I G2 Esports si aggiudicano le finali della prima edizione di EU League di Rainbow Six

Di Mark
18 Gennaio 2021

Durante la scorsa serata sono andate in onda la finale del terzo posto e la Grand Final di European League, la massima competizione europea di Rainbow Six Siege. Dopo avervi narrato, tramite i nostri resoconti, tutto quello che è successo nella regular season e nei due Six Major, è arrivato il momento di tirare le somme e coronare un nuovo campione d’Europa.

Six Invitational 2021: le Global Standings definitive

Qualificate a queste finali, le quattro migliori squadre della classifica combinata dei due Stage appena trascorsi, vale a dire BDS EsportG2 EsportsNatus Vincere e Virtus.pro. La prima semifinale ha visto scontrarsi proprio i francesi contro gli esponenti per eccellenza dello #UKMASSIVE. La Bo3, dopo un primo schiacciante 7-0 inflitto dai BDS, si trascina alla decider, vinta nuovamente dai primi classificati che strappano quindi il primo biglietto per la Grand Final. La sera successiva i G2 hanno annientato con un sonoro 2-0 i russi dei Virtus.pro. Di tutta risposta, i VP sono riusciti a rimediare un ottimo terzo posto nella finalina contro i Na’Vi chiudendo la pratica in due mappe letteralmente mozzafiato. Definito quindi ciò che sta alla base del podio, è il momento di vedere chi si porta a casa il malloppo ed il titolo di primo campione europeo dell’era Faceit. Si ripropone l’ennesimo atto della rivalità BDS-G2 in una Bo5 che inizia subito al cardiopalma, la spuntano però i G2 per 8-7 grazie ad un peek millimetrico di Virtue che verrà sicuramente annoverato tra le giocate migliori della storia di Siege competitivo. I francesi non si perdono d’animo e vincono Oregon, una mappa non troppo favorevole ai G2 e Costa, portandosi ad una sola mappa dalla vittoria della serie. In Clubhouse, però, le sorti si ribaltano e i G2 trovano la via del pari per decidere tutto all’ultimo atto, Consolato, la vera e propria opera d’arte del team più vincente della storia. Proprio qui, dopo quattro mappe vivissime, con le forze allo stremo, emerge la personalità, la conoscenza, la consapevolezza di questi ragazzi, la fame di voler tornare a sollevare un trofeo importante dopo troppo tempo dall’ultima volta. 7-2 il risultato finale, BDS annichiliti che, dopo aver mancato il Major di novembre, siedono nuovamente al secondo gradino, stavolta, grazie alla vendetta compiuta dai G2.

Intrecciati alle finali di European League, si sono giocati anche i match validi per la Grand Final di European Challenger League tra Cowana Gaming ed MnM Gaming, che hanno visto i primi vincitori e quindi partecipanti di diritto alla prossima stagione di European League ed i secondi spediti nelle Relegation a dare battaglia ai Rogue. I tedeschi, dopo un secondo Stage senza vittorie né punti, riescono a salvare la faccia ed il loro posto tra i grandi, ma sono chiamati, il prossimo anno, ad un riscatto magistrale.

Non ci resta che attendere il Six Invitational per capire chi verrà incoronato campione del mondo, non manca moltissimo, restate sintonizzati con noi!

Hai Telegram? Clicca sull'icona per entrare nel canale


Abbiamo parlato di:

Io mi chiamo Marco, ho 20 anni e vivo a Pordenone, nella mia città natale. Attualmente sono uno studente della facoltà di Scienze politiche, relazioni internazionali e diritti umani ma quando non studio continuo a coltivare la mia passione per il mondo dei videogiochi, passione che ho sin da piccolo




Scrivi un commento