Death Stranding: crea cella BB per proteggere il figlio dal Coronavirus

Di Marco "Bounty" Di Prospero
25 Marzo 2020

Per proteggere il figlio dal Coronavirus, un padre ha ricreato una capsula BB (Bridge Baby) ispirandosi a quanto visto su Death Stranding.

Cao Junjie, questo il nome del padre, è infatti un amante di videogiochi e film fantascientifici. Non è un caso che la cella riporti anche il simbolo della Umbrella Corporation, chiaro riferimento a Resident Evil. In ogni caso non si tratta di una capsula fine a se stessa come potrebbe essere quella di un cosplayer. La cella inventata da Junjie è infatti funzionante al 100%. L’apparecchio, dotato di speciali filtri dell’aria, è dotato di uno specile indicatore che segnala la qualità dell’aria al suo interno. Tra l’altro, come Sam fa con Lou, anche Junjie può coccolare il figlio. Il progetto prevede infatti una fessura protetta da un guanto, attraverso cui poter rispondere alle esigenze del bambino, senza alcun rischio di contagio. I genitori del bambino sembrano aver preso la cosa veramente sul sero, considerando che anche loro utilizzano delle vere e proprie maschere anti-gas, come potete vedere voi stessi dal video allegato.

Prima di concludere, vi ricordiamo che su Uagna.it potete trovare uno speciale dedicato al titolo Kojima Production, nel quale paragoniamo il mondo di Sam con la società odierna.

Hai Telegram? Clicca sull'icona per entrare nel canale


Abbiamo parlato di: |

Durante il giorno dipendente presso una società finanziaria. La sera nerd e videogiocatore. Per me l'intrattenimento videoludico è una forma d'arte grazie alla quale poter fantasticare e staccare la spina dallo stress giornaliero. Cresciuto a suon di Mortal Kombat, Metal Gear Solid e Resident Evil.




Scrivi un commento