e altri rendendo possibile creare presentazioni ricche di webcam e overlays direttamente dallo steso software Elgato, senza l’ausilio di ulteriori programmi.

elgatosoftware

Una funzionalità estremamente utile, inoltre, è quella del Flashback Recording, ossia la possibilità di ripercorrere i gameplay a ritroso per poter registrare solo le parti che ci interessano anche quando ci si scorda di avviare la registrazione. Come per la versione precedente, è presente, infine, una sezione del software dedicata interamente all’editing video strutturata in maniera estremamente efficiente e intuitiva: con quest’ultima funzionalità, quindi, è possibile registrare, streammare ed editare video in un unico software gratuito.

 



Gioco a basket, guido moto, scrivo sui videogame ma sopratutto realizzo video su YouTube sin dal lontano 2007. Nel tempo che mi rimane coltivo l'interesse per il videomaking e per la fotografia.