GTA San Andreas 1907 – Un fan immagina come sarebbe la mappa del prequel

Di Andrea "Geo" Peroni
14 Febbraio 2021

GTA 5 continua a volare (avete letto gli ultimi dati di vendita?), i fan chiedono a gran voce notizie di Grand Theft Auto VI e Rockstar Games continua a fare orecchie da mercante – nonostante alcune settimane fa siano arrivate le prime dichiarazioni ufficiali in merito.

Ciononostante, uno dei capitoli più amati di sempre resta lo storico GTA: San Andreas, del 2004, che ancora oggi viene ricordato con enorme affetto da parte della community. Parliamo in effetti di uno dei migliori videogiochi di sempre, un cardine fondamentale dell’evoluzione degli open world, e che era capace di sfidare i limiti tecnici dell’epoca con risultati incredibili.

Uno dei motivi che rende GTA: San Andreas così iconico è probabilmente la grandezza e la varietà della sua mappa. Nel gioco del 2004, a differenza di GTA 5 che è ambientato anch’esso nel fittizio stato di San Andreas ma con una sola metropoli, erano infatti presenti ben tre grandi città: Los Santos, San Fierro e Las Venturas, ognuna delle quali carismatica e caratteristica.

Lezioni di Storia: Grand Theft Auto – Parte II

Non è un mistero che i fan chiedano un ritorno del gioco con una remastered – e negli ultimi giorni Take-Two Interactive non ha chiuso la porta alla possibilità – ma nel frattempo c’è chi ha deciso di sognare ancora più in grande.

GTA: San Andreas è ambientato nel 1992, e ha inizio nel momento esatto in cui Carl “CJ” Johnson fa ritorno a Grove Street da Liberty City dopo la morte del fratello e della madre che gli ha lasciato in eredità la sua abitazione. Il gioco trasuda ovviamente di citazioni e riferimenti ai primi anni ’90, ma cosa sarebbe successo se Rockstar Games avesse deciso di ambientare il gioco nei primi anni del XX secolo?

Si tratta della curiosa domanda che si è posto un utente di Reddit, ProfessorIshirkov, che ha fatto anche di più: sul noto forum ha postato un’immagine di sua creazione e decisamente affascinante, che ritrae quella che potrebbe essere l’ipotetica mappa di un prequel di GTA: San Andreas ambientato nel 1907.

The State of San Andreas in 1907. More than eighty years before the events of GTA San Andreas. from GTA

La ricostruzione della mappa è a dir poco splendida, non solo per gli elementi artistici che richiamano le mappe di inizio ‘900 – e che inevitabilmente ci fanno tornare alla mente le atmosfere di Red Dead Redemption II, ambientato, guarda un po’, tra il 1899 e il 1907 – ma anche per la cura nei dettagli e nella destrutturazione dei luoghi.

Le città di Los Santos e San Fierro appaiono infatti molto più piccole e con molti meno edifici, proprio come ci potremmo aspettare da un GTA: San Andreas ambientato all’inizio del secolo scorso. Numerose cittadine delle regioni circostanti sono semplici gruppi di abitazioni sparse qua e là, talvolta senza neanche un nome – le Badlands del sud-ovest, ad esempio, che rappresentano un nodo cruciale nella trama del gioco, sono praticamente disabitate.

Il cambiamento più radicale resta però quello di Las Venturas. La città dei vizi e del gioco, che ci viene presentata in GTA: San Andreas con i suoi enormi grattacieli e i casinò che dominano la via principale, è infatti ridotta a un piccolo borgo nel nord-est, proprio nel mezzo del deserto. La cosa ha perfettamente senso: all’inizio del secolo scorso, la mafia iniziava a muovere i primi passi in America e ancora non aveva avviato la sua aggressiva politica di urbanizzazione del luogo per il riciclo di denaro sporco, e per questo Las Venturas sarebbe stata molto diversa da quella che conoscevamo. Inoltre, perché collegare San Fierro a quello che è un deserto, privo inoltre della misteriosa area militare segreta a ovest di Las Venturas? Difatti, anche il lungo ponte che collegava le due porzioni della mappa non esiste più – o non esiste ancora, ecco.

Vedremo mai un GTA: San Andreas 1907? Difficile, per non dire impossibile, ma intanto possiamo continuare ad ammirare la bellezza di questa mappa fan-made.



Abbiamo parlato di:

Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.




Scrivi un commento