Far Cry 6 è il primo gioco della serie con un’ambientazione cittadina

Di Marco "Bounty" Di Prospero
14 Luglio 2020

In ogni titolo di Far Cry Ubisoft ha sempre adottato ambientazioni rurali, selvagge e completamente immerse nella natura. Tuttavia con Far Cry 6 l’azienda francese sembra decisa a cambiare le carte in tavola. Come avete potuto notare voi stessi dal trailer d’annuncio, infatti, Far Cry 6 avrà un’ambientazione cittadina. In particolare il titolo avrà luogo in una versione immaginaria di Cuba. Stiamo parlando dell’isola di Yara che, per la prima volta nella serie, avrà una mappa completamente urbana.

Maggiori dettagli ono arrivati da Navid Khavari, regista narrativo di Far Cry 6.

È stata un’esperienza straordinaria anche solo per farne parte. Il nostro team ha svolto un lavoro così straordinario; è un onore lavorare sul primo Far Cry che ha una capitale!“. Stando a Khavari la capitale di Yara sarà la sede del potere di Anton, il villain del gioco interpretato da Giancarlo Esposito. L’ambiente cittadino permetterà di spostarsi sui tetti, combattere per le strade della città e utilizzare veicoli. “Si inizia con l’idea di costruire un paese, giusto? Non puoi avere un’isola senza avere una capitale. Abbiamo messo molto amore e cura nella costruzione della città. La capitale è la sede del potere di Antón. Qui è dove si trovano la maggior parte dei suoi sostenitori e, dal punto di vista narrativo, vuoi sentirti come se stessi camminando nella tana del leone.

Far Cry 6 non sarà doppiato in italiano

Prima di concludere, vi ricordiamo che Far Cry 6 uscirà per PS5, PS4, Xbox Series X, Xbox One, PC e Stadia il 18 febbraio 2021.

Fonte

Hai Telegram? Clicca sull'icona per entrare nel canale


Abbiamo parlato di:

Durante il giorno dipendente presso una società finanziaria. La sera nerd e videogiocatore. Per me l'intrattenimento videoludico è una forma d'arte grazie alla quale poter fantasticare e staccare la spina dallo stress giornaliero. Cresciuto a suon di Mortal Kombat, Metal Gear Solid e Resident Evil.




Scrivi un commento