Rainbow 6 EU League | Empire in crisi nera, Natus Vincere – BDS è uno spettacolo bellissimo

Di Mark
9 Aprile 2021

Quinta giornata di European League alle porte, significa solo una cosa: dopo questa giornata il giro di boa è ufficialmente effettuato. Come sapete non ci sarà il Major previsto dalla formula competitiva inaugurata da Faceit, sostituito in via del tutto eccezionale dal Six Invitational, ma le squadre avranno ancora molto da lottare all’inseguimento dei punti validi per l’edizione del 2022. Ad ogni modo, andiamo a vedere cosa ne è stato di questa giornata.

Rainbow 6 | Blurr salva i Natus Vincere, i Cowana brillano al ballo delle debuttanti

TEAM EMPIRE vs COWANA GAMING 1-7 (Kafé Dostoyevsky)

Alla ricerca della prima vittoria stagionale, Team Empire incontra i Cowana Gaming reduci da un 7-0 senza appello contro i TrainHard. Proprio gli inglesi, che iniziano in difesa, fanno impazzire i propri avversari a suon di flank e C4. Sloth in particolare si rivela una spina nel fianco per gli attaccanti in grado di girare per tutta la mappa e portarsi via già 6 avversari nei primi quattro round. Il match procede liscio fino all’inversione dei ruoli con i Cowana che padroneggiano ogni aspetto della partita trovando linee di tiro improbabili e nascondendo in modo intelligentissimo i droni di Echo da parte di Kendrew nelle difese di Cucina. Per quando i russi iniziano ad attaccare, il punteggio segna 5-1 in favore degli inglesi con l’unico round vinto grazie ad una piccola sbavatura di un Gorgona comunque letale ad ogni occasione. Il matchpoint arriva giusto due round più tardi a sigillare 3 punti d’oro per il team britannico e la crisi orribile in cui versano gli Empire che tra un mese affronteranno il Six Invitational.

TEAM SECRET vs ROGUE 1-7 (Club House)

Occasionissima per i Rogue che ormai lanciati all’inseguimento delle prime posizioni non devono perdere l’occasione di sfruttare la crisi del Team Secret come trampolino di lancio verso i tre punti. Il team guidato da AceeZ parte in modo molto convincente chiudendo la serranda difensiva contro degli avversari lenti e spesso imprecisi nell’interpretare al meglio le situazioni di gioco. Menzione d’onore doverosa proprio al giocatore dei Rogue appena citato che al secondo round si inventa la kill del secolo. Inversione dei ruoli analoga alla partita precedente, i difensori dominano la mappa rischiando qualcosina solo al sesto round dove il retake del site di Palestra si rivela più difficile del previsto ma 5-1 tranquillo e switch all’attacco per loro. La differenza è chiara fin da subito, Leon arriva alla breccia con molta più facilità rispetto ai Secret ed AceeZ è semplicemente in stato di grazia. Al matchpoint i Rogue danno lo spettacolo defintivo recuperano un 5v3 a loro sfavore grazie ad un’ottima coordinazione tra ripz che porta a termine il plant, il solito AceeZ che entra a far pulizia nel site di Arsenale e cryn che rimane da solo contro Prano portandosi a casa la kill della vittoria.

NATUS VINCERE vs BDS 8-6 (Oregon)

Se vi fossero mai venuti dubbi su quale potesse essere il Match of the DayNa’Vi BDS sono qui per fugarli tutti. Gli inglesi, molto più costanti rispetto alla scorsa stagione stanno dimostrando molto, vedremo se saranno in grado di chiudere la striscia positiva degli avversari. Le prime battute del match sono indecifrabili ma vedono i BDS avere la meglio grazie ad alcuni sopraffini colpi di genio come quello di Elemzje al terzo round. I Na’Vi provano a spezzare l’equilibrio al quinto round passando in vantaggio con un push veloce, preciso e spietato ai danni della difesa che comunque recupera il round di svantaggio prima della metà con BriD. Dopo l’inversione dei ruoli la partita non perde il ritmo: sia i Natus Vincere che i BDS  riescono a recuperare round complicati e non arretrare di un centimetro. Grandissima la giocata di Doki che porta i suoi sul matchpoint eliminando quattro giocatori avversari e lasciando solo RaFaLe che, in site ma lontano dal disinnescatore, non può fare nulla per vincere il round. Non ne bastano dodici però, si va ai supplementari, dove il match rimane ancora estremamente teso ma finisce in mano proprio ai gialloneri per l’8-6 finale.

TEAM VITALITY vs VIRTUS.PRO 8-7 (Kafé Dostoyevsky)

Virtus.pro hanno concluso la giornata 4 con una guerra all’ultimo round che ha regalato loro un punto di respiro e niente di più. I Vitality, convincenti contro i G2, ambiscono ai piani più alti. Iniziano bene i russi ma rispondono ancora meglio i francesi che dopo un round di sbando ne prendono due di fila, uno dei quali grazie ad una giocata da vero protagonista di Shiinka che, rimasto da solo, riesce a tenere controllo del site uccidendo due avversari e nascondendosi dal terzo. La partita si accende all’improvviso con uno scambio di cortesie continuo che porta al 3-3 parziale. Le apette riescono a tirare l’accelerata portandosi sul matchpoint portando a termine attacchi molto aggressivi e decisi che mettono in crisi i VP. Le distanze si accorciano con i russi che rimettono gli avversari al proprio posto prima con un retake nella zona di Cocktail reso complicato dall’inferiorità numerica significativa e poi con una super doppia di p4sh4 che manda totalmente nel panico l’attacco costringendoli all’overtime. Il primo round vede P4 cercare di rilanciare i suoi verso la vittoria per poi venire raggiunto da un ottimo karzheka che vince un clutch molto impegnativo contro l’altro ex-Tempra. Purtroppo serve un vincitore alla luce del nuovo format e, al tramonto del terzo ed ultimo round supplementare, se la portano a casa i Vitality.

G2 vs TRAINHARD 7-3 (Villa)

I due team non vengono di certo da una giornata spettacolare, ma al banco dei pronostici, i G2 sono visti in netto vantaggio rispetto agli esordienti TrainHard. I campioni incarica indirizzano subito la partita a loro favore con i primi tre round vinti con una scioltezza innaturale, addirittura grazie ad un tappeto trappola di Frost un po’ troppo scontato per fare vittime a livello competitivo. Gli avversari si svegliano e recuperano due round di fila, un po’ regalati anche dagli errori commessi dai difensori. I francesi prendono fiducia ma dopo la pausa tattica chiamata dagli avversari subiscono un nuovo ciclone di tre round persi che li lancia al matchpoint. Erroraccio della difesa in fase finale che si perde totalmente l’ingresso in sito di UUNO che sfalda tutto lo schema e fa collassare tutto il team avversario.

 

CLASSIFICA PLAYDAY 5 STAGE 1 

  1. Natus Vincere 13pt
  2. BDS Esport 13pt
  3. Rogue 11pt 
  4. G2 Esports 10pt
  5. Cowana Gaming 9pt
  6. Team Vitality 8pt
  7. Virtus.pro 4pt
  8. TrainHard eSports 3pt
  9. Team Secret 3pt
  10. Team Empire 1pt



Abbiamo parlato di:

Appassionato di videogiochi ed entusiasta del racconto. Il mio sguardo è fisso al mondo esportivo con particolare attenzione verso Rainbow Six Siege, nella speranza che il movimento italiano possa diventare sempre più significativo.




Scrivi un commento