[Recensione] Jupiter e Mars – Sorprendere, in fondo al mar

Di Andrea "Geo" Peroni
4 Maggio 2019

Settimane di gran fermento per i possessori di PlayStation VR. Il visore di casa Sony sta vivendo un’ondata di nuovi videogiochi, tra i quali l’ottimo Ghost Giant di cui vi abbiamo parlato pochi giorni fa nella sua recensione. Ve la lasciamo qui di seguito, nel caso la vogliate recuperare.

[Recensione] Ghost Giant – Un piccolo grande amico in VR

Quest’oggi ci occupiamo di un’altro titolo da poco disponibile per il dispositivo di realtà virtuale di PlayStation 4, Jupiter & Mars, un’opera molto differente da Ghost Giant e ricca di difetti ma che sa regalare una certa esperienza differente dal solito. Ve ne parliamo qui, ricordandovi prima di continuare che proprio ieri abbiamo parlato di tutte le future produzioni per PS VR in arrivo entro fine anno che più ci hanno colpito.

ESPLORANDO I FONDALI

È un peccato quando ci si ferma alla prima impressione. Jupiter & Mars, gioco d’avventura ambientato tra i fondali marini, sembra inizialmente un gioco che vorrebbe dire tanto, vorrebbe comunicare un messaggio e sorprendere il giocatore, ma cade su elementi di base per un videogioco come lo stesso gameplay. È un peccato fermarsi alla prima impressione, ma nel caso di questo curioso nuovo titolo di Tantalus e Wicked Witch, non riusciamo ad andare oltre a questo.

L’intero titolo si basa su una serie di scenari da esplorare, caratterizzati da una certa cura artistica meritevole di lode, ma crolla quando si va ad analizzare più nel dettaglio quella che è l’offerta complessiva di un titolo che basa il suo concept su qualcosa di non perfettamente originale ma che può sempre sorprendere. Come in Waterworld di Kevin Reynolds, anche in Jupiter & Mars la Terra è stata modificata dai cambiamenti climatici e ora tutto è sommerso dall’acqua, solo che nel nostro caso i protagonisti saranno appunto i due delfini Giove e Marte. L’uomo non ha solo provocato il cataclisma che ha devastato il pianeta, ma ha anche lasciato dietro di sé le tracce di una condotta non proprio lungimirante, che rischiano di danneggiare ulteriormente gli animali. Toccherà ai due non solo salvare le creature, ma fermare una volta per tutte gli ultimi resti della civiltà umana ormai scomparsa.

Concept intrigante, ambientazioni esaltanti, così come anche le sensazioni che il gioco vuole far provare allo spettatore, sensibilizzandolo, in qualche modo, su un tema sempre importante quale quello ecologico. Pensate solamente alle ultime settimane, nelle quali il tema dell’inquinamento marino è tornato prepotentemente a farsi sentire. Esperienza nobile, quella del nuovo gioco per PS VR, che però scivola su tutto il resto. Graficamente il gioco è molto arretrato rispetto ad altre produzioni che abbiamo avuto il piacere di osservare in questi mesi sul visore di casa Sony, e il gameplay unito al level design soffrono di allarmanti banalità che fanno apparire il gioco come un prodotto quasi lasciato al suo destino, dopo averne decise le ambientazioni e la destinazione. Vari punti di interesse e oggetti da recuperare in vaste e desolate aree, prive di punti di riferimento o di un qualsiasi spunto che possa lasciarci qualcosa di più della semplice noia necessaria a terminare il tutto. C’è chi, come il sottoscritto, sperava di rivivere le avventure del grande Ecco, il delfino di Appaloosa Interactive protagonista di una fortunata serie negli anni ’90. Non è stato così, e neppure la realtà virtuale riesce a dare slancio alla produzione.

Specifichiamo infine che il gioco è fruibile anche senza PlayStation VR, ma la sostanza cambia di poco. La versione “tradizionale” di Jupiter & Mars, senza il visore, soffre degli stessi problemi, eccetto forse un comparto grafico più pulito ma che comunque ha parecchie lacune. Un peccato. Un indie di questo tipo, un’idea di questo tipo, avrebbe meritato maggior attenzione, e non solo ai dettagli.

PUNTI DI FORZA

  • Le sensazioni, l’esperienza nel suo complesso
  • Le ambientazioni

PUNTI DEBOLI

  • Gameplay debolissimo
  • Numerosi bug
  • Graficamente di basso livello

Sembrava esserci passione, nella nuova produzione di Tantalus e Wicked Witch, ma tutto si squaglia come neve al sole non appena prendiamo le redini di Giove e Marte, i due delfini protagonisti di questo certamente non memorabile videogioco per PS4 e PS VR, il cui utilizzo non ci ha comunque fatto cambiare idea. Jupiter & Mars è un videogioco molto povero di ispirazione, non tanto nella direzione artistica quanto nella realizzazione, che pecca graficamente e ludicamente. I vari bug che affliggono il gioco, poi, contribuiscono a rovinare quel briciolo di passione che si crea in certi contesti. Il prezzo di circa 25€ non aiuta, ma durante i futuri sconti potreste approfittarne per dargli una chance. Senza pensare di acquistare un capolavoro, ovviamente.

Ringraziamo Sony PlayStation Italia per il codice review di Jupiter & Mars.



Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.